Torino 2006 in onda

maggio 27, 2005 in Sport da Redazione

Un piano editoriale – con trasmissioni, servizi, dossier sulle reti terrestri e satellitari – che accompagnerà l’avvicinamento ai Giochi Olimpici, promuovendone le discipline e i valori; la sperimentazione delle nuove tecnologie digitali e il massimo impiego del Centro di Produzione di Torino, che avrà un ruolo rilevante, operativo e di coordinamento, nella messa a punto del progetto: sono questi, in sintesi, i contenuti del Protocollo d’Intesa tra RAI e TOROC firmato oggi nella sede di viale Mazzini, a Roma, dal direttore generale della Rai Flavio Cattaneo e dal supervisore per il Governo di Torino 2006, l’onorevole Mario Pescante. L’accordo è stato presentato in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente del CONI, Giovanni Petrucci, il segretario generale Raffaele Pagnozzi, il direttore di RAI Sport, Fabrizio Maffei e il direttore del Centro di Produzione RAI di Torino, Tommaso Genisio, che guiderà il gruppo di lavoro che l’emittente radiotelevisiva ha costituito per seguire la programmazione dedicata ai Giochi Olimpici. Per il TOROC, erano presenti il presidente Valentino Castellani, la vicepresidente vicaria Evelina Christillin, il direttore generale Cesare Vaciago e il vicedirettore generale Luciano Barra.

Si tratta – ha dichiarato l’onorevole Pescante al termine dell’incontro – di un passaggio decisivo per la promozione dei Giochi Olimpici: grazie alla collaborazione con la RAI, Torino 2006 potrà coinvolgere tutti gli italiani, portando, nelle case e tra i giovani, i valori olimpici e mostrando un’altra faccia dello sport, fatta di storia, di campioni autentici e di tanta umanità. Inoltre, sarà l’occasione per far comprendere al paese quali sforzi siano stati messi in atto per organizzare questo grande evento e per sottolinearne l’unicità.

Il direttore generale della RAI, Cattaneo, ha sottolineato l’impegno dell’azienda in vista di Torino 2006, e ha confermato l’acquisizione dei diritti della prossima stagione di Coppa del Mondo di sci alpino, che verrà trasmessa in chiaro sulle reti terrestri. Ha inoltre aggiunto che la decisione di trasmette i Giochi Olimpici Invernali su un’unica rete, come accaduto per le ultime due edizioni dei Giochi Olimpici estivi, sarà valutata al termine di ulteriori analisi tecniche e produttive.

Siamo particolarmente soddisfatti – ha concluso il presidente del TOROC, Castellani – per il pieno coinvolgimento del Centro di Produzione di Torino in questo progetto: un riconoscimento che rappresenta la giusta valorizzazione delle professionalità e delle esperienze che il nostro territorio può mettere a disposizione del paese.

di redazione