Siena-Juve 1-2 : Ave Marchisio !

ottobre 7, 2012 in Net Journal, Sport da Tomas

Oltre il TNAS, oltre la Federazione, oltre i soliti gufi, oltre la stanchezza, oltre i Cosmi, la Nebulosa Bianconera vince a Siena e svetta in testa alla classifica con il miglior attacco. Roma e Napoli a 3 goal dai bianconeri. I bomber del campionato hanno un’altra casacca, li puoi trovare a Napoli, Firenze, Bologna o Roma, se proprio si vuole anche a Milano, dove nel derby non faranno però capolino. Quei bomber, a parte il Napoli, non bastano alle inseguitrici che oltre ai punti in classifica distano dai bianconeri un abisso a reti fatte. Ed a dimostrare quanto possa farne a meno in questo campionato, i bianconeri vincono con una punizione di Pirlo, capocannoniere insieme a Giovinco con 3 reti, e con la prima rete in campionato di Marchisio. Eppure, sembrerà strano nonostante i numeri dicano altro, la squadra di Conte, che tornerà in panchina a Palermo ad inizio Dicembre dopo

Keep does to for here easily parfum continue viagra paypal accepted usa This talking have fade, It’s.

la riduzione della squalifica del TNAS, fa fatica a trovare la strada del goal, fa maledettamente fatica a buttarla dentro con i propri bomber d’attacco. Per fortuna, direbbero le avversarie, altrimenti non ci sarebbe proprio confronto e la competizione sarebbe già chiusa. In Europa il grande giocatore, quel famoso top player che fa la differenza e vince le coppe quasi da solo, si che servirebbe, perché le coppe si vincono soprattutto così, grazie agli episodi, non solo con il gioco. E non c’è solo l’ultima finale di Champions a testimoniarlo. Il percorso verso il passaggio del turno, dopo il pareggio casalingo contro lo Shakhtar, si è fatto molto tortuoso e difficile per i bianconeri, ed i bomber dovranno farsi trovare preparati nelle prossime sfide decisive. Nel frattempo, dopo la sosta per la nazionale, ai bianconeri aspetta lo scontro diretto allo Juventus Stadium contro i partenopei, sabato 20 ottobre alle 18.

Queste le squadre che son scese in campo:
SIENA (3-4-3): Pegolo; Neto, Paci, Felipe; Angelo (23’ st Bolzoni), Vergassola, Rodriguez, Del Grosso; Rosina (35’ st Reginaldo), Zè Eduardo (9’ st Sestu), Calaiò.
A disposizione: Farelli, Campagnolo, Dellafiore, Mannini, Rubin, Verre, Valiani, Paolucci, Bogdani.
Allenatore: Cosmi

JUVENTUS (3-5-2): Buffon 7; Barzagli 6, Marrone 5,5 (35’ st Quagliarella sv), Chiellini 6; Lichsteiner 5,5 (23’ st Giaccherini 6), Vidal 5,5, Pirlo 7, Marchisio 7, De Ceglie 5 (1’ st Asamoah 6); Giovinco 6,5, Vucinic 5.
A disposizione: Storari, Rubinho, Isla, Lucio, Caceres, Pogba, Padoin, Bendtner, Matri, Quagliarella.
Allenatore: Carrera/Conte 6

RETI: Pirlo 14’ pt, Calaiò 47’ pt, Marchisio 40’ st

La partita

Angelo comincia fin da subito a far paura ed al 2° piazza la palla per Rosina che trova solo un tiraccio bloccato facilmente da Buffon. I bianconeri passano al 1° su punizione di Pirlo che beffa la barriera che salta ed il portiere che raccoglie la palla nel sacco. Al 21° Vidal per Lichtsteiner cross per Giovinco che da pochi passi in spaccata calcia alto. Al 23° Calaiò grazia Buffon calciando fuori di poco. Pirlo al 36° trova Giovinco che da sinistra si libera ma calcia alto. Pirlo ci riprova al 39° su punizione trovando l’incrocio dei pali. Al 44° Marchisio prova il tiro a giro, Pegolo in tuffo manda in angolo. Nel finale al 47° Angelo beffa De Ceglie che lo lascia andare per non subire la seconda ammonizione, crossa per Calaiò che anticipa Barzagli Lichtsteiner e piazza la palla in rete di testa. Nella ripresa i bianconeri ci provano in tutti i modi ma devono aspettare il finale di gara per passare. Al 4° su punizione Buffon blocca facile, mentre all’8° Giovinco supera Pegolo ma Neto manda in angolo di testa. Al 12° Chiellini sta beffando Buffon di testa ma il portierone smanaccia in angolo. Al 14° prima conclusione di Vucinic fuori di poco. Giovinco impegna difesa e portiere al 17° ed al 18° ma il Siena resiste. Marchisio e Vidal ci provano al 20° ed al 25° ma Pegolo chiude tutti gli spazi. Al 33° Rosina si trova la palla di testa del 2 a 1 solo davanti a Buffon ma cicca sfiorando innocuamente il pallone. Al 34° ancora Marchisio prova a far male a Pegolo che in tuffo blocca. Il numero 8 bianconero sblocca il risultato al 40° su angolo, dopo un cross di Giovinco deviato di sponda da Chiellini. Goal pesantissimo per l’economia del campionato con il Napoli che vincendo contro l’ Udinese affronterà a pari punti la capolista a Torino il 20 ottobre. Freddate i bollenti spiriti, c’è ancora tempo.

Siena resta in fondo alla classifica mentre l’ Inter vince il derby e raggiunge la Lazio, vincente a Pescara, al 3° posto. Roma, Fiorentina e Catania vincono e superano la Samp che perde incredibilmente a Verona contro il Chievo di Corini. Il Toro viene invece beffato dal Cagliari di rigore.
Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .