Su il Sipario!

febbraio 20, 2009 in Spettacoli da Stefania Martini

  • Venerdì 20 torna in scena un classico del cartellone del Teatro della Caduta: De Bulgarij Eloquentia. Si tratta di uno spettacolo di narrazione, comico e malinconico insieme, che narra la storia della canzone più triste del mondo e si ispira alle fiabe tradizionali bulgare. L’attore vi condurrà in un mondo in cui le atmosfere dei Balcani, fatte di racconti popolari e di novelle di scrittori come Radickov e Gospodinov, si mescolano con la chanson française.

    De Bulgarij Eloquentia

    Di e con Marco Bianchini.

    Venerdì 20, ore 21.

    Teatro della Caduta, via Buniva 24 – Torino. Tel. 011 570.41.46

    Ingresso gratuito. E’ consigliata la prenotazione.

  • Sabato 21 al Teatro della Caduta sono di scena le marionette, piccoli interpreti di legno che stupiranno per la loro capacità di compiere azioni quasi umane, conducendo lo spettatore in un viaggio introspettivo che ripercorre le principali tappe della vita: la nascita, la conoscenza, il piacere, l’amore, la morte.

    Un divertente show fatto di immagini, musiche celebri, movimenti, in grado di appassionare grandi e piccini.

    Uno spettacolo che rievoca la magia della fiaba e il mondo incantato dell’infanzia.

    GUIZZI DI MARIONETTE SHOW

    di “…Guizzi di marionette e burattini…” con Francesco Furone & Lucia Carella.

    Sabato 21, ore 21 e ore 22.

    Teatro della Caduta, via Buniva 24 – Torino. Tel. 011 570.41.46

    Ingresso gratuito. E’ consigliata la prenotazione.

  • Trent’anni di ininterrotto successo non sono pochi per uno spettacolo teatrale, soprattutto se si pensa quanto la nostra epoca, sia incline a fagocitare e a dimenticare velocemente ogni fenomeno, anche il più interessante.

    Fortunatamente, tale tendenza non ha determinato la sorte di “In fra li casi de la vita…”, lo spettacolo che, nato nel 1979 da una approfondita ricerca sui temi del carnevale delle maschere e della tradizione popolare, è divenuto nel tempo il cavallo di battaglia di Assemblea Teatro.

    Sin dal suo esordio questo lavoro ha acquisito una dimensione internazionale, visitando le platee di tutto il mondo. Dall’ovest all’est europeo, sino al Messico e alle coste africane, per un totale di molto superiore alle 1.000 repliche.

    I personaggi che animarono i racconti della tradizione orale e che popolarono il mondo onirico dei nostri avi, i protagonisti delle narrazioni attraverso le quali l’umanità primordiale diede ordine e nome al cosmo per cercare di spiegarselo, sfilano sugli alti trampoli ed ancora ci parlano dei nostri illimitati desideri.

    Una storia significativa sin nel suo più piccolo frammento, una sorta di summa fantastica, continuamente evocata nei gesti, nella musica, nei colori, nelle maschere.

    Non so perché vi racconto questa storia, non lo so, non so perché vi racconto questa storia, potrei raccontarvene un’altra, può darsi che un’altra volta ve ne racconti un’altra ancora. Anime vive, voi capite che tutto questo si rassomiglia.

    Così si inizia… poi più nessuna parola, ma molte emozioni e forti sollecitazioni immaginifiche, affinché anche oggi, come un tempo accadde, noi creiamo la nostra storia, esprimiamo i nostri desideri, rompiamo il velo di abiura che ci serra la bocca ed imbalsama le membra.

    L’incantamento lacera le costrizioni e scioglie le lingue… per il resto, da che mondo è mondo, si sa: da storia nasce storia….

    In fra li Casi de la Vita e le Magie de’ Cieli Libertà Vò Cercando

    di Renzo Sicco

    con Paolo Martini, Antonella Dell’Ara, Pietro Del Vecchio, Andrea Castellini,

    Italo Fazio, Cristiana Voglino, Laura Casano, Paolo Sicco, Roberto Leardi,

    Sandro Esposito

    regia di Renzo Sicco

    20/21 febbraio 2009 – ore 21.00

    22 febbraio 2009 – ore 16.00

    Casa del Teatro Ragazzi e Giovani – via G. Ferraris 266.

    Ingresso 6 euro.

    Per informazioni: Assemblea Teatro tel. 011 304 28 08

    di Stefania Martini