Non solo vino, non solo cibo

novembre 20, 2006 in Libri da Gustare da Claris

Titolo: Non solo vino, non solo cibo
Autore: Anna Goffi; Lucia Siliprandi
Casa editrice: Franco Angeli
Prezzo: 18.00
Pagine: 160

Non solo vino, non solo ciboParole ed immagini, ma non ricette: ecco l’essenza del manuale edito da Franco Angeli e scritto da dalle giornaliste Anna Goffi, filosofa, e Lucia Siliprandi, sociologa. Lo scopo è quello di accompagnarci per mano a conoscere il back-stage della comunicazione eno-gastronomica, capirne i rituali e le abitudini, i modi comportamentali e le somiglianze con gli altri settori dell’informazione e del marketing.

Si parla tanto di cucina, cibo, diete, ma come nascono teorie e culture alimentari, come vengono dettati i tempi dell’evolversi delle abitudini alimentari? Nel libro sono riportati una serie di casi che illustrano gli strumenti di comunicazione classicamente utilizzati in questo settore.

Vero infatti che la varietà della ricchezza culinaria del nostro paese è una fonte inesauribile di curiosità da parte di turisti, avventori ed appassionati del mangiar-bene, ma è realtà altrettanto importante che occorra far emergere le eccellenze e tra queste trovare gli appigli giusti per spingere maggiormente il consumo (o almeno l’analisi) di uno specifico prodotto, territorio, piatto.

Spesso la qualità è in prodotti di nicchia che nascono all’interno di un preciso contesto storico e territoriale, dove arte, territorio e cibo risultano strettamente concatenati. La promozione del turismo di qualsiasi luogo italiano non può prescindere dalla sua tradizione culinaria e le raffinatezze alimentari, tipiche di determinate zone, possono essere ambasciatori di una fiorente industria turistica. Tuttavia in un mondo globalizzato la celebre bontà dei cibi italiani non basta, occorre farli conoscere, promuoverli e farli apprezzare.

Il libro, unico nel suo genere, descrive una serie di strategie utili per trovare le giuste modalità per promuovere i prodotti tipici di un luogo e migliorare le performance degli operatori turistico-gastronomici.

Fondamentali sono i case history, gli esempi di successo ed i contro-esempi del mancato pieno raggiungimento degli obiettivi prefissati. Si tratta di uno strumento fondamentale per chi volesse avvicinarsi ad un’attività di promozione e comunicazione eno-gastronomica, ma anche di un manuale ottimo per migliorare le skill di chi è già nell’ambiente, fornendo spunti e strategie, proponendo soluzioni innovative.

Il testo quindi si rivolge principalmente a piccoli-medi operatori del settore eno-gastronomico quali: produttori di qualità, aziende agrituristiche, ristoratori, distributori, consorzi, scuole di cucina, laboratori artigianali. Per tutti coloro che devono identificare e far presa sul proprio target di riferimento. E non manca la parte ‘storiografica’, dalla nascita del movimento Slow Food all’Accademia Italiana della Cucina, dalle Città del Vino alle Strade dei Sapori.

Insomma un concentrato di idee per promuovere i nostri prodotti genuini e sfiziosi, semplici eppure originali, che siano diretti a cene d’affari o feste in giardino, a serate etniche o a brunch trendy.

di Claris