A Torino inaugurato il nuovo punto Eataly Incontra

agosto 13, 2011 in Enogastronomia da Adriana Cesarò

Auguri con brindisi Un nuovo centro “Eataly Incontra” si affaccia nella via Lagrange a Torino, a due passi da Palazzo Carignano, a due passi dal Museo Egizio, a due passi dal rinnovato Teatro Carignano senza dimenticare Piazza San Carlo e Piazza Castello.

Martedì 9 agosto il nuovo “Eataly Incontra…” ha aperto le porte al numeroso pubblico con una inaugurazione e taglio del nastro tricolore effettuato dal Sindaco Piero Fassino. Gli spazi contano circa 1.000 metri quadri tra piano terra e piano interrato e un ampio dehors per poter godere della fortuna di mangiare osservando il viavai in una delle strade pedonali più belle e animate della città.

Nella via Lagrange il format tradizionale di Eataly incontra, nel vero senso della parola la Maccaroneria di Gragnano del Premiato Pastificio Afeltra, il Caffè Vergnano e la Gelateria Alpina Lait. Tre realtà enogastronomiche che portano la loro esperienza, la loro professionalità e il loro amore per le cose buone all’interno del nuovo punto vendita.

Come tradizione vuole Eataly offre la possibilità di comprare scegliendo all’interno di un grande mercato di cibi e bevande di alta qualità a prezzi sostenibili, offre ampi spazi dedicati alla Maccaroneria di Gragnano, per gustare un piatto di pasta davvero speciale, offre l’opportunità di provare un gelato naturale mantecato al momento dalla Gelateria Alpina Lait e l’occasione per fermarsi a bere l’espresso più tradizionale o sperimentare nuovi aromi presonalizzando le ricette con le quattro miscele collocate nei silos alle spalle del bancone Caffè Vergnano.

Non manca un’area per corsi di cucina e di educazione alimentare che, partiranno da settembre con tutte le attività che caratterizzano da sempre la particolarità di Eataly completando l’offerta della vendita e quella della ristorazione con quella dedicata alla didattica e all’apprendimento.

Eataly Incontra.., sarà aperto tutti i giorni delle 10 alle 22,30. Apertura alle 8 per il caffè Vergnano.

di Adriana Cesarò