Torino rombante 2014

dicembre 13, 2014 in Attualità, Medley, Net Journal da Claris

Il mondo dei motori è da inizio ‘900 parte integrante della vita di Torino, ed in questo spazio vogliamo evidenziare nel corso del 2014 curiosità ghiotte per i nostri lettori, da saloni e fiere, a curiosità e anniversari, a nuovi modelli e proposte.

 
11 dicembre 2014
Anteprima mondiale del Nuovo Fiat Doblò
Per chi lavora viaggiando e per chi viaggia lavorando, Fiat presenta il Nuovo Doblò, l’unico “Active Family Space” del segmento capace di soddisfare le esigenze della famiglia moderna, sportiva e dinamica che lo utilizza 7 giorni su 7, nei giorni lavorativi come nel week end, senza alcun limite di spazio e fruibilità.
Ordinabile da questa settimana, il Nuovo Doblò arriverà negli showroom Fiat a partire dal prossimo febbraio.
La nuova vettura rappresenta la quarta generazione di un modello che, lanciato alla fine del 2000 e rinnovato negli anni 2005 e 2010, ha registrato a oggi circa 300.000 immatricolazioni nell’area EMEA. Un progetto vincente quindi che ha saputo evolvere negli anni rispondendo alle diverse esigenze di mobilità, comfort e rispetto ambientale che si sono succedute nella società odierna.
Il Nuovo Doblò si presenta con un design, esterno e interno, completamente rinnovato capace di esprimere dinamismo e personalità attraverso forme e linee più distintive. Anche la dotazione tecnologica si arricchisce di nuovi contenuti user-friendly che rendono piacevole qualunque viaggio a bordo del Nuovo Doblò. Un esempio? Il sistema multimediale Uconnect con touchscreen a colori da 5″ che, a richiesta, può essere dotato di navigazione integrata e riproduzione radio digitale (DAB).
Un ambiente tutto da vivere per chi viaggia, per chi ama stare in compagnia o per chi lo sceglie come partner del proprio tempo libero. Qualunque sia la propria passione o impiego della vettura, il Nuovo Doblò mette a disposizione la grande modularità dello spazio interno – da sempre uno dei punti di forza del modello – che offre fino a 7 posti, l’ampio bagagliaio da 790 litri (ai vertici del segmento), i numerosi vani portaoggetti e l’utile sedile posteriore sdoppiato (60/40).
In più, il Nuovo Doblò assicura il miglior handling della categoria – grazie anche alle sospensioni Bi-link, un’esclusiva nel segmento – e il più elevato benessere a bordo come dimostra un abitacolo molto luminoso, arioso e con un eccellente comfort climatico e acustico. Un ambiente confortevole e funzionale, quindi, che può contare anche su contenuti di sicurezza al top della sua categoria: sono sempre di serie airbag anteriori, sistema ESP e funzione Hill Holder.
Ulteriore record del Nuovo Doblò è la gamma motorizzazioni, una delle più ampie e articolate della categoria, che si compone di ben 7 propulsori – potenze da 90 a 135 CV e alimentazioni a benzina, diesel e metano. Commercializzato in 29 Paesi dell’area EMEA, il Nuovo Doblò propone 3 allestimenti (Pop, Easy e Lounge), 2 varianti di altezza tetto, 2 lunghezze del passo, 11 colori di carrozzeria (tra cui il nuovo Grigio Colosseo), 5 ambienti interni e 2 configurazioni di sedili (standard a 5 posti, a richiesta a 7).
Come le precedenti generazioni, il Nuovo Doblò è prodotto nello stabilimento della Tofaş a Bursa, in Turchia, uno dei migliori siti industriali automotive del mondo come dimostra l’assegnazione della medaglia d’Oro secondo la valutazione World Class Manufacturing.

Design, esterno e interno, profondamente rinnovato che si evince già dal frontale moderno e distintivo sul quale spiccano i nuovi paraurti e il cofano affusolato e coerente con la curva del tetto. Novità anche per i gruppi ottici, anteriori e posteriori, che si sviluppano in modo armonioso ed elegante, sottolineando l’andamento orizzontale delle linee della vettura, oltre a essere posizionati in alto per proteggerli dai piccoli urti.
In vista laterale, il Nuovo Doblò si caratterizza per una linea che percorre tutta la fiancata conferendo dinamismo e slancio alla vettura. Una certa fluidità è invece data da un tratto continuo che percorre la parte bassa, dal passaruote anteriore a quello posteriore, passando attraverso la fascia paracolpi. Di grande impatto anche l’ampia superficie vetrata, impreziosita dalle comode porte scorrevoli che rendono ancora più facile accomodarsi a bordo.
Contribuiscono allo stile pulito della fiancata gli specchi retrovisori esterni che integrano gli indicatori di direzione. Gli specchi di grandi dimensioni assicurano un’ottima visibilità e possono, a richiesta, essere abbattibili con comando elettrico. Infine, in vista laterale risaltano i nuovi cerchi in lega da 16” o le nuove coppe ruote mentre sul portellone posteriore spicca la nuova banda “portalogo” nella stessa tinta di carrozzeria che ne alleggerisce la linea complessiva.
Stile rinnovato anche per gli interni che sono stati progettati per offrire maggiore funzionalità, oltre che la più ampia varietà di personalizzazioni grazie all’abbinamento di colori, materiali e rivestimenti. Tra le maggiori novità si segnala la nuova plancia ergonomica che, a seconda degli allestimenti, presenta una fascia di colore diverso in sintonia con i rivestimenti dei sedili e dei pannelli porta. In dettaglio, la versione Easy presenta un nuovo rivestimento in tessuto che, a scelta del cliente, può essere rosso o grigio (in entrambi i casi la plancia è di colore grigio) mentre l’abitacolo del Nuovo Doblò Pop è caratterizzato dalla tonalità grigia sia per il rivestimento in tessuto che per la plancia. Infine, l’allestimento Lounge offre due soluzioni: plancia e tessuto grigio oppure plancia e tessuto beige.
Il nuovo modello vanta una delle più ampie gamme motorizzazioni del segmento. Tutti caratterizzati da doti di affidabilità, prestazioni e rispetto dell’ambiente, i propulsori a benzina sono il 1.4 95 CV e il 1.4 T-JET 120 CV mentre i turbodiesel sono il 1.6 Multijet 90 CV (anche con cambio robotizzato Dualogic), il 1.6 Multijet 105 CV e il 2.0 Multijet 135 CV.
Completa l’offerta il propulsore bi-fuel (benzina/metano) 1.4 T-JET 120 CV Natural Power che assicura prestazioni pari alla versione benzina ma con tutti i benefici economici e ambientali offerti dal metano.
Il Nuovo Doblò è ai vertici della categoria per modularità dello spazio interno, come dimostrano il sedile del passeggero anteriore abbattibile a tavolino (optional) e quelli della seconda e terza fila (nel caso della configurazione a 7 posti) che possono essere facilmente reclinati e abbattuti grazie alle pratiche ed ergonomiche leve di movimentazione, o addirittura rimossi completamente creando così uno spazio davvero ampio e sfruttabile in tutta la sua lunghezza.
Senza contare che il bagagliaio vanta dimensioni ai vertici della categoria: nella versione a passo corto si hanno a disposizione 790 litri (misurato fino alla cappelliera) che diventano 1.050 litri nella versione a passo lungo. Se poi si abbattano i sedili posteriori, il volume sale rispettivamente a 3.200 litri e 4.000 litri: sono valori record nel segmento. Senza contare che alla grande flessibilità del Nuovo Doblò contribuisce la possibilità di posizionare a più livelli la cappelliera (vanta una portata record di ben 70 kg).
Per quanto riguarda l’infotainment, il Nuovo Doblò propone due livelli di contenuti, a seconda degli allestimenti, che assicurano un’esperienza musicale coinvolgente. Il primo sistema si compone di display a matrice attiva, radio FM / AM, USB media player/collegamento per iPod, presa AUX-In, volume automatico in base a velocità, tecnologia Bluetooth (senza riconoscimento vocale) e, a richiesta, comandi al volante.


