The Wild Party

ottobre 14, 2005 in Spettacoli da Stefania Martini

the wild partyTorna su un palcoscenico della sua città, quello del Teatro Juvarra, Marco Alotto, regista e attore che propone uno spettacolo definito “poemetto jazz”: The Wild Party – Party Selvaggio tratto dal testo di Joseph Moncure March.

The Wild Party ci riporta alla fredda favolosità dei magnifici anni Venti, quando una casa e una notte tra le più scure si aprono a una festa: ballerine di vaudeville, attori d¹avanspettacolo in declino, ubriaconi sono i personaggi che si incontrano, tra note di pianoforti swing, donne fatali, uomini in smoking e una mistura infernale di alcool e sesso, cinismo e incantamento.

Scritto nel 1926, ma pubblicato solo due anni dopo a causa dei contenuti ritenuti scabrosi per l’epoca, The Wild Party racconta il tramonto di un’epoca, intinta nei colori sincopati e cool della grande letteratura popolare, una tragedia hard-boiled ambientata nell¹età del jazz e raccontata in versi, con il potere ipnotico e la struttura di una filastrocca.

L’allestimento presentato da Marco Alotto sottolinea il carattere musicale del poemetto: un solo attore entra ed esce dai personaggi, mettendo in evidenza la musicalità e la struttura sonora in relazione agli ambienti, alle situazioni e al clima dell’opera.

Musicisti provenienti da diverse aree musicali affiancano il protagonista: Igor Sciavolino (sax tenore), Stefano Cuffaro (violino), Paola Torsi (violoncello) e Federico Marchesano (contrabbasso), danno vita ad una band che rincorre lo swing della narrazione, per raggiungere ad altri universi musicali.

Tra un foxtrot e una habanera, sotto un doo-wop e un china style, dietro un’improvvisazione totale dei quattro strumenti e partiture di musica cameristica contemporanea serpeggia un sottofondo di blues.

The Wild Party – Party Selvaggio

Da venerdì 14 a domenica 16 ottobre ore 20.45

Teatro Juvarra, via Juvarra 15 Torino

Per informazioni e prenotazioni: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19

tel.011.540675

www.masjuvarra.it

di Stefania Martini