La Juve ritrova Del Piero

febbraio 28, 2005 in Sport da Giovanni Rolle

La Juve vince sul Siena e tiene il passo-scudetto. I tre punti conquistati contro la formazione toscana non sono tuttavia l’unica notizia positiva per i tifosi bianconeri, che per recarsi allo stadio a seguire la prova dei propri beniamini questa domenica hanno dovuto utilizzare i mezzi pubblici per via della giornata senza auto promossa dal Comune di Torino. Due delle tre reti realizzate dagli uomini di Capello portano, infatti, la firma di Alex Del Piero: l’idolo incontrastato della curva Scirea, schierato da Capello per tutti i novanta minuti nel tridente con Ibrahimovic e Zalayeta, è tornato a realizzare una doppietta in campionato (l’ultima risale proprio alla gara di andata contro il Siena), impreziosita dal tocco che ha portato in vantaggio la squadra torinese, realizzata di tacco.

E’ un inizio in sordina quello dei giocatori allenati da Fabio Capello. Al 5’ i tifosi bianconeri invocano un calcio di rigore per un tocco sospetto da parte dell’ex juventino Tudor con il braccio su tocco di Ibrahimovic, che viene invece giudicato regolare dall’arbitro Collina. E’ la Juventus a tentare di fare la partita, ma i giocatori del Siena in avvio di gara concedono poco alla formazione di Capello. L’unica conclusione nel primo quarto d’ora da parte dei padroni di casa è un tentativo di diagonale di Zambrotta, che si spegne di poco alla sinistra della porta difesa da Manninger. A creare scompiglio nella retroguardia ospite ci pensa poco dopo Del Piero: il capitano bianconero si produce in una delle sue giocate, dribbling secco ai danni di Falsini e cross dal fondo sul quale però Emerson non riesce ad intervenire e a deviare in gol. Sull’altro fronte è però il Siena ad affacciarsi per la prima volta dalle parti di Buffon e lo fa con un pericoloso tiro di Flo. Con il passare dei minuti anche le trame offensive dei senesi prendono consistenza e poco dopo il 20’ è un tiro da fuori area di Taddei ad impegnare il portiere della Nazionale in una difficile parata.

Del Piero, schierato in posizione di trequartista, alle spalle della coppia ibrahimovic-Zalayeta nel tridente bianconero varato da Fabio Capello per sopperire alla forzata assenza di Pavel Nedved, sembra ispirato e si fa sentire anche sui calci di punizione, come al 30’, quando un suo calcio piazzato lambisce il palo alla destra di Manninger. Ma per il fuoriclasse veneto il meglio deve ancora arrivare: è infatti il 35’ quando il “Delle Alpi” esplode per il ritorno al gol del suo campione più amato: Zalayeta fugga a Colonnese sulla destra e mette in mezzo per Del Piero, che insacca con un colpo di tacco che manda in visibilo il pubblico juventino. Un gol liberatorio per “Pinturicchio”, che corre fuori dl campo a raccogliere i meritati applausi dei tifosi bianconeri.

Del Piero dimostra di essere il giocatore più in forma dell’attacco bianconero, quando poco dopo il gol si porta vicino al raddoppio con un colpo di testa. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo che termina con i bianconeri in vantaggio per 1-0.

L’inizio della ripresa coincide con il raddoppio dei bianconeri: passano, infatti, solo cinque miniti dal rientro in campo delle due squadre dagli spogliatoi, che i padroni di casa mettono a segno la seconda rete ad opera di Emerson, la cui incornata si insacca con la complicità di un titubante Manninger, che riesce solo a smanacciare la centrale conclusione del brasiliano.

Le reti dei bianconeri diventano tre al18’: Collina vede una spinta da parte di un difensore senese alle spalle di Emerson e assegna il calcio di rigore. Ad incaricarsi della trasformazione è Del Piero, che realizza dal dischetto, mettendo a segno una doppietta. Tre a zero e partita virtualmente chiusa, quando al termine dell’incontro mancano oltre venticinque minuti.

Gli ultimi venticinque minuti e i due di recupero concessi da Collina sono di pura accademia e la partita giunge alla conclusione senza altri sussulti sul risultato di 3-0 per la Vecchia Signora.

Al termina della gara Del Piero corre sotto la curva a raccogliere gli applausi dei tifosi bianconeri. Per il capitano bianconero, sempre nel vivo del gioco, si è trattato di una domenica assolutamente positiva, impreziosita non soltanto dalla doppietta, ma anche da parecchie giocate d’autore.

Juventus-Siena 3-0

  • Reti: 35’ pt Del Piero, 5’ st Emerson, 18’ st rig. Del Piero.

  • Juventus (4-3-1-2): Buffon; Zebina, Thuram, Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi (43’ st Ferrara), Emerson (31’ st Tacchinardi), Blasi, Del Piero, Ibrahimovic (23’ st Olivera), Zalayeta. All. Capello. In panchina: Chimenti, Pessotto, Birindelli, Appiah.

  • Siena (3-5-2): Colonnese, Tdor, Portanova; Alberto (31’ st Foglio), D’Aversa (14’ st Cozza), Taddei, Vergassola, Falsini; Chiesa (28’ st Maccarone), Flo. All. De Canio. In panchina: Fortin, Cirillo, Argilli, Di Donato.

  • Arbitro: Collina di Viareggio.

  • Note: Ammoniti: Alberto (U). Spettatori: 2.173 paganti per un incasso di 44.945,00 euro; abbonati: 17.212

    di Giovanni Rolle