Torino

dicembre 13, 2004 in Poesie da Cinzia Modena

mole antonellianaAvvio lento

Soffia tra i capelli il tuo animo

Il mio vuoto si riempirà

Di sostanza con te di

Macchine che passano

Vetri illuminati in una sera come tante

Le mie mani afferreranno la presa

La materia pregna di

Alberi in movimento

Il concreto che imbarazza

La forza che reagira’ da questo oggetto

Sorrisi che evocano di

Dimensioni fuori rotta

Sospensione di nuclei artificiali e magnetici

Spinte unidirezionali verso l’afflato vulcanico di un soffio

Gruppi elettrogeni frammentati di aria vento e sole

La città che si apre e si chiude su di sé, un respiro lento e contenuto

Torino

di Cinzia Modena