Moda 2004-’05: le nuove tendenze

ottobre 3, 2004 in Moda da Tiziana Fissore

Uno stile vero e proprio, un’imposizione categorica non c’è in questa stagione 2004-’05 ormai ai blocchi di partenza; quindi andranno bene tutti i trend, magari molto diversi per tessuti e stili ma ben abbinati fra loro. Una cosa però è certa: c’è un ritorno ai materiali adatti al freddo, tipo la lana pesante o mohair, il cashmere e soprattutto il tweed, che la fa da padrone. E non importa che sia un tessuto in passato considerato prettamente maschile, perché ora si dimostrerà che, abbinando questo tessuto (adoperato per gonne, giacche, tailleurs e cappotti) con la seta, il raso e lo chiffon, si avrà come risultato un contrasto armonico. I tessuti leggeri infatti smussano il tono ruvido del tessuto maschile, dando una nuova forma di femminilità.

Un altro gradito ritorno è lo scozzese molto colorato, magari tipo plaid. Questo è grosso modo la linea che verrà adottata. Vediamo meglio, nei dettagli, gli abbinamenti e i modelli secondo l’interpretazione dei vari stilisti.

Scozzese Dkny 1 Partiamo subito dal tartan o meglio lo scozzese in stile country o college. Sarà molto colorato nei toni del rosso, colore molto in voga in questa stagione, nei modelli di Alberto Biani e Louis Vuitton o in quelli del Bluette, come vuole Exté. Addirittura avrà sfumature da maschiaccio d’altri tempi nei modelli di Les Copains, ma anche toni molto soft nelle gonne di Max Mara, sia quando sono dritte ed affusolate sia quando sono a ruota, magari abbinate ad un top all’americana di chiffon.

Le gonne dunque saranno, come detto, o a ruota o dritte a vita alta. Attenzione: appena sopra al ginocchio, magari in lana bouclé coordinate a giacchini ricamati o camicette in seta o chiffon come quelle di Marc Jacobs. Ho parlato di giacchette perché saranno rigorosamente piccole e corte e con grandi revers (Armani, Gucci, Versace), magari in mohair, rifinite in chiffon, o satin da abbinare su gonne, ma anche su pantaloni di linea morbida e corti alla caviglia, come quelli di Emporio Armani, Balenciaga, Miu Miu, Hermès, o anche affusolati come quelli di Krizia.

Tailleur Valentino 2 E per le amanti del tailleur? Quello classico si ispira agli anni ’50 sia quando è di linea affusolata (Alberta Ferretti, Valentino, Louis Vuitton, Celine), sia quando si esprime con giacchino sciancrato su gonne a ruota, tutto rigorosamente in tweed, come quello di Ralph Lauren Collection o nei modelli di Alessandro dell’Acqua, Paco Rabanne; il tutto in un perfetto stile bon ton.

Gli abiti eleganti per una serata sexi-romantica possono essere corti fino al ginocchio o decisamente lunghi a sottoveste o ancora drappeggiati, in seta, chiffon, nei colori più vari: beige, grigio, viola (altro colore dominante della stagione). Anche il nero rimane, ma quasi esclusivamente per le serate eleganti.

Parliamo ora del capo più importante della stagione invernale: il cappotto. Quello più elegante è di colore rosso e di taglio sartoriale come nