Terra di latte e miele

marzo 11, 2005 in Spettacoli da Stefania Martini

Ottavia PiccoloTratto dall’omonimo libro di Manuela Dviri, giornalista e scrittrice italiana che, sposatasi con un un ebreo ortodosso, si è trasferita in Israele e nel 1998 ha perso un figlio ventenne, ucciso mentre svolgeva il suo ruolo di soldato di stanza in Libano, lo spettacolo è incentrato sulla figura di Leah.

Leah è una donna ebrea israeliana, di origine argentina. L’azione scenica si svolge dentro la stanza di una casa borghese di Gerusalemme, il sabato prima di Pasqua, e si dipana in tempo reale.

Avanza per quadri fra le tragedie esterne e il viaggio interiore, come se la protagonista scendesse di scalino in scalino verso un finale in cui tutte le sue “certezze” vengono meno, spogliata di ogni possibilità di comunicazione che non sia l’uscire di scena.

La protagonista sul palcoscenico è Ottavia Piccolo, accompagnata da Enzo Curcurù (nel ruolo del figlio di Leah) che riassume così il tema della piecè : In “Terra di latte e miele”, il conflitto tra Israeliani e Palestinesi, di cui noi non siamo in grado di comprendere le ragioni fino in fondo, passa attraverso una figura di donna. Una donna israeliana che ha amiche nei territori, che ha perso un figlio in guerra (ma in teatro può rivederlo e parlargli), che vuole fortemente la pace.

La regia dello spettacolo è affidata a Silvano Piccardi, che sottolinea, a sua volta, come i temi trattati dalla Dviri siano in bilico tra sentimento collettivo di un popolo alla ricerca della propria identità e l’intimità di una persona, le sue speranze, i ricordi, gli affetti spezzati. E il suo bisogno di vita, di gioia, di pace. Per tutti.

Terra di latte e miele

Dall’8 al 20 marzo 2005, ore 20.45.

Teatro Gobetti, Via Rossini 8 – Torino.

Per Informazioni e biglietteria

Biglietterie TST:

Via Roma 49, Tel. 011 – 5176246.

Via Rossini 8, tel. 011 – 8159132.

www.teatrostabiletorino.it

di Stefania Martini