 
20 novembre 2014
Fiat 500X: anteprima esclusiva!
Se ne parla da mesi e adesso ci siamo quasi, la nuova nata in casa 500 sta per essere svelata: la fase di prelancio di Fiat 500X è entrata nel vivo. Infatti, dopo la presentazione stampa internazionale che si sta svolgendo in questi giorni, il nuovo crossover Fiat è pronto per essere presentato al grande pubblico attraverso il tour “The Power of X” che, fino al 31 gennaio prossimo, permetterà di conoscere da vicino il nuovo modello prima dell’attesissimo “porte aperte” in programma a febbraio.
Il tour toccherà sei città italiane con eventi nelle piazze principali e contemporaneamente anteprime esclusive ospitate nelle oltre 170 concessionarie presenti sul territorio nazionale. La prima tappa è fissata per il 21 novembre in piazza Crispi a Palermo per poi proseguire in altre cinque città italiane che verranno presto svelate sul rinnovato sito dedicato al crossover Fiat. Invece, da lunedì 24 novembre comincerà il tour che coinvolgerà progressivamente tutti gli showroom italiani partendo da Sardegna, Marche, Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna.
Il tour “The Power of X” offrirà una duplice esperienza – reale e virtuale – alla scoperta del nuovo modello. Infatti, il pubblico avrà la possibilità di toccare con mano le vetture esposte apprezzandone le linee seducenti e l’alta qualità dei materiali. In più, grazie agli speciali “Oculus Rift”, gli ospiti delle concessionarie e degli eventi cittadini potranno vivere un’avventura emozionante che potrà essere ripetuta a casa con gli speciali “Cardboard” dati in omaggio.

Il calendario dettagliato degli eventi e l’elenco degli showroom coinvolti nell’iniziativa #thepowerofX è disponibile sul sito della Fiat 500X che, in occasione della fase di prelancio, si rinnova con nuove sezioni e una grafica ancora più seducente. Inoltre, a disposizione degli utenti un form con cui esprimere il proprio interesse a partecipare a una specifica data del tour.
Tra le novità del sito anche le funzioni “Richiedi Preventivo”, “Richiedi Brochure” e “Resta in contatto” che consentono di prenotare una visita presso il concessionario di fiducia o di ricevere la newsletter dedicata al nuovo modello.
Sempre attraverso il sito, l’utente può sia conoscere le due anime del crossover Fiat – una più metropolitana, l’altra più adatta alle attività outdoor – sia accedere alle nuove sezioni dedicate alle versioni limitate “Opening Edition” e “Web Edition” (quest’ultima disponibile sul sito a partire dal 21 novembre) che sono nate per soddisfare lo straordinario successo riscosso dal modello fin dal debutto ufficiale al Salone di Parigi 2014.
In particolare, la Fiat 500X “Opening Edition” è una versione esclusiva, limitata e top di gamma del modello che propone due tipologie di esterni, come le anime della nuova 500X – una più “cittadina” in Grigio Arte, l’altra ideale per il tempo libero in Rosso Amore tristrato – e tre configurazioni: due con trazione 4×2 e motorizzazioni 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV o 1.6 MultiJet II da 120 CV, e una con trazione 4×4 e motore 2.0 MultiJet II da 140 CV. In Italia, il listino prezzi della “Opening Edition” parte da 21.900 euro per la versione 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV e trazione 4×2 e raggiunge i 30.650 euro per la versione top di gamma con trazione 4×4 e motore 2.0 MultiJet II da 140 CV abbinato al cambio automatico a 9 rapporti, con un vantaggio per il cliente fino a 3.500 euro.
Spazio anche alla nuova Fiat 500X “Web Edition”, la speciale edizione dedicata ai clienti più giovani – quelli che hanno maggiormente “affollato” il sito dedicato alla “Opening Edition” – che è prenotabile, attraverso il concessionario di fiducia, solo fino al “porte aperte” programmato a febbraio. Dotata di trazione 4×2 e motore benzina 1.6 E-torq da 110 CV, l’edizione limitata offre un allestimento molto ricco, ma con un prezzo inferiore a quello della versione base Pop: infatti, il prezzo è pari a 17.250 euro per il mercato italiano.
Qualunque sia l’edizione scelta, 500X interpreta la capacità tutta Fiat di concepire e progettare auto innovative nella sostanza e nella forma. Bella e con carattere, infatti, la nuova vettura esplora un’inedita dimensione dell’essere 500 dove uno stile maturo, elegante e Made in Italy “veste”, come un abito di alta sartoria, la sostanza di un’auto confortevole, prestazionale e sempre connessa con il mondo: è questo il lato X della bellezza, è questa l’anima di Fiat 500X.


 
13 novembre 2014
Arriva l’Alfa Romeo MiTo Junior
Nei giorni 15 e 16 novembre, presso i concessionari Alfa Romeo italiani, si svolgerà il primo “porte aperte” dedicato alla MiTo Junior, la nuova versione sportiva e accessibile che rinvia immediatamente ad un’altra icona Alfa Romeo: la “piccola” GT 1300 Junior del 1966, una sportiva vera con tutte le qualità dei modelli di maggiore potenza e cilindrata.
Oggi il DNA sportivo di quello storico coupé rivive nella nuova MiTo Junior, una piccola grande vettura che consente di entrare nel mondo Alfa Romeo dove grinta, agilità e divertimento diventano accessibili anche ai più giovani. Proprio per raccontare il mondo dei giovani e il loro desiderio di guidare una MiTo, il marchio ha realizzato – in collaborazione con l’agenzia Armando Testa – una nuova campagna di comunicazione declinata su canali TV satellitari, radio e web.
Il listino prezzi parte da 17.650 euro per la motorizzazione 1.4 78 CV e raggiunge i 21.400 euro per la versione equipaggiata con il 1.4 Multiair Turbobenzina 140 CV TCT (21.500 euro per la Junior 1.4 GPL Turbo 120 CV).
Forte di uno stile che esprime sportività e di un comportamento stradale che la rende il punto di riferimento riconosciuto nella categoria, la nuova MiTo Junior rimane fedele al suo posizionamento di “Energy Machine”. All’esterno, la nuova MiTo Junior esalta la sua anima sportiva attraverso alcuni elementi distintivi quali i nuovi cerchi in lega da 17” con trattamento bianco, le particolari calotte degli specchi esterni verniciate di bianco ghiaccio e il distintivo sticker “Junior” bianco posto sul portellone. Inoltre, la nuova versione propone l’elegante trattamento Cromo Satinato per le maniglie delle porte e le cornici dei gruppi ottici anteriori e posteriori, oltre al paraurti posteriore sportivo, lo spoiler, i cristalli posteriori oscurati e il terminale di scarico cromato.
All’interno, la nuova MiTo Junior è caratterizzata dai sedili nel nuovo tessuto sportivo Techno nero e bianco con cuciture bianche e dal rivestimento in pelle con cuciture bianche per il nuovo volante sportivo tagliato, la cuffia cambio e la leva del freno di stazionamento. Inoltre, la nuova versione propone i tappetini con logo “Junior” e cuciture bianche, la plancia Street di colore nero, uno specifico quadro strumenti sportivo con grafiche bianche e il nuovo sistema di infotainment UConnect con touchscreen da 5” e comandi al volante.

Il cliente della nuova MiTo Junior può scegliere tra un’ampia gamma di propulsori, tutti efficienti, affidabili, performanti e rispettosi dell’ambiente. Proprio come il 0.9 Turbo TwinAir da 105 CV che spicca per il temperamento brillante – potenza di 105 CV (77 kW) a 5.500 giri/min e coppia massima di 145 Nm a 2.000 giri/min – e i bassi consumi ed emissioni di CO2. Il tutto senza rinunciare alle prestazioni: 184 km/h di velocità massima e accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 11, 4 secondi. Per chi desidera più prestazioni è disponibile il nuovo 1.4 MultiAir Turbobenzina da 140 CV con cambio automatico “Alfa TCT” che fa registrare 209 km/h di velocità massima, 8,1 secondi di accelerazione 0-100 Km/h, 5,4 l/100Km di consumi e 124 g/km di CO2 (ciclo combinato).
Per i neopatentati la possibilità di scegliere tra il benzina 1.4 78 CV e il turbodiesel1.3 JTDM da 85 CV. In particolare, quest’ultimo motore eroga una potenza massima di 85 CV a 3.500 giri/min e una coppia di 200 Nm a soli 1.500 giri/min che le consente di raggiungere una velocità massima di 174 Km/h e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 12,9 secondi. Appartenente alla seconda generazione dei propulsori Multijet, il 1.3 JTDM fa registrare appena 90 g/km di emissioni di CO2 nel ciclo misto. Completa la gamma della MiTo Junior il 1.4 GPL Turbo 120 CV, un entusiasmante concentrato di potenza e tecnologia che unisce performance di alto livello con il rispetto dell’ambiente e costi di gestione ridotti.
Per il lancio commerciale della nuova MiTo Junior, Alfa Romeo ha scelto una campagna di comunicazione realizzata dall’agenzia Armando Testa e declinata su canali TV satellitari, radio e digital e social (ad esempio su YouTube sarà visibile un filmato da 60”). In particolare, lo spot TV è stato girato a Barcellona e dintorni – sotto la direzione creativa di Raffaele Balducci e l’art director Angelo Ratti, insieme alla casa di produzione Mercurio – e porta la firma del regista Lieven Van Baelen e del direttore della fotografia Paolo Caimi.
Nel filmato una ragazza, all’apparenza timida e insicura, incontra una cartomante dall’aspetto misterioso e intrigante che le legge i tarocchi. A ogni carta estratta – “forza”, “torre” e “diavolo”- la giovane rivive una sorta di flashback in cui lei è protagonista insieme ai suoi amici e alla nuova alla Mito Junior. Uno spot accattivante che, grazie a un linguaggio positivo e ironico, strizza l’occhio a un pubblico giovane; immagini e musica intense sottolineano la narrazione tra momenti di sospensione e ripartenze per raccontare il mondo dei giovani che vogliono guidare con quella marcia in più: una richiesta che solo la nuova Alfa Romeo Mito Junior può assicurare grazie alle sue prestazioni e dotazioni.


 
5 novembre 2014
Mobility for sustainability a Rimini
Negli stand della Fiera di Rimini apre oggi al pubblico la seconda edizione di H2R – Mobility for sustainability. Aperta fino a sabato 8 novembre, la rassegna è un’occasione unica per conoscere a fondo numerosi argomenti di tema ambientale tra i quali, per esempio, il trasporto sostenibile e i veicoli ecologici.
Come già nel 2013, Fiat Chrysler Automobiles è presente ad H2R, quest’anno con i marchi Fiat e Mopar, con la possibilità per il pubblico che visiterà la rassegna di ammirare due 500L Natural Power esposte sullo stand Fiat e di provare una 500L e una Panda – entrambe alimentate a metano – a disposizione nell’area test della fiera. Inoltre, durante la tre giorni riminese saranno organizzati alcuni incontri con rappresentanti del mondo dell’automobile. Fiat Chrysler Automobiles sarà presente con Fabrizio Curci e Maurizio Consalvo.
Curci (responsabile EMEA Mopar Brand – Parts & Services) parlerà di manutenzione “eco”, di ecologia all’interno del veicolo e dell’orientamento al rispetto ambientale nella cultura organizzativa, illustrando le soluzioni adottate da Fiat Chrysler Automobiles in questi ambiti: dal Green CheckUp ai filtri per l’abitacolo, al minor utilizzo di acqua ed energia con conseguenti minori emissioni di CO2 nei processi di logistica.
Consalvo, che lavora nella direzione Product Planning & Institutional Relations, affronterà invece il tema della mobilità sostenibile. L´impegno di Fiat Chrysler Automobiles verso la mobilità sostenibile è fondato su un approccio bilanciato che tiene in considerazione tutte le tecnologie più avanzate, con la consapevolezza che non esiste un’unica soluzione alle sfide affrontate oggi dall’industria automobilistica. Perché si possa parlare di mobilità sostenibile non basta parlare di tecnologie convenzionali, serve un approccio non convenzionale che coinvolga tutto il sistema della mobilità, di cui l’auto fa parte, dialogando e interagendo con le infrastrutture e con le persone che la utilizzano.

Soddisfare il bisogno di mobilità riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente e sulla comunità è per Fiat Chrysler Automobiles una sfida appassionante che si articola su tre assi: adottare le tecnologie più efficienti per il veicolo e per il motore; coinvolgere il guidatore come leva fondamentale per ridurre l’impatto durante l’utilizzo dei veicoli; promuovere nuovi modelli di mobilità, che migliorino l’esperienza della mobilità urbana.
Sul fronte tecnologico, FCA continua a credere nel metano e a mantenere la sua leadership in Europa in questo campo. Il metano è una soluzione concreta per la mobilità sostenibile oggi e nel futuro. Ciò anche alla luce dell’opportunità offerta dal biometano: un combustibile rinnovabile che rende la tecnologia del metano equivalente a quella elettrica da fonti rinnovabili in termini di emissioni di CO2. A dimostrazione della validità di questo approccio, sono numerosi i riconoscimenti ottenuti da Fiat con la sua gamma di vetture ecologiche, che pochi giorni fa si è aggiudicata per il secondo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento “Auto Europa” nella categoria metano, assegnato dai giornalisti italiani dell’automobile.
Fiat Chrysler Automobiles continua inoltre a investire nel sistema eco:Drive, come strumento efficace per promuovere una guida eco-sostenibile che consente di ridurre i consumi fino al 16 per cento. Oggi più che mai la logica di questo software si sposa con il concetto di auto connessa, che dialoga con il mondo che la circonda grazie a tecnologie sofisticate di infotainment, come la piattaforma Uconnect. La stessa piattaforma che permetterà a partire dalla nuova Fiat 500X, attraverso l’integrazione con i più diffusi smartphone, di usare numerose app sul sistema di bordo (anche per avere informazioni in tempo reale sul traffico, grazie ai servizi Live di TomTom) e di accedere al servizio my:Car che facilita la manutenzione e la gestione delle emergenze.

