Festival della Mente

agosto 30, 2005 in Attualità da Stefano Mola

SarzanaQualcosa che prima non c’è e poi ce lo troviamo lì. A sorprenderci, a stupirci, a emozionarci, a meravigliarci. Perché no, anche a stappare l’aceto dell’invidia. La creatività: come tutte le parole, è molto facile da dire, persino, assurdamente, da richiedere. Poi se ti mettono davanti un foglio bianco, voglio vedere che cosa riesci a scriverci su.

Un’opera letteraria, un’immagine, una trama, un accostamento di sapori su un piatto, un gol segnato di tacco. Un vestito, una tema musicale, una battuta fulminante. Un’equazione, un polimero, un software. Che cosa c’è dietro? Cercate nelle tasche, dov’è la ricetta? Come nascono le cose nuove, e perché? Non so voi, ma noi sicuramente queste domande ce le siamo fatte mille e mille volte, e mille volte ancora ce le faremo. Spesso ci piacerebbe avere a portata di mano la faccia cui stampare addosso un punto interrogativo: come, facendo cozzare quali pietre, la scintilla è scoccata? (si perché mica tutti si fanno cadere una mela in testa per creare qualcosa)

Ora, qualcuno ci ha pensato già lo scorso anno, e ora ci riprova. Sono gli organizzatori del Festival della Mente. Come palcoscenico hanno confermato Sarzana. Nello zaino hanno già incamerato le ben 12.000 presenze del 2004, ma non si sono sentiti per nulla zavorrati, visto che hanno aperto una sezione speciale dedicata alla creatività di bambini e ragazzi.

Quando potremo gustarci il tutto? Dal 2 al 4 settembre.

Che cos’è il Festival della Mente? Una serie di incontri, talora confronti. Due persone dialogano e cercano di addentrarsi dentro quel magma oscuro da cui emerge qualcosa: un libro, un piatto, uno spettacolo teatrale, una teoria scientifica. Tanto per fare qualche esempio: venerdì 2 settembre, alle 21:30 troviamo sul palco Stefano Benni e Giorgio Gallione, per parlare di Teatro e immaginazione. Oppure, sempre venerdì, alle 21:00, il geniale cuoco del Combal0 Davide Scabin esplorerà insieme a Paolo Marchi La nuova frontiera del gusto. E ancora, domenica 4 Gabriele Romagnoli si addentrerà incautamente nell’inquietante testa di Chuck Palahniuk per chiedergli Where do you get your inspiration?

Ma questi sono solo tre esempi pescati da un Programma veramente molto stimolante, in cui vi invitiamo a curiosare. Tanto per l’appetito, ecco il semplice e nudo elenco dei nomi presenti: Albertino, Ritanna Armeni, Stefano Benni, Enrico Bertolino, Carlo Boccadoro, Eugenio Borgna, Giovanna Buraggi, Massimo Caiazzo, Gianfranco Capitta, Marco Carnevale, Roberto Casati, Tito Ceccherini, Germano Celant, Angelo D’Arrigo, Filippo Del Corno, Ensemble Risognanze, Romeo Gigli, Giorgio Gallione, Gino & Michele, Giulio Giorello, Vittorio Girotto, Elkhonon Goldberg, Raffaele La Capria, Gabriele Landi, Tomás Maldonado, Paola Manfroni, Paolo Marchi, Armando Massarenti, Gianmarco Mazzi, Maurizio Milani, Marco Minghetti, Angelo Miotto, Bob Noorda, Chuck Palahniuk, Marina Piazza, Milka Pogliani, Giorgio F. Reali, Gabriele Romagnoli, Marjane Satrapi, Davide Scabin, Sentieri Selvaggi, Salvatore Sciarrino, Toni Servillo, Paolo Sylos Labini, Valeria Tognoni, Armando Traverso, Sonia Turchetta, Not Vital.

Insomma, Sarzana non è poi così lontana, no?

di Stefano Mola