Profilo di una vittima

maggio 24, 2006 in Libri da Redazione

L’APPUNTAMENTO

Giovedì 25 Maggio alle ore 18:00, presso la Libreria Mondadori Carlo Boccazzi Varotto presenterà il romanzo Profilo di una vittima (peQuod edizioni) opera prima della giovane scrittrice torinese Gabriella Revelli.

UN ESORDIO NOIR

profilo di una vittimaTempi felici per la letteratura a Torino. Al di là dei nomi consolidati, è un fiorire di esordi. Gabriella Revelli si inserisce nel filone noir, che a Torino, del resto città magica e nera per tradizione, assume sfumature particolari. Ne hanno ben parlato durante la giornata inaugurale di Torino Capitale del Libro Perissinotto, Soria, Oggero e Farinetti. Hanno delineato una via sabauda al noir, come pretesto per un ritratto d’ambiente. Da questo punto di vista, paradigma indimenticabile e forse insuperato (con tutto il rispetto e l’apprezzamento per gli scrittori citati in precedenza) resta A che punto è la notte di Fruttero e Lucentini, capaci di restituire non solo una storia ma un’intera società.

Che cosa ci racconta invece Gabriella Revelli che peQuod porta in libreria da questo mese di Maggio? La vicenda di Piero Cardella psichiatra affermato e scrupoloso. Ha amici, un lavoro e qualche storia occasionale, passa da una seduta psichiatrica all’altra con la spavalderia della routine e la presunzione di avere sempre e comunque la situazione sotto controllo. Con Giulia, sua paziente con cui non dovrebbe per deontologia farsi coinvolgere, non è così facile. Dolce e nevrotica, fragile e forte al contempo, tanto da paradossalmente forzare a un rovesciamento dei ruoli. Chi ha più parole da dire e paure da far uscire allo scoperto? Di quale vittima a poco a poco si va tracciando il profilo? Un noir psicologico incalzante, un romanzo intrigante e profondo dove le azioni vincono sulla parola e la memoria sull’oblio perché la risposta c’è ed è inevitabile scoprirla. Giovedì sarà un’occasione per farsi un’idea di prima mano insieme all’autrice.

di