Infine, FCA promuove nuovi servizi di mobilità con soluzioni accessibili che migliorano l’esperienza della mobilità urbana. In questo contesto sono state avviate diverse iniziative, come il progetto “Fiat Likes U”, con il quale il marchio Fiat si è impegnato con il mondo dell’Università grazie a un approccio focalizzato su mobilità, studio e lavoro. Punto centrale del progetto è la promozione della consapevolezza ambientale e dell’uso ecofriendly delle vetture, anche attraverso un servizio di car sharing gratuito a disposizione degli studenti di 15 università europee.
Infine, Fiat Chrysler Automobiles è anche Official Global Partner per la Mobilità Sostenibile di Expo Milano 2015, dove ha messo a disposizione una flotta di vetture a metano/biometano che saranno utilizzate in modalità car sharing dalle numerose delegazioni estere e dallo staff di Expo.
A proposito di car sharing, non si può dimenticare Enjoy, il nuovo servizio avanzato di car-sharing di ENI lanciato a Milano e a Roma in collaborazione con Fiat e Trenitalia. Punto di forza è la modalità innovativa di fruizione del servizio (free floating) che prevede iscrizione e gestione online o tramite app per smartphone, la possibilità di visualizzare e scegliere vetture libere lungo la strada e lasciarle al termine dell’utilizzo in qualsiasi parcheggio consentito all’interno dell’area coperta dal servizio.
Per questo progetto, Fiat ha fornito una flotta di 640 vetture a Milano e 600 a Roma, tutte 500 e 500L. I numeri dimostrano il successo dell’iniziativa: 190 mila iscritti, circa mille al giorno di cui la maggior parte giovani sotto i 35 anni.


 
27 ottobre 2014
La nuova Giulietta Sprint
Si è svolta oggi, presso il Centro Sperimentale di Balocco, la presentazione alla stampa della Giulietta Sprint, la nuova versione che rende omaggio all’iconica Giulietta Sprint del 1954, capostipite di un’intera classe di automobili e uno dei prodotti emblematici del Made in Italy.
La nuova Giulietta Sprint celebra i 60 anni di vita del modello che, sulla scia del successo della 1900, venne lanciato al Salone di Torino del 1954 e in brevissimo tempo conquistò gli appassionati di tutto il mondo. Fu proprio la Giulietta negli anni Cinquanta a far sognare gli automobilisti rendendo per la prima volta accessibile il desiderio di possedere un’Alfa Romeo. Oggi tocca alla nuova Giulietta Sprint raccogliere quel testimone offrendo una caratterizzazione estetica più marcata, prestazioni esaltanti e dotazioni tecnologiche al top.
In particolare, la nuova Giulietta Sprint incarna il vero “Spirito Alfa” che si declina in “Lightness & Efficiency”, attraverso alcuni elementi che aumentano l’efficienza aerodinamica della vettura, come il DAM posteriore con estrattore sportivo e le minigonne laterali; in “Italian Style”, ovvero il lavoro fatto sul carattere di Giulietta per esaltare ancora di più l’italianità dello stile; in “Advanced Technology”, con il nuovo motore 1.4 da 150 CV, l’ultimo nato della famiglia MultiAir che rappresenta lo stato dell’arte nel panorama della tecnologia motoristica a benzina; e in “Dynamics”, il famoso piacere di guida Alfa Romeo che si ottiene anche dall’innovativa architettura del modello e dai numerosi sistemi elettronici di cui è dotato.

Lo stesso “Spirito Alfa” si ritrova in tutte e tre le generazioni di Giulietta: dalla capostipite del 1954 alla Giulietta del 1977, fino all’attualissima Giulietta Sprint. Sono tutte vetture “leggere ed efficienti” – dalla scelta dei materiali al rapporto peso-potenza – ed esprimono la cura e l’attenzione al dettaglio tipica dell’alta scuola del design italiano. Inoltre, sono vetture agili e maneggevoli sulla strada, grazie a sterzo diretto, sospensioni evolute e a una distribuzione equilibrata dei pesi.
Senza dimenticare che tutte nascono per diventare il nuovo riferimento tecnologico delle loro categorie e per questo vantano in ogni generazione soluzioni all’avanguardia. Un esempio? Il modello del 1954 portò al debutto il rivoluzionario ‘bialbero’ quattro cilindri 1.3 costruito in alluminio per ottenere la massima efficienza, così come la Giulietta del 1977 introdusse per prima il sistema transaxle – con motore anteriore e cambio al retrotreno – per ottenere una ripartizione dei pesi in grado di garantire sicurezza, stabilità e tenuta in ogni condizione di guida. Lo stesso avvenne nel 2010 con la nuova architettura dell’attuale Giulietta, un vero e proprio “salto tecnico e tecnologico” rispetto ai pianali attuali per i contenuti introdotti, per i materiali e le tecnologie utilizzate e per i livelli prestazionali e gli standard di sicurezza raggiunti.
Ecco il “fil rouge” che lega non solo le tre generazioni di Giulietta ma tutti i modelli del Biscione, un patrimonio di soluzioni tecniche e stilemi che viene riletto criticamente e reinterpretato ogni volta che nasce una vettura o una versione. Da qui, oggi come allora, i designer e i tecnici Alfa Romeo attingono per progettare e realizzare automobili belle e piene di temperamento, magico equilibrio tra ragione e sentimento, tra cultura tecnica e creatività progettuale.

Il forte legame tra storico e attuale viene anche esplicitato nel nuovo spot TV – on air in Italia e successivamente negli altri Paesi europei – dove una nuova Giulietta Sprint e una Giulietta Sprint del 1954 affrontano insieme un esaltante susseguirsi di curve e rettilinei: è questo l’habitat naturale delle vetture Alfa Romeo, espressione concreta di tutta l’esperienza e competenza di un marchio che costruisce automobili sportive da più di 100 anni.
Del resto, Alfa Romeo ha scritto molte pagine importanti della storia dell’automobile, dove i protagonisti sono vetture e progettisti, corse e motori che hanno segnato il progresso tecnologico e le vicende sportive del Novecento. Per conoscere questa straordinaria storia umana e industriale è da oggi possibile visitare la nuova “Hall of Legends Alfa Romeo” che, attraverso una navigazione dinamica e coinvolgente, consente di ammirare i preziosi esemplari della collezione storica Alfa Romeo, oltre che consultare le biografie di designer, ingegneri, tecnici e piloti che hanno dato lustro al marchio ultracentenario.
Caratterizzazione estetica più marcata, prestazioni esaltanti e dotazioni tecnologiche al top: la nuova Giulietta Sprint rappresenta il vero “Spirito Alfa”, un sapiente mix di valori e contenuti – secondo i principi di “Lightness & Efficiency”, “Italian Style”, “Advanced Technology” e “Dynamics” – che rendono uniche al mondo le vetture Alfa Romeo.
Dalla combinazione di questi elementi nasce una vettura al 100% Alfa Romeo capace di regalare “sensazioni vere”, superando il campo della necessità per sconfinare in quello delle emozioni: dal gusto estetico alla passione per la tecnica raffinata, dal piacere di stare dietro ad un volante all’espressione della propria personalità.
La nuova Giulietta Sprint si presenta con un esclusivo “abito” sportivo contraddistinto dal badge dedicato e per alcuni elementi distintivi come il paraurti posteriore con estrattore sportivo, i terminali di scarico maggiorati e i cerchi in lega Sprint 17’’ a 5 fori (a richiesta quelli da 18”). Completano lo stile esterno della nuova versione i vetri posteriori oscurati e le finiture lucide, in tinta antracite, su calandra, maniglie, calotte degli specchi retrovisori e cornici dei fendinebbia.
Cura del dettaglio e alta qualità dei materiali scelti come espressione più evoluta dello stile Made in Italy. In particolare, all’interno spicca l’ambiente sportivo nero reso ancora più suggestivo dai sedili Sprint rivestiti in tessuto e Alcantara impreziosito dalle cuciture rosse e dal logo sui poggiatesta. Sempre di serie il volante con rivestimento in pelle e cuciture rosse mentre la plancia e i pannelli porta sono caratterizzati da una raffinata finitura in tinta carbonio.
La sportività di Giulietta Sprint si esprime anche nell’imperiale nero e nei tappetini in velluto. Del resto, nulla è lasciato al caso quando si adottano i principi dell’Italian Style: da qui nasce quell’inimitabile personalità che sulle strade di ogni giorno ci fa immediatamente distinguere un’automobile con lo scudetto Alfa Romeo da tutte le altre che incrociamo.
Al fine di migliorare la già ottima efficienza aerodinamica del modello, la nuova versione Sprint propone paraurti posteriore sportivo con estrattore e minigonne laterali che, uniti alla struttura rigida e leggera realizzata utilizzando materiali come l’alluminio e gli acciai alto resistenziali e tecnologie produttive all’avanguardia, assicurano perfomance dinamiche eccellenti nel pieno rispetto del binomio vincente “leggerezza ed efficienza”.


 
25 ottobre 2014
Ypsilon Elle tutta per le driver femminili
In questi giorni imperversa la seconda fase della campagna di comunicazione dedicata alla nuova Ypsilon ELLE, la versione top di gamma della fashion city car che da alcuni giorni è disponibile negli showroom Lancia italiani. Infatti, dopo lo spot TV firmato dall’agenzia Armando Testa, ora tocca alla campagna digital, tutta al femminile, ideata dalla digital agency Bitmama con Francesco Milanesio (direttore creativo), Chiara Fissore (copy), Giorgio Emanuele De Donno (art) ed Erica Pozzato (project manager) e declinata su canali social, YouTube e Lancia.it.
L’obiettivo? Dimostrare che Ypsilon ELLE è l’unica auto a capire davvero le donne, con stile e la giusta dose d’ironia. Del resto, la nuova serie speciale nasce dalla rinnovata partnership con il magazine Elle, il punto di riferimento per il pubblico femminile che vuole conoscere le anticipazioni e i nuovi trend del mondo della moda, dello stile e del benessere.
Alla base della strategia digital dedicata alla Ypsilon ELLE, c’è la consapevolezza che il web – inteso come navigazione, social networking e shopping online – sia uno dei media più utilizzati dal target femminile. Non solo. Le donne sono più attive e creative degli uomini: condividono e dialogano con maggiore frequenza – tra loro e con i Brand – e utilizzano una gamma più vasta di strumenti (pc, tablet, smartphone).

Tra tutte le attività web, le utenti preferiscono i social network, che rappresentano uno strumento fondamentale per mantenere le relazioni, ma anche per informarsi e condividere opinioni e suggerimenti. In Italia, la parte del leone la fa certamente Facebook, che Lancia ha deciso di rendere ancora più “rosa” con un tool inedito “Ypsilon Social Pour ELLE”. In modo elegante, dinamico e ironico, l’originale applicazione nasconde i contenuti pubblicati dagli amici uomini e li sostituisce con le “ELLE pills”: consigli di bellezza, news dal mondo della moda e suggerimenti lifestyle.
Lo stereotipo dell’incomunicabilità tra i due sessi è protagonista anche di tre divertenti video che, a partire dal 23 ottobre e con frequenza bisettimanale, saranno pubblicati su Lancia.it e su YouTube. Gli episodi raccontano le gag di una coppia a bordo di Ypsilon ELLE: lui si dimostrerà totalmente incapace di afferrare i messaggi sottintesi di lei, con esiti potenzialmente catastrofici. Nel momento di massimo disaccordo tra i due, un personaggio inaspettato interverrà nella conversazione per suggerire al ragazzo il vero significato delle parole della sua partner, e la situazione volgerà per il meglio. Tra l’altro, va ricordato che i tre video virali sono il seguito di quello lanciato lo scorso San Valentino per promuovere, sempre con ironia, il sistema di ausilio al parcheggio (Magic Parking) di Lancia Ypsilon.
I tre video virali sono collegati al concorso on line “Parfaite pour ELLE (e anche per lui)” che mette in palio un soggiorno per due a Parigi: la città dell’amore, dove i litigi non sono contemplati, ma anche la capitale della moda e dell’eleganza. Per registrarsi e partecipare all’estrazione finale del viaggio, basterà fare un simpatico test – uno per lei, uno per lui – disponibile sul sito Lancia.it per scoprire se in fatto di comunicazione la propria coppia sia affiatata o meno.
Inoltre, in questi giorni a Roma e Milano si sono svolte delle divertenti attività di guerrilla marketing che, riprendendo il soggetto dello spot TV, hanno proposto un insolito pit-stop ai semafori con protagoniste alcune ignare guidatrici di Ypsilon. In attesa del verde, infatti, le vetture venivano circondate da stravaganti meccanici in smoking e casco che simulavano una seduta di make-up alla vettura. Al termine dell’operazione, le ragazze al volante hanno ricevuto: a Roma un coupon omaggio per un esclusivo servizio di make-up alla vettura, a Milano un invito al Temporary Store Lancia. In totale, nei nove giorni di guerrilla, tra Milano e Roma, sono state “curate” oltre 700 vetture e distribuiti più di 200 coupon.
In particolare, dal 27 al 30 ottobre, sarà allestito a Milano il Temporary Store Lancia – ubicato in corso Garibaldi 51 – dove sarà possibile ammirare la nuova Ypsilon ELLE, oltre che vivere momenti di relax e divertimento all’insegna dell’esclusività ed eleganza che da sempre distingue le attività di comunicazione Lancia.
Realizzato in collaborazione con prestigiosi partner, il Temporary Store Lancia consentirà alle ospiti sia di accedere a una speciale seduta di “Hair & Make Up”, effettuata da truccatori professionisti, sia di apprezzare gli esclusivi accessori di moda in Alcantara prodotti da due giovani designer del Politecnico di Milano: una parure di collana e bracciale disponibile nelle due colorazioni, cipria e nero, che rende omaggio alle prime clienti che sceglieranno la nuova Ypsilon ELLE.


