New British Jazz Festival

aprile 10, 2006 in Spettacoli da Cinzia Modena

Jazz JamaicaIl NEW BRITISH JAZZ FESTIVAL è una finestra che si apre sul nuovo jazz britannico. Sarà una quattro giorni di immersione in concerti, dj set, conferenze e workshop. Questa manifestazione vuole approfondire uno specifico genere musicale che, in questo momento ed attraverso fusioni e contaminazioni, sta attraversando un periodo straordinario e brillante.

L’anno scorso quest’evento era sto ospitato da Roma,e si era tenuto presso l’Auditorium Parco della Musica. Quest’anno l’AICS ha organizzato l’evento nella piazza d Torino, in piena atmosfera internazionale che sta caratterizzando la città da qualche mese a questa parte. Il festival porta la musica alla vasta platea ma è anche ispirato dal desiderio di confronto. Gli artisti più rappresentativi della scena Nu-Jazz del panorama musicale europeo potranno scambiarsi “contaminazioni” musicali.

Dennis Rollins - JazzIl viaggio tra i suoni del jazz britannico inizia con:

  • Jazz Jamaica All Stars

    20 aprile, presso Supermarket a Torino

    che rappresentano l’anima jazz unita all’hip hop e allo ska: ensemble di quindici elementi che incarnano la realtà della scena musicale britannica, quella londinese in particolare, ricca di fermenti e di talenti che si confrontano-scontrano-fondono in un crogiolo di culture, idiomi, tradizioni, etnie che lì si agitano.

    Si prosegue con

  • Gwyneth Herbert

    talentuosa vocalista jazz inglese britannica e appassionata di folkjazz che il “New York Times” incorona come l’erede di Joni Mitchell.

    La star dell’ultimo Montreux Jazz, il trombettista e BBC awards

    Abram Wilson Sextet

    21 aprile, presso Fonderie Limone a Moncalieri (To)

    formazione che unisce i grandi fiati del jazz americano e i suoni contaminati del jazz europeo in uno spettacolo raffinato ed elegante ma al tempo stesso fresco e innovativo.

    Dopo le 24.00 ci si sposta nuovamente a Torino per

  • Jazz Room Party

    il Dj set di Russ Dewbury al Fluido,

    produttore di punta e dj tra i piu’ quotati del dance floor in UK.

    E ancora il pluripremiato trombonista

  • Dennis Rollins “Badbone Band”

    22 aprile, presso Maison Musique a Rivoli (To)

    già con Roots e US3 in un’emozionante sfida tra un mix di funk, jazz e soul, tradizione ed elettronica.

    Il party di chiusura spetta ad uno dei dj più influenti e carismatici della scena dance da Sao Paolo via Movement di Londra il mitico

  • Dj Patife che con MC leggendario Cleveland Watkiss ha infuocato i clubs di tutto il mondo.

  • Jazz Samba Party

    si terrà a Le Arcate – Murazzi del Po (Torino)

    Conferenze ed incontri

    Non solo spettacolo, la manifestazione vuole essere anche un importante momento di aggregazione e crescita culturale, di riflessione e di confronto sui diversi temi legati alla cultura, alla produzione e alla promozione artistica, alle sue ricadute sul territorio e sul sistema economico, al ruolo e alle funzioni delle istituzioni al servizio di una società in continua evoluzione.

    In anteprima il 19 aprile (presso Atrium, Torino) si terrà un primo incontro con operatori internazionali per meglio rapportarsi in futuro ed in cooperazione culturale con il panorama europeo, realizzato in collaborazione con Torino Internazionale. L’obiettivo è di analizzare e aderire al programma Cultura 2007 dell’U.E, creando un tavolo di lavoro comune.

    Tra i relatori figureranno: Paul Docherty e Brendan Griggs rispettivamente Direttore, e responsabile arti British Council Italia. JANINE Irons della Dune Records UK , Rose Parfitt del magazine britannico Straight no Chaser (redazione rivista specializzata UK), Mario Berna direttore artisitco e responsabile di FreeFormJazz (Roma/UK), i jazzisti Gary Crosby (contrabbasso), Denys Baptiste (sax), BBC radio, Centre Culturel Francais Torino, Maison de la Culture di Grenoble, Maisons de la Culture Amiens, Label Bleu, Theatre 145, Pulsazioni Live Alberto Asteggiano.

    “NEW BRITISH JAZZ” FESTIVAL

    19 – 20 – 21 – 22 aprile 2006

    Torino

    di Cinzia Modena