Premio Campiello News

aprile 27, 2010 in Libri da Stefano Mola

GIUSEPPE TORNATORE PRESIDENTE DELLA GIURIA DEI LETTERATI

E’ un vero onore per me presiedere la giuria letteraria del Premio Campiello. Spero di essere all’altezza del ruolo che tanti importanti protagonisti della vita culturale e politica del nostro paese hanno ricoperto nel corso dei quasi cinquant’anni di storia del prestigioso premio fondato da Mario Valeri Manera. Non vedo l’ora di immergermi, insieme agli autorevoli colleghi componenti della giuria, in una lettura ricca e generosa, testimonianza di quanto impegnata e vitale sia la letteratura italiana di oggi.

Finalisti Campiello Giovani 2010Iniziamo così, con le parole del regista siciliano, che presiederà la giuria dell’edizione numero XLVIII del Premio Campiello. Un’edizione che, come ha voluto sottolineare il presidente del Premio, Andrea Tomat, sarà all’insegna della dell’essenzialità e della sobrietà, creando, ha continuato Tomat, momenti di riflessione e di confronto sul ruolo della cultura in una fase dove la ricerca dei valori assume una rilevanza particolare.

Il Campiello intende così portar ancor più al centro l’atto della lettura. Sempre nelle parole di Tomat, come imprenditori da 48 anni ci stiamo impegnando in questa direzione, perché siamo certi che la cultura possa diventare uno dei fattori strategici per accrescere la competitività dell’intero sistema Paese. Il mio impegno futuro, e della Fondazione, sarà anche quello di stimolare l’interesse nei confronti dell’investimento culturale.

La prossima tappa importante tappa si terrà, Sabato 22 Maggio, nell’ormai consueta sede dell’Università degli Studi di Padova, dove avrà luogo la Cerimonia di Selezione, dedicata all’assegnazione del premio Campiello Opera Prima e alla scelta dei cinque romanzi finalisti. Avrà così inizio per gli scrittori finalisti un percorso di incontri in giro per l’Italia che li accompagnerà fino al duplice evento finale in laguna: Venerdì 3 Settembre con la premiazione dei cinque finalisti e Sabato 4 Settembre con la Cerimonia finale che vedrà l’indicazione del vincitore da parte della Giuria dei 300 lettori, al Gran Teatro la Fenice.

I FINALISTI DEL CAMPIELLO GIOVANI

L’opera di proselitismo del Premio Campiello ha dato grandi frutti nella sua terra d’origine. La cinquina del Campiello Giovani conta infatti ben tre veneti, insieme una ragazza friulana e a un ragazzo pugliese.

Eccoli:

  • Rocco Mariano Pio Cautillo, 22 anni, di Foggia, con il racconto Una gioia continua e grandissima

  • Letitia Fontana, 16 anni di San Giorgio delle Pertiche (Pd) con il racconto Zerstört

  • Ciro Gazzola, 20 anni, di Solagna (Vi) con il racconto Con lo stupore negli occhi

  • Valentina Moro, 21 anni, di Cividale del Friuli (Ud), con il racconto Bianca

  • Raffaella Petrosino, 21 anni, di Verona, con il racconto L’innocenza della ragnatela di pizzo.

    Il riconoscimento per il miglior racconto estero è stato assegnato alla francese Lavinia Magnani, 17 anni di Parigi, per il racconto Storia di pazzia.

    PIETRO GROSSI VINCE IL CAMPIELLO EUROPA

    Pugni di Pietro Grossi è il romanzo vincitore del Premio Campiello Europa, edizione Gran Bretagna, riconoscimento promosso e organizzato dalla Fondazione Il Campiello-Confindustria Veneto e dedicato ad opere di narrativa italiana contemporanea pubblicate e tradotte in lingua inglese. Il romanzo di Grossi, pubblicato nel 2009 in Gran Bretagna da Pushkin Press con il titolo “Fists” e con la traduzione di Howard Curtis è edito in Italia da Sellerio (2006).

    Ecco la motivazione della giuria, presieduta dalla scrittrice Dame Margaret Drabble: Siamo rimasti profondamente impressionati dalla potenza, dalla concretezza e dall’impegno di queste tre storie collegate, o novelle brevi. Esplorano i punti di svolta nella vita dei ragazzi e dei giovani con una sottigliezza emotiva ed una grande padronanza stilistica. Il segno, la forza e l’asciutta prosa di Pietro Grossi ne arricchiscono l’impatto. Ognuna di esse racconta di giovani uomini che litigano con gli altri e (soprattutto) con se stessi nella fase di passaggio alla vita adulta. I mondi chiusi della giovinezza si aprono per questi personaggi, quando la loro spavalderia indietreggia sgomenta davanti alla sfuggevole complessità della vita adulta.

    La cerimonia di premiazione si terrà a Londra sabato 15 maggio nella sede del Royal College of Music.

    di Stefano Mola