 
2 ottobre 2014
Mopar e Jeep, ci stiamo abituando a questi nomi da esportazione
All’inizio nei torinesi forse c’è stata un po’ di diffidenza verso la sempre maggiore presenza di marchi nuovi in Fiat come Jeep e Mopar, ma adesso l’entusiasmo è cresciuto con le nuove formidabili performance e anche la notorietà relativa, che avrà una grande eco nel prossimo salone dell’auto di Parigi.
Al Salone sarà presentata la show car Jeep Wrangler Unlimited Rubicon “Stealth”, moparizzata in ogni particolare, da paraurti a paraurti, grazie ad un completo allestimento di accessori originali Mopar. Si tratta di una preparazione tecnica estrema – per il fuoristrada più impegnativo – ed estetica, in cui nessun dettaglio è tralasciato: dal cofano Performance con prese d’aria, arricchito dalla mesh grille nera, alla nuovissima light bar a LED.
I paraurti originali sono stati sostituiti dalla coppia di paraurti off road (design Rubicon X) e, insieme ai parafanghi piatti, ai rock rails, al kit di rialzo e ai pneumatici da 37 pollici, rendono la Rubicon Stealth un’inarrestabile esemplare di fuoristrada a sette feritoie. Le calotte degli specchi e il tappo del serbatoio con logo Jeep, le mezze porte e i cerchi da 17″ sono un ulteriore tocco di personalizzazione che gli appassionati del marchio sapranno apprezzare.
A completare la show car, una configurazione estetica che la rende assolutamente unica, nata dalla collaborazione tra il brand Jeep, Mopar e il Centro Stile di Fiat Chrysler Automobiles. La carrozzeria è caratterizzata da una vernice materica Iron Peltrox dall’effetto ossidato, mentre l’esclusivo interno della Wrangler presenta sedili e componenti rivesti in pelle stile vintage.
Mopar ha realizzato una speciale linea accessori dedicati a Jeep Renegade che rendono il veicolo accattivante e “freedom”. A Parigi si presenta con la stella “US Army” su cofano e portiere laterali, griglia e calotte degli specchi retrovisori in nero lucido, barre portatutto, barra luci “Renegade Style”. Completano la vettura esposta i tappeti in moquette premium in colore nero, il battitacco con logo Jeep, i predellini laterali tubolari e i tappi valvole con logo Jeep.

La nuovissima collezione di merchandising Jeep è stata pensata per soddisfare le esigenze e le caratteristiche di chi vede nel brand i valori legati alla storia del marchio e alle sua evoluzione da pioniere a innovatore. Freedom, Adventure, Passion, Authenticity: sono i valori di Jeep che hanno ispirato lo sviluppo del design, concretizzatosi in due linee di prodotti Outdoor e City. Sono tutti prodotti di altissima qualità che consentono di vivere la propria individualità in modo forte e distintivo: del resto, chi sceglie un modello Jeep fondamentalmente abbraccia uno stile di vita che lo rende parte inscindibile di una ‘community’ con cui condividere esperienze, passioni e valori.
In dettaglio, la linea Outdoor soddisfa gli amanti del tempo libero, della vita all’aria aperta, e si caratterizza per l’impiego di materiali naturali come il legno, la pietra usati per le USB e tutti i materiali naturali a colori appartenenti al DNA di Jeep. Invece, la linea City ha connotazioni più tecnologiche e innovative ed è realizzata con materiali più tecnici come il tessuto Cordura per i giubbotti oppure l’acciaio e i materiali fosforescenti con cui sono realizzati i portachiavi. La collezione è già in vendita presso i dealer e presto sarà disponibile on line grazie alla realizzazione del Jeep Store.
Mopar offre più di 25.000 accessori di altissima qualità in oltre 130 Paesi. Sviluppati in collaborazione con il team di progettazione del veicolo, tutti i prodotti sono esclusivi e si accordano in modo armonioso con i diversi modelli rispettandone le caratteristiche tecniche, stilistiche e meccaniche.
Mopar ha realizzato una specifica linea di accessori per Fiat 500L Trekking in grado di rendere questo modello unico e distintivo. In particolare, la Fiat 500L Trekking è l’evoluzione della famiglia 500 con due anime perfettamente integrate che amano ‘contagiarsi’ quotidianamente: una metropolitana per vivere spensieratamente la città, e una più intraprendente, ideale per le piccole grandi emozioni del week end. Nelle giornate dedicate alla stampa, l’esemplare esposto a Parigi è equipaggiato con alcuni accessori Mopar che ne accentuano la doppia anima come l’utile vasca a protezione del vano bagagli, l’appendi-giacca sull’appoggiatesta, l’erogatore di fragranze, le calotte degli specchi retrovisori in nero “ceramic”, il batticalcagno specifico e la pedaliera sportiva.

Sullo stand di Abarth il pubblico può invece ammirare anche alcuni accessori e il merchandising dedicato, che arricchiscono l’offerta in termini di personalizzazione sia estetica sia prestazionale. Tutti i prodotti sono presenti anche sul sito e-commerce ufficiale Abarth (www.abarthstore.com).
Presente attualmente in oltre 30 Paesi della regione EMEA e dotato di un portafoglio con più di 50 prodotti, “Mopar Vehicle Protection” ha sviluppato un’offerta specifica di servizi di assistenza- denominata “Pack Freedom” – per rispondere alle esigenze del cliente della nuova Jeep Renegade. In dettaglio, la soluzione proposta pone la massima attenzione alla copertura sui danni di tipo meccanico ed elettrico – estende la garanzia del costruttore da tre a cinque anni e con il chilometraggio più adatto alle necessità del cliente e all’uso del veicolo – e prevede, a prezzi concorrenziali, differenti piani di manutenzione che assicurano un veicolo sempre in perfette condizioni.
Per confermare come la sperimentazione e l’innovazione siano parte fondamentale del processo di sviluppo delle attività di attenzione al Cliente promosse da Mopar®, il Customer Care ha individuato in Twitter un canale di interazione con i propri Clienti. Il servizio aperto a luglio 2012 per i clienti italiani è ora disponibile anche per i clienti francesi e, a breve, lo sarà anche per quelli tedeschi.
L’innovativa piattaforma digitale di Mopar, premiata nell’ambito dei Key Interactive Awards Italiani, è uno strumento di gestione dei clienti che offre informazioni complete e contenuti utili per i clienti Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Jeep e Abarth.
Rappresenta un canale di comunicazione di valore tra i marchi di Fiat Chrysler Automobiles e i propri clienti, offrendo due livelli di navigazione: uno “pubblico” e uno “privato”, con dati di accesso personali.
Il primo livello consente a qualunque utente di trovare: informazioni sui ricambi originali e su come personalizzare le vetture del Gruppo; l’accesso diretto a tutti i canali del Customer Care; i programmi di garanzia e manutenzione; i servizi legati all’assistenza stradale; il link diretto agli store virtuali e l’elenco completo di dealer e officine autorizzate. In estrema sintesi, rappresenta una vera e propria vetrina, dove il know-how del Gruppo è condiviso in modo aperto e coinvolgente anche grazie a una veste grafica semplice e intuitiva.
Il secondo livello è l’area riservata in cui tutti i clienti possono trovare consigli personalizzati, strumenti dedicati e promozioni esclusive per loro stessi e per le loro auto. Attraverso la registrazione e l’inserimento del Vehicle Identification Number, presente sul proprio libretto di circolazione, il cliente ha a disposizione una serie di servizi utili per la gestione del proprio veicolo: i piani di manutenzione in base ai chilometri percorsi, la dotazione della vettura, la gestione di un’agenda on line.


