La Miniera

febbraio 7, 2005 in Enogastronomia da Barbara Novarese

“…Vieni a curare il corpo con buone passeggiate, a piedi o con la tua mountain bike, a percorrere il letto del torrente, a guardare il mondo dall’alto con il tuo parapendio o semplicemente in groppa ad un cavallo; vieni a respirare…”

All’inizio fu la natura, poi l’uomo, poi di nuovo la natura… Egli si impossessa avidamente di tutti i luoghi da cui può trarre beneficio; li sfrutta fino a quando essi non hanno più nulla da dare, poi li abbandona. A questo punto la natura ritorna, si riappropria del bene rubato e, con pazienza, ristabilisce l’equilibrio interrotto.

In uno di questi spazi, prospiciente la Serra Morenica di Ivrea e all’ingresso della Val d’Aosta, si trovano le miniere di Brosso. Si tratta di un insediamento minerario situato ai piedi del monte Gregorio, montagna che sovrasta i paesini di Lessolo e Calea, mentre il paese di Brosso, da cui la miniera a preso il nome, è sulla sommità della collina mineraria.

Il minerale è la pirite che dal greco significa fuoco, ovvero: capace di emettere scintille per strofinio. Le forme più comuni sono rappresentate dal cubo e dal pentagono e, poiché si presenta di colore giallo ottone o giallo oro pallido, viene soprannominato “l’oro degli stolti”.

Queste miniere si trovano nella località denominata Valcava e sono raggiungibili sia dal Comune di Brosso sia dal Comune di Lessolo.

Qui, tra castagni, betulle ed acacie si trova l’azienda forestale agrituristica “La Miniera”, nata il 27 Settembre 1995 dopo quattro anni di pesanti lavori.

Il territorio era stato abbandonato, la miniera chiusa ed il tempo aveva lentamente corroso le costruzioni. La natura, che aveva reclamato per anni il suo tesoro, si infiltrava ovunque per paura di un altro esproprio. Finalmente qualcuno acquistò la terra e lavorò intensamente per ristabilire l’equilibrio. Attualmente è un’oasi di pace in mezzo a giardini, frutteti, orti, animali e… anche l’uomo.

Gli edifici di fine ‘800, appartenenti al vecchio stabilimento, sono stati ristrutturati ed adibiti all’accoglienza di tutti coloro che desiderano ritagliarsi del tempo per stare a contatto con la natura e con se stessi. Passeggiare alla scoperta di vecchi siti come mulini, forge, laverie, discenderie, antichi borghi… immerse nel bosco, tra le lucciole, il picchio ed il canto notturno degli allocchi, si possono visitare le strutture della vecchia miniera di Brosso.

Roberta vi ospiterà per un quieto soggiorno o per un fugace spuntino. Per un dolce riposo od un eccellente pasto tra amici, cucinato con prodotti biologici offerti da terre devotamente accudite. A causa della formazione mineraria, il terreno offre una varietà limitata di prodotti che vengono, tuttavia, proposti con maestria sulle tavole di quest’insolito agriturismo: mirtilli giganti, piccoli frutti, verdure biologiche, uova fresche e miele.

Cucina Ebraica e Piemontese si fondono in una dedalo di gusti speziati, ma nello stesso tempo naturali e delicati. Gli alimenti si combinano come tasselli di un puzzle, con sapori che pare non possano essere accostati diversamente. Niente maiale, ma Roberta si sbizzarrisce con carni bovine di razza piemontese, pollame e gli ottimi salumi d’oca, preparati in casa sulla base delle vecchie ricette ebraiche.

Noi, che lo abbiamo provato, siamo rimasti affascinati dal luogo e nondimeno dalla calorosa ospitalità dei proprietari… sarà un piacere ritornare.

Una scuola di parapendio si trova adiacente l’azienda e, nelle vicinanze, anche un maneggio convenzionato. E’ allestita una mostra permanente sul tema di Archeologia Industriale e si organizzano visite guidate alle strutture della vecchia miniera di Brosso.

Si programmano serate a tema, convegni, matrimoni, feste, eventi teatrali e musicali, mostre, corsi di vario genere…Per gli ospiti sono a disposizione una ricca biblioteca di narrativa e consultazione, un ping pong, archi e frecce ed un pianoforte.

Oltre alle numerose possibilità di svago e, come già detto, all’ottima cucina, siamo rimasti piacevolmente sorpresi da una campagna di raccolta fondi per il canile di Caluso…

La Miniera – Azienda forestale agrituristica di Roberta Anau

via delle Miniere 9 – Valcava

10010 Calea di Lessolo (To)

tel. +39.0125.58618

fax +39.0125.561963

cell. 335.7096701

e-mail: [email protected]

www.laminiera.it

di Barbara Novarese