Salone del Libro Enogastronomico

giugno 1, 2005 in Enogastronomia da Stefano Mola

LDG 02

Vi piacciono i libri? E se vi piacciono, quando vi piacciono? Vi piacciono tanto che a volte dite: questo libro me lo sono proprio divorato? Dunque avete capito che i libri sono un cibo. Al pari di quello che mangiamo, diventano parte di noi. Importante perciò è sceglierli bene. Ma prima di andare oltre, cosa possiamo dire allora di un libro che parla di cibo? Sarà una specie di nutrimento al quadrato? Qualcosa che instaura una specie di circolo (vizioso o virtuoso lo lasciamo decidere a voi) tra quello che ingurgitiamo con gli occhi e con la bocca, con tutto il gioco di rimandi del caso?

Insomma, troppe domande. Per semplificare, se vi piace il buon cibo e se vi piacciono i libri che ne parlano, dal 2 al 5 Giugno dovete andare a La Morra. Non che ci sia bisogno di un pretesto per fare un viaggetto fino là. Basterebbe il panorama sulle colline che si può godere dalla piazzetta. Da restare incantati alla teoria di ondulazioni pettinate di viti. Secondo me però ora non potete proprio non andarci. Perché nelle date di cui sopra si svolgerà il IX Salone del Libro Enogastronomico e di Territorio, organizzato dall’Associazione Ca dj’ Amis, che quest’anno compie 30 anni.

Fondata nel 1975 da Claudia Ferraresi, pittrice, giornalista, critico d’arte e donna del vino, la Ca dj’Amis ha portato avanti negli anni un’attività coerente di valorizzazione della cultura del territorio che ha contribuito alla crescita e allo sviluppo di un turismo culturalmente motivato. È un luogo storico dove si possono trovare immagini vecchie e nuove delle Langhe. I locali ospitano i quadri di Claudia Ferraresi, i volumi della Biblioteca permanente “Libri da Gustare”, le collezioni di bottiglie datate e istoriate, documenti antichi preziosi e inusuali, oggetti d’uso da collezione.

Cosa succederà a La Morra? Innanzi tutto, date un’occhiata da voi stessi al programma. Riassumiamo quindi solo le cose principali. Per esempio, la consegna della Ciao d’la Ca 2005 a Pierluig Berbotto, scrittore; Jean Robert Pitte, presidente Universita’ Paris-Sorbonne; Orlando Perera, giornalsta Rai e scrittore. Un riconoscimento che ha questa radice: nelle società agricole la consegna d’la ciao era sinonimo di maggiore età, di conquistata fiducia nei confronti del ragazzo diventato uomo. Dunque un rito carico di considerazione, fiducia e amicizia: ecco perché la Ca dj’ Amis ha istituito la consegna di una sua ciao, che viene consegnata ogni anno a un amico o a un’amica che, attraverso una serie di prove che dimostrano l’attaccamento alla propria terra, abbia contribuito all’esaltazione del proprio mondo. La Ciao non vuole essere né un premio né una sorta di medaglia al primo della classe. È piuttosto un riconoscimento nei confronti del lavoro di un amico, italiano e non, per la propria terra. Quasi una stretta di mano. Cesare Pavese, uomo di queste parti, diceva che un paese è sapere che qualcuno ti aspetta. Ebbene, la Ca dj’Amis è questo paese e la ciao ne rappresenta il benvenuto.

Poi il convegno Oriente – Occidente: Filosofia ed estetica del gusto, organizzato da CESMEO in collaborazione con il Dipartimento di Orientalistica dell’Università di Torino, con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN) e l’Associazione Ca dj’ Amis di La Morra (CN). Si propone di illustrare alcune delle numerose tematiche connesse con il cibo inteso non solo come nutrimento del corpo, ma esaminato anche nel quadro delle sue implicazioni filosofiche, economiche e sociali, di convivialità e di fruizione estetica.

E ancora, La Grande Libreria, ricca mostra-mercato organizzata presso la Piazza Porta Mercato di La Morra. Testi enogastronomici e di territorio con tanti editori e tantissimi autori. All’esposizione e vendita dei libri si accompagnano iniziative per tutti i gusti: laboratori teatrali, degustazioni di prodotti, concerti, tavole rotonde con gli autori.

Un momento di alto valore e importanza, coronamento di una passione sostenuta nel tempo è infine l’inaugurazione della Biblioteca Libri da Gustare il 2 giugno 2005 alle ore 16.30. L’Associazione Ca dj’Amis rende fruibile alla generalità del pubblico il risultato di un lungo e minuzioso lavoro caratterizzato da iniziative e manifestazioni a carattere divulgativo. La vasta collezione di libri di proprietà di Claudia Ferraresi, presidente dell’Associazione, viene ora messa a disposizione di tutti. Volumi rari, numerati, edizioni limitate, pubblicazioni di enti pubblici e associazioni, libri di autori locali, letteratura d’ambiente, libri di agricoltura e viticoltura, guide, libri d’arte antica e contemporanea, testi in lingua, e, soprattutto, opere riguardanti l’enogastronomia e il territorio.

E ovviamente, ci saranno i Libridagustare. Arrivederci a La Morra.

di Stefano Mola