Nuove discipline orientali

ottobre 13, 2002 in Spettacoli da Stefania Martini

32128(1)L’associazione XIN FEI organizza un corso di Tai Chi Chuan: ricerca del benessere ed Arte Marziale che verrà presentato mercoledì 16 ottobre all’Istituto Bolzano.

Il corso prevede lo studio del Tai Chi Forma 24, del Pa Tuan Chin , del Kung Chia e del Po Chi Kung Chia.

Il Tai Chi è un’antica disciplina cinese.”Espressione della saggezza del corpo secondo il Tao”, il Tai Chi consiste nel lento svolgersi di una serie di posture, vera disciplina del movimento capace di dare appagamento al corpo e allo spirito.

Il Tai Chi può essere praticato indipendentemente dall’età:l’energia interna che esso suscita ne è la forza. In Cina è talmente diffuso che milioni di persone praticano ogni giorno questa forma di esercizio fisico, che viene considerato uno dei mezzi migliori per mantenersi in buona salute e diventare longevi.

In particolare, XIN FEI approfondisce il Tai Chi Forma 24 o Forma di Pechino.

Agli inizi della Repubblica Cinese alcuni grandi maestri dell’epoca, tra i quali Yang Chen Fu e Wu Chien Ch’uan, furono invitati ad insegnare pubblicamente il Tai Chi a Pechino presso l’Istituto di Ricerca di educazione Fisica.

Nel 1956, la Divisione Arti Marziali di educazione fisica della Repubblica Popolare Cinese fece codificare la forma 24 per facilitare lo studio e la pratica del Tai Chi, scegliendo le posizioni dalla forma creata da Yang Chen Fu negli anni venti.

La forma 24 si svolge linearmente su una struttura semplice ma ben distribuita ed equilibrata. E’ la forma ideale per chi inizia lo studio del Tai Chi.

I concetti tecnici di base di questa piccola forma sono identici a quelli presenti nelle forme estremamente più lunghe tramandate dagli stili tradizionali.

Il numero limitato di posture permette all’allievo, che frequenta regolarmente i corsi 2 volte alla settimana, di assimilare posizioni, movimenti, ritmi e caratteristiche nell’arco di un anno.

In questo modo, alla fine dell’anno accademico, l’allievo che intende proseguire, parte da una buona e solida postura di base.

Le persone invece che non proseguiranno negli studi avranno comunque acquisito, nell’arco di un solo anno, un insieme piccolo ma completo di conoscenze e capacità.

Come riscaldamento iniziale, XIN FEI utilizza una ginnastica preparatoria denominata Pa Tuan Chin che alla lettera significa “Le otto pezze di stoffa preziosa”.

E’ una sequenza di otto esercizi messi a punto nel dodicesimo secolo dal generale cinese Yueh Fei per mantenere in allenamento i suoi soldati nei periodi di inattività militare.

Questi 8 movimenti stirano e riscaldano i muscoli e stimolano la ricerca del coordinamento e dell’equilibrio.

Una successiva serie di esercizi è indicata come Kung Chia: è una sequenza di movimenti (forma) che costituisce la base del sistema.

Nel Kung Chia vengono studiate le posizioni di base, le transizioni da una postura all’altra, i particolari delle tecniche di braccia e di gamba.

Viene praticato ad una velocità decisamente maggiore rispetto a quella utilizzata nell’esecuzione della forma 24.

Infine, il corso prevede l’apprendimento del Po Chi Kung Chia, una forma breve eseguita da due persone che simulano, in contrapposizione, l’attaccante ed il difensore.

In questo esercizio oltre al coordinamento dei movimenti delle braccia, delle gambe e della respirazione occorre anche ricercare un assoluto coordinamento nel rispetto dei movimenti del compagno di lavoro.

Dopo aver trovato una discreta coscienza del proprio corpo qui si va verso l’esterno per muoversi in uno spazio, più reale, occupato dalle posture e dalle tecniche dell’avversario.

Mercoledì 16 ottobre, ore 20.

Tai Chi Chuan: ricerca del benessere ed Arte Marziale

Istituto Bolzano, Corso Bolzano 14, Torino.

Per ulteriori informazioni

Associazione Xin Fei – Presso Istituto Bolzano, Corso Bolzano 14, Torino. Tel. 011/745488.

E-mail: [email protected]

di Stefania Martini