 
4 settembre 2014
Weekend di eleganza con le auto d’epoca
Dopo il successo della passata edizione, torna l’appuntamento con il Concorso d’Eleganza per Automobili più antico d’Italia, in programma a Torino dal 5 al 7 settembre prossimo e coinvolgerà tutta la città con passerelle per il grande pubblico accanto al serio concorso di eleganza tra le auto contendenti.
Con questa manifestazione, ASI – Automotoclub Storico Italiano – si pone come obiettivo quello di riportare alla luce una tradizione che risale a novantun anni fa, quando le più affascinati vetture dell’epoca sfilavano, nel Parco del Valentino, davanti al Re Vittorio Emanuele III. Dopo una serie di interruzioni il concorso venne riproposto il 1° novembre 1928 ed organizzato con regolarità fino all’interruzione definitiva dovuta all’inizio della II° Guerra Mondiale.
Il programma, offre un ricco ventaglio di iniziative sia ai partecipanti che al pubblico, dalle visite ai principali musei della città, all’esposizione dei veicoli nei luoghi più rappresentativi di Torino.
Saranno quattro i momenti clou che consentiranno al pubblico di appassionati di visionare le vetture in gara: venerdì alle ore 15 in Piazza Castello, sabato alle 9.30 al Parco del Valentino, dalle ore 14,30 presso Piazza Carlo Alberto e dalle 21,30 in Piazza San Carlo e domenica, in occasione della premiazione finale, alla Reggia di Venaria dalle ore 10.00. La volontà dell’ASI di riprendere questa antica tradizione, sottolinea ancora una volta come il capoluogo piemontese si collochi al centro dello scacchiere internazionale nel mondo del motorismo storico.
Anche quest’anno la giuria sarà composta da maestri del design di fama internazionale provenienti dal nostro paese, tra i quali Lorenzo Ramaciotti, Responsabile generale Centro Stile Fiat, Aldo Brovarone, ex Capo Stile Pininfarina, Fabio Filippini, Responsabile Centro Stile Pininfarina, Roberto Giolito, Direttore Stile Fiat, Ercole Spada, Ex Capo Stile Zagato e Tom Tjaarda, designer. Il pool di esperti giudicherà i modelli in gara, suddivisi in 4 categoria in base all’anno di produzione e secondo i criteri stabiliti dal Regolamento ASI.

Tra le oltre trenta vetture in gara, una Delage DE dei 1921 e una Ferrari 275 GTB del ’65, passando per una OM 665 SS MM “Superba” e la Fiat 8V che ha partecipato alla Mille Miglia del 2012 anno guidata dal Presidente della FCA, John Elkann. “Siamo alla seconda edizione del Concorso del Valentino, organizzato da ASI.” Dichiara orgoglioso il Presidente dell’A.S.I. Roberto Loi
“La prima ricordava i 90 anni del primo Concorso tenutosi a Torino nella sede prestigiosa del castello seicentesco. Questa seconda s’inserisce più profondamente nel contesto del riconoscimento che la città, con la determinante collaborazione dell’ASI, intende ottenere dall’UNESCO, quale Capitale Mondiale del Motorismo Storico e del Design, e pertanto tende ad assumere un connotato più internazionale. I veicoli storici degni di partecipare ad un concorso di eleganza devono avere delle caratteristiche peculiari di bellezza che rientrano nei canoni che i designers hanno saputo esprimere nel tempo a così alto livello. Torino ha fatto scuola nel mondo ed ormai è opinione comune che certi veicoli sono vere e proprie opere d’arte.
I prodotti di tale design si distinguono per l’armonia di forme e proporzioni, così come accadeva nell’arte greca, ancora oggi insuperata e insuperabile. Per valorizzare tali concetti, l’ASI si è assunto in proprio l’organizzazione di tale concorso che ha come giusta e assai rilevante cornice le location in cui l’evento si svolge, a cominciare dal Castello del Valentino, per proseguire con le Piazze Carlo Alberto, San Carlo e Palazzo Carignano sede del Museo del Risorgimento, Piazza Castello, con le vie e i corsi che li collegano… e, la domenica, con la Reggia di Venaria. Al risultato dell’evento contribuirà la circostanza che la Giuria Tecnica è composta da soli designers che hanno operato e operano nell’ambito cittadino. Tale connubio di auto, location prestigiose e designers costituisce la base per la riuscita di un evento che, crescendo, non potrà che valorizzare l’immagine di Torino e dell’Italia nel mondo.”


 
7 luglio 2014
Il prossimo weekend la cronoscalata Cesana-Sestriere per auto storiche
Sabato 12 e domenica 13 luglio si disputerà la cronoscalata per auto storiche valida per i titoli europeo e italiano organizzata dall’Automobile Club Torino in cui verrà assegnato anche il 3° Trofeo Avv. Giovanni Agnelli alla prima vettura del gruppo Fiat Chrysler Automobiles classificata nella cronoscalata. Abarth, Alfa Romeo, Fiat e Lancia per il secondo anno consecutivo sono main sponsor della manifestazione dove partecipano preziosi esemplari della Collezione Lancia e dell’Automobilismo Storico Alfa Romeo e dove sarà esposta la Lancia D50 di Formula 1 del 1954, recentemente restaurata, e ci sarà una parata di Lancia con lo speciale ‘Aurelia B24 tribute’. Inoltre l’Automobilismo Storico dell’Alfa Romeo esporrà l”Alfetta 159″ di F.1 del 1951 nel piazzale Agnelli mentre la “2000 Sportiva” del 1954 prenderà parte al concorso dinamico di eleganza.
Alla manifestazione partecipano circa 200 vetture suddivise tra la gara di velocità in salita e il concorso dinamico di eleganza “Cesana-Sestriere Experience-Memorial Gino Macaluso”. In particolare, sabato 12 è prevista una sfilata del concorso alle ore 11, cui seguiranno due manche di prove ufficiali della gara di velocità. Domenica 13 la sfilata si svolge alle ore 9,30, mentre alle 11 scatta la cronoscalata. Il Trofeo intitolato all’Avvocato Giovanni Agnelli sarà assegnato alla vettura di un marchio di FCA che si classificherà prima nella cronoscalata.

