McEwen non sbaglia un colpo

maggio 9, 2006 in Sport da Federico Danesi

Robbie McEwen HOTTON – E sono dieci! Tante le vittorie di Robbie McEwen al Giro d’Italia. Con puntualità svizzera, nonostante provengo dal cuore dell’Australia, il velocista della Davitamon Lotto ha piazzato un altro colpo, sfruttando perfettamente la seconda occasione a disposizione. Assenti Boonen e Freire, che qui al Giro non si sono nemmeno presentati, e Petacchi, tornato a casa per farsi curare il ginocchio disastrato dopo la caduta di lunedì, per lui è stata vita facile, anche se Paolo Bettini ci ha provato sino all’ultimo, rimediando l’ennesimo piazzamento.

Tutto come da copione. Il solito attacco da lontano, una fuga durata 164 chilometri nella quale tra gli altri si inserto il trentino Bertolini, portacolori di quella Selle Italia che nelle prime tre tappe ha sempre mandato un suo atleta in avanscoperta, pur senza risultato. Raggiunti gli attaccanti di giornata, si sono mosse le formazioni dei velocisti. Da una parte la T-Mobile per Pollack, dall’altra la Milram che nonostante il ritiro di Petacchi ha deciso comunque di lavorare per tirare la volata a Lorenzetto. McEwen ha preso ancora una volta la ruota giusta, sfilando gli avversari negli ultimi cento metri e trionfando a braccia alzate. Dietro a lui Bettini, ancora una volta nei primi ma mai vincente, e un rinato Alberto Loddo.

Da dilettante era la nuova speranza del velocismo italiano; passato professionista con la Lampare, sembrava poterlo confermare ma si è perso per strada, tanto che lo scorso anno si era autoretrocesso nei dilettanti. Quest’anno, ripescato da Gianni Savio alla Selle Italia, si è già aggiudicato sei gare e può essere più di un semplice piazzato.

Oggi il Giro tira il fiato, causa trasferimento della carovana in Italia. Tutti pronti a ripartire domani, con la cronosquadre che torna dopo 17 anni. Da Piacenza a Cremona, 38 chilometri piatti come un biliardo e adattissimi a squadre attrezzate, come la Csc o la Discovery Channel. Quelli come Simoni o Di Luca, usciti male dalla trasferta in terra belga, dovranno invece cercare di limitare i danni in attesa di tempi e terreni migliori, che cominceranno sabato con la movimentata frazione di Saltara, ricca di salite e d’insidie.

CLASSIFICA DI TAPPA

1. Robbie McEwen (Aus, Davitamon-Lotto) 4h38’51”, m.o. 41,527,

2. Bettini (Ita, Quick Step) s.t.,

3. Loddo (Ita, Selle Italia-Diquigiovanni) s.t.,

4. Richeze (Arg, Panaria) s.t.,

5. Pollack (Ger, T-Mobile) s.t.,

6. Lorenzetto (Ita, Milram) s.t.,

7. Gilbert (Bel, Française des Jeux) s.t.,

8. Vaitkus (Lat, Ag2R Prévoyance) s.t.,

9. Casar (Fra, Française des Jeux) s.t.,

10. Fernandez (Spa, Euskaltel) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1. Stefan Schumacher (Ger, Gerolsteiner) in 14h52’55”,

2. Paolo Savoldelli (Ita, Discovery Channel) a 13”,

3. Rebellin (Ita, Gerolsteiner) a 23”,

4. Gutierrez Palacios (Spa, Caisse d’Epargne) a 29”,

5. José Luis Rubiera (Spa, Discovery Channel) a 31”,

6. Honchar (Ucr, T-Mobile) s.t.,

7. McGee (Aus, Française des Jeux) s.t.,

8. Perez Sanchez (Spa, Caisse d’Epargne) a 32”,

9. Gutierrez Cataluna (Spa, Phonak) a 13”,

10. Rogers (Aus, T-Mobile) a 37”

di Federico Danesi