Rassegna di documentari su informazione, attualità internazionale e diritti umani

ottobre 4, 2012 in Cinema, Net Journal, Primo Piano da Barbara Novarese

Giunta alla 4a edizione (la seconda che, dopo l’anteprima, del Festival Internazionale a Ferrara, dal 5 al 7 ottobre 2012, andrà in tour attraverso l’Italia), Mondovisioni sarà presentata al pubblico cittadino in collaborazione con Aiace Torino nel corso di otto appuntamenti settimanali (sempre di giovedì) al Cinema Centrale, che proporranno  altrettanti documentari della più recente produzione mondiale, scelti nei migliori festival, intorno ad alcuni dei temi più cari alla rivista: attualità, diritti umani, informazione e libertà di espressione.
Tratto dominante della nuova selezione è il rischio: il rischio che si corre continuando a prendere posizione, informare e sfidare norme e poteri e che si diffonde a ogni livello. Di questi tempi non si rischia solo ai margini delle nostre società, ma anche nel cuore di istituzioni come l’Unione Europea, minacciata da un colossale fallimento finanziario e culturale, complici le lobby che pilotano la politica comunitaria, come dimostra  The Brussels Business, il documentario di Friedrich Moser e Matthieu Lietaert che apre la rassegna giovedì 11 ottobre (ore 21.30). Rischiano la vita i redattori del settimanale Zeta in Reportero, che in Messico si ostinano a sbattere in prima pagina narcotrafficanti e politici corrotti, come l’ha rischiata Mads Brügger in The Ambassador, la sua nuova controversa inchiesta-performance sul corrotto mondo della diplomazia in Africa. Rischiano e hanno subito una dura repressione, in un caso che ha anticipato quello delle Pussy Riot, i membri di Voina Art Group, creativi e radicali oppositori di Putin, le cui performance sono al centro di Tomorrow. Come loro rischiano il carcere gli attivisti di Anonymous che in We Are Legion raccontano storia e strategie del movimento rivoluzionario nato on-line e poi sceso in piazza, in nome della libertà in rete. Rischiano la censura poliziesca i blogger cinesi che grazie a nuove tecnologie e social media sfidano gli organi di informazione ufficiali e il governo, come racconta High Tech, Low Life. Rischiano gli immigrati in Svizzera, che come svela Vol special possono da un giorno all’altro ritrovarsi in un centro di detenzione, per essere allontanati per sempre dalla loro nuova vita. Ma rischiamo anche tutti noi, soprattutto di non saperne mai abbastanza del mondo che ci circonda, ad esempio di come uno stato che si dichiara democratico quale Israele possa gestire da decenni un sistema legale grazie al quale mantiene l’occupazione dei territori palestinesi. Lo denuncia The Law in These Parts, che insieme agli altri sette film di Mondovisioni ci offre l’occasione di scongiurare un rischio maggiore e generale: quello di essere poco o male informati, di rinunciare all’approfondimento e al dissenso, in tempi di ossessivi e più che mai sospetti appelli all’unità e alla coesione ad ogni costo.
Tutti i film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani

 

PROGRAMMA

GIOVEDÌ 11 OTTOBRE, ORE 21.30
The Brussels Business di Friedrich Moser e Matthieu Lietaert (Belgio/Austria 2012, 85′)

GIOVEDÌ 18 OTTOBRE, ORE 21.30
Vol special di Fernand Melgar (Svizzera, 2011, 100′)

GIOVEDÌ 25 OTTOBRE, ORE 21.30
High Tech, Low Life di Stephen Maing (Stati Uniti/Cina 2012, 87′)

GIOVEDÌ 8 NOVEMBRE, ORE 21.30
Tomorrow di Andrey Gryazev (Russia 2012, 100′)

GIOVEDÌ 15 NOVEMBRE, ORE 21.30
The Law in These Parts di Ra’anan Alexandrovicz (Israele 2011, 101′)

GIOVEDÌ 22 NOVEMBRE, ORE 21.30
The Ambassador di Mads Brügger (Danimarca 2011, 97′)

GIOVEDÌ 13 DICEMBRE, ORE 21.30
We are Legion: The Story of the Hacktivists di Brian Knappenberger (Usa 2012, 91′)
PROIEZIONE INSERITA NEL PROGRAMMA DI SOTTODICIOTTO FILMFESTIVAL – INGRESSO GRATUITO

GIOVEDÌ 20 DICEMBRE, ORE 21.30
Reportero di Bernardo Ruiz (Stati Uniti/Messico 2012, 72′)

Biglietti:
Intero: 5,50 €
Soci Aiace/Under18/Over65: 4,00 €

Informazioni
Cinema Centrale
Via Carlo Alberto 27 – Torino

Aiace Torino
Galleria Subalpina 30 – Torino
tel 011.538962 – fax 011.542691
[email protected]www.aiacetorino.it