FCA partecipa inoltre alla sfilata con alcune vetture di gran pregio della sua collezione come la Lancia D50 di Formula1 del 1954, recentemente restaurata, che sarà esposta a Sestriere in piazzale Agnelli. Affronteranno invece il tortuoso tracciato la Lancia Aurelia B24, la Lancia Aurelia B20 GT, una Lancia Stratos ufficiale con i colori Alitalia e la mitica Lancia Fulvia Coupé HF 1.6 con il numero 14 sulle portiere, con la quale Sandro Munari e Mauro Mannucci si sono imposti nel Rallye di Montecarlo del 1972.
Anche quest’anno saranno inoltre presenti alcune vetture dell’Automobilismo Storico Alfa Romeo: l'”Alfetta 159″ di F.1 del 1951, esposta al Sestriere in piazzale Agnelli, e la “2000 Sportiva” del 1954, che prenderà parte al concorso dinamico di eleganza “Cesana-Sestriere Experience”.
Nell’albo d’oro della “Cesana-Sestriere” figurano vetture Maserati, che hanno vinto le prime due edizioni con le 2000 nel 1961 e nel 1962; Ferrari, prime con Lodovico Scarfiotti nel 1965 e nel 1966 e con Peter Schetty nel 1969; e Abarth, che ha vinto le edizioni 1970 e 1971 con Arturo Merzario e Johannes Ortner.
Il percorso, lungo 10.400 metri, è lo stesso sul quale si sono disputate le edizioni che, dal 1961 al 1992, hanno reso celebre la corsa in tutta Europa. Dai 1.350 metri di quota di Cesana Torinese il tracciato porta ai 2.035 di Sestriere: un dislivello di 685 metri. Nel 2007 la gara è stata riproposta per le auto storiche, ottenendo nel 2010 la validità per il titolo continentale.
Alla Cesana -Sestriere sarà presente anche uno stand del Mirafiori Store, il primo punto vendita dedicato esclusivamente al merchandising dei brand del Gruppo. Gli appassionati potranno così scegliere tra un’ampia selezione di articoli”griffati” dai marchi Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Abarth. In particolare, presso lo stand sarà possibile acquistare il prestigioso cofanetto realizzato in edizione limitata e numerata a 115 esemplari in occasione delle celebrazioni per il 60° anniversario della Giulietta. Il cofanetto è realizzato sotto il coordinamento del Centro Documentazione Alfa Romeo di Arese ed è anche in vendita sull’estore Alfa Romeo.


 
5 maggio 2014
Tra un anno, al Valentino a Torino nuovo salone dell’Auto all’aperto
A giugno 2015 ci sarà un evento nuovo e intrigante in città, il “Parco Valentino – Gran Premio Dell’automobile”, un evento dedicato alle quattro ruote e dal format completamente nuovo.
Nulla a che fare con il classico salone, anzi via le mura, la cornice scelta sarà il parco del Valentino, la più estesa area verde di Torino. Una decisione non casuale: “volevamo rendere omaggio alla storia di una grande competizione disputata tra il 1935 e il 1955 proprio nel parco.” precisa Andrea Levy Presidente del comitato organizzatore – “un ritorno alle radici alla grandezza di Nuvolari e Ascari, ma soprattutto allo spirito entusiasta e costruttivo, orientato al futuro, che guidava le scelte di quegli anni. Noi siamo convinti che pagine entusiasmanti dell’auto, saranno scritte nel nuovo millennio e qui vogliamo darne anteprima.”
Il Sindaco Piero Fassino ha accolto con grande entusiasmo l’idea di Parco Valentino GPA e commenta: “La scelta di Torino, per questo grande evento è un riconoscimento del ruolo centrale nella storia, nel presente e nell’evoluzione dell’industria automobilistica”.
Innanzi tutto Parco Valentino – Gran Premio Dell’automobile non sarà un “salone”, non sarà uno show, non sarà una gara, piuttosto un mix più colto, dinamico, futuribile, con grande attenzione alla storia e al futuro, alle eccellenti maestranze della progettazione, allo stile iconico che non tramonta con i secoli, ma si rinnova.
Attenzione al green, alle nuove frontiere, agli spazi da vivere dentro e fuori le auto, al movimento e alla passione: “sarà un festival, un evento di alto livello coinvolgente e esclusivo, che metterà al centro l’auto come fenomeno culturale oltre che a realtà economico-produttiva” spiega meglio Levy “abbiamo invitato grandi produttori, centri stile dei marchi più prestigiosi, uomini che han fatto la storia dell’auto e continuano a farla, collezionisti di tutto il mondo con prezzi unici di ieri e di oggi, apriremo con una sfilata di modelli meravigliosi”.
Si prevede un programma intenso per i 4 giorni dell’evento tra l’11 e il 14 giugno 2015, con un “red carpet” di modelli rari nel cuore di Torino, parte del percorso storico del Gran Premio novecentesco come set di una nuova carrellata futurista, poi numerosi tributi delle auto che hanno fatto la storia, passando per le più belle ed eleganti location della città, a partire da Piazza San Carlo, Piazza Vittorio, Piazza Castello, Via Roma e via Po, Giardini Reali e Basilica di Superga per concludersi nella speciale con quinta scenica della Reggia di Venaria Reale.
“Il Gran Premio del Valentino del mondiale di Formula A, evolutosi in Formula 1 negli anni ‘50, ha un nuovo erede” sottolinea il Presidente del comitato organizzatore “abbiamo scelto questo nome per la suggestione che ci trasmetteva e che speriamo trasmetterà ai visitatori, non pensavamo all’accezione di gara motoristica, quanto al significato di corsa all’evoluzione dell’auto. Un grande passato ci deve spingere a guardare verso un grande futuro.”

Forse il punto più importante è che Parco Valentino non contempla alcuno sponsor automobilistico e ogni Casa avrà a disposizione i medesimi spazi espositivi, bellissimi e scenografici, del Parco del Valentino di Torino,
Saranno quattro giorni intensi insomma lungo i viali del Parco Valentino, accanto al Po, e per una manifestazione completamente gratuita con orario di apertura allungato dalle 10 alle 24, con un’affluenza di pubblico stimata di 300.000 persone.
Il gran finale sarà il Gran Premio Parco Valentino, l’evento che animerà domenica 14 giugno. Si tratta di una passerella di 18 km di strade chiuse che attraverseranno la città fino a giungere alla Reggia di Venaria. Nella prima parte la sfilata delle vetture che hanno fatto la storia dei vari brand. Insieme sulla promenade quindi le vetture storiche e le novità commerciali contemporaneamente esposte al Salone al Valentino, in un interessante gioco tra passato e futuro che darà vita ai Tributi alle Case automobilistiche. In passerella, tra due ali di folla festante, scorreranno il Tributo Ferrari, il Tributo Porsche, il Tributo Bmw, il Tributo Audi, il Tributo Mercedes, giusto per citarne alcuni, con quasi mille auto di collezionisti, club, privati pronte a ricevere il plauso del pubblico. Piatto forte sarà la parte dedicata alle sportive.
Per maggiori informazioni www.parcovalentino.com