Turin Award Cru 2005

marzo 2, 2005 in Enogastronomia da Claris

ravioli di cioccolatoIl lavoro di un maestro cioccolatiere è un’arte. Antica, raffinata, delicata, creativa. Che ha le sue regole, i suoi strumenti…i suoi ingredienti. Un grande cioccolato è il risultato di un’alchimia di diversi fattori. Abili ed esperti maestri cioccolatieri, veri e propri artisti del gusto, lavorano ogni giorno nei loro laboratori materie prime di altissima qualità per dare vita ai migliori cioccolati del mondo.

“Turin Award Cru 2005”, il primo concorso Europeo per produttori di cacao che si svolgerà a Torino durante Cioccolatò (Torino, Piazza Castello, 3-13 Marzo), nasce da un’idea di Silvio Bessone, Presidente dell’Associazione Nazionale Cioccolatieri Confartigianato, con il preciso intento di premiare i produttori di cacao, offrendo un riconoscimento di valore alle preziose materie prime impiegate nella produzione del cioccolato.

Aziende agricole di tutto il mondo sono state invitate a partecipare al concorso ed a fornire alla giuria un sacco di Cacao Fino e Speciale, di monopiantagione, selezionato senza scarto, fermentato e privo di muffe.

Nei giorni di Cioccolatò una qualificata giuria composta da esperti internazionali, agricoltori scienziati e cioccolatieri valuterà i cacao in concorso, stabilendo una classifica tra i 18 concorrenti in gara da tutto il mondo con 18 sacchi monovarietali millesimati di cacao.

Turin Award Cru 2005, organizzato da Confartigianato, si propone indubbiamente come un concorso di successo mondiale, nonché un appuntamento internazionale che riconosce Torino come un importante punto di riferimento per il mondo del cioccolato.

Una medaglia d’oro, d’argento e di bronzo verrà consegnata ai primi tre classificati, che otterranno un diploma di merito ed un premio in denaro offerto da Bessone, main sponsor dell’iniziativa.

Durante il concorso la giuria assegnerà anche alcuni premi speciali:

– “Premio speciale cacao aromatico 2005”

– “Premio Varietà rara 2005”

– “Premio speciale alla miglior azienda agricola”, che si distingue per la sensibilità verso i suoi lavoratori, e organizzazione.

I cacao classificatisi in graduatoria verranno trasformati in Cru (cioccolato monorigine) nella fabbrica artigianale della Confartigianato da Silvio Bessone, davanti agli occhi del pubblico di Piazza Castello. Il pubblico di CioccolaTò avrà poi la possibilità di degustare le deliziose tavolette di cioccolato prodotte nello stand Confartigianato in piazza Castello.

di Claris