Nürburgring 2007: che curve!

aprile 21, 2008 in Sport da Redazione

L’estate sta finendo, un anno se ne va, sto diventando grasso, lo sai che non mi va… parafrasando i Righeria, eccoci qui ancora una volta a ripensare alla stagione estiva ormai finita, ricordando le migliori emozioni automobilistiche vissute… e anche nel 2007 il miglior evento cui abbiamo assistito è stata la 24h del Nürburgring. Sai che novità, esclameranno i nostri lettori più affezionati!

Eppure anche quest’anno eravamo in 200.000 nella regione dell’Eifel, a partecipare a quella strana cosa che è una via di mezzo tra la competizione ipertecnologica e la festa paesana, sui 25 chilometri di un tracciato che unisce il mitico Anello Nord con l’attuale circuito di F1. Con tutti i lati interessanti dell’una e dell’altra cosa, a partire dalla “pitlane walk” che in Germania è tradizione, durante la quale gli spettatori possono tranquillamente passeggiare tra le vetture schierate sulla linea di partenza, incontrando piloti, appassionati, curiosi, e le aziende che sponsorizzano i team…

1-Girls1

Sabato, ore 15:00, pronti-via…. Er… quasi!!! Dal momento che le nuvole non promettevano nulla di buono, per ragioni di sicurezza gli organizzatori hanno deciso di posporre la partenza, e 220 team si sono tuffati in pista a cambiare le gomme alle vetture, togliendo le slick e mettendo le gomme da bagnato.

Dopo un’ora abbondante, siamo pronti per riprovare: pronti-via, sotto la pioggia!!! Ed il team Zackspeed ancora una volta ci fa divertire, andando lungo alla quarta curva con la splendida Viper rossa… per fortuna eravamo ancora nel nuovo circuito, quello su cui corre la Formula 1, con vie di fuga paragonabili al parcheggio dell’Ipercoop, per cui il tutto si è risolto con una serie di imprecazioni del pilota e del team manager, ma nessun danno per la splendida vettura, che alla fine della gara conquisterà un ottimo secondo posto.

2-Viper2

Nelle prime ore di gara grande battaglia tra i molti prentendenti alla vittoria assoluta, con la splendida Aston Martin “007”, in onore a James Bond, che sembra poter fare il miracolo. Nella foto, la vediamo al calar della sera, mentre con una “leggera” frenata si avvicina alla curva di Breidscheid, e le pinze dei freni anteriori si scaldano un pochino…

3-Freni

Nella notte la battaglia continua, ma arriva maligna la nebbia, che causa incidenti a ripetizione, fino a forzare gli organizzatori a interrompere la gara per ragioni di sicurezza. Troppo grossa la differenza di velocità tra chi, come Hans Stuck Senior, conosce le 88 curve della Nordschleife come le sue tasche, e chi è alla sua prima o seconda esperienza nell’”Inferno Verde”.

Alla mattina la nebbia si alza, e la gara può riprendere il suo ritmo indiavolato, che porterà il team di Olaf Manthey a cogliere il secondo successo consecutivo, con la splendida Porsche 911 GT3 RSR semiufficiale gialla e verde (qui ripresa nel tratto di Hatzembach)

4-Manthey1

Complimenti allo “Zio Olaf”, che ci ha messo 25 anni per riuscire a vincere la gara, ma che dimostra di averci preso gusto!

E complimenti a tutti gli appassionati che per giorni hanno campeggiato intorno al circuito, con lo spirito di chi vuole assistere alle gare ma anche divertirsi oltre ogni limite di ragionevolezza. Come questo gruppo di amici, che ha bevuto qualche birra,

5-Birra2

ma che mette tutto perfettamente in ordine prima di tornare a casa.

Appuntamento, impedibile, all’edizione 2008!!! Buon “Ring” a tutti!!

di Mario Bertola