Slittino: definiti gli interventi di adeguamento della pista

maggio 27, 2005 in Sport da Redazione

Al termine di un incontro che si è tenuto oggi nella sede del TOROC tra il presidente della FIL (la Federazione Internazionale di Slittino) Josef Fendt, il presidente del TOROC Valentino Castellani, il vicedirettore generale Luciano Barra, il vicedirettore dell’Agenzia Torino 2006 Mario Piovano e il progettista dell’impianto di Cesana Pariol Udo Gurgel, e alla luce di analisi tecnico-sportive effettuate negli scorsi mesi, la FIL, il TOROC e l’Agenzia Torino 2006 hanno concordato gli interventi di adeguamento della pista di slittino, bob e skeleton.

In particolare si è concordato un innalzamento della base del ghiaccio tra le curve 16 e 17, un adeguamento della parte superiore del profilo della curva 17 in cemento con l’inserimento di ulteriori elementi refrigeranti, un intervento in entrata della curva 18 con l’abbassamento del tettuccio in legno e un abbassamento del tettuccio e un adeguamento della parte superiore del profilo verticale dell’uscita della curva 18, in cemento con l’inserimento di ulteriori elementi refrigeranti.

La FIL ha confermato che la pista di Cesana Pariol è stata realizzata in conformità con il progetto dell’ingegner Gurgel e garantisce un livello di sicurezza dei più elevati. Tuttavia, come è stato evidenziato nelle gare di Coppa del Mondo di Bob e Skeleton del 20-23 gennaio nell’ambito degli Sport Events 2005 e nelle prove di slittino di inizio febbraio, le velocità che possono essere raggiunte in determinate condizioni e da alcuni atleti richiedono interventi che rendano più agevole l’uscita dalla curva 17 e l’ingresso nella curva 18. La FIL ha inoltre confermato che per i Giochi Olimpici saranno mantenuti e all’occorrenza resi più severi i criteri di partecipazione alle gare e verranno deliberati nuovi regolamenti per l’ammissione alle prove di qualificazione ed allenamenti.

L’Agenzia Torino 2006 ha garantito che le modifiche da effettuare non comprometteranno il rispetto dei tempi di consegna dell’impianto a ottobre 2005.

Siamo soddisfatti – ha dichiarato il vicedirettore generale Luciano Barra – perché la FIL ha confermato la qualità tecnica della pista. Gli adeguamenti concordati accolgono le richieste della Federazione alla luce dei test di quest’inverno senza compromettere i tempi di consegna dell’impianto. È da apprezzare, inoltre, l’impegno della FIL, dell’Agenzia Torino 2006 e dei progettisti di trovare soluzioni che garantiscano sempre più sicurezza agli atleti ma mantengano inalterate le caratteristiche tecniche del tracciato per tutte e tre le discipline: slittino, bob e skeleton. Adeguamenti che saranno sottoposti nei prossimi giorni all’approvazione della FIBT.

L’impianto di bob, skeleton e slittino si trova a Cesana, in località Pariol. La pista ha una lunghezza di 1.435 metri, un dislivello di 11 metri e 19 curve. La velocità massima raggiungibile è di circa 130 chilometri orari.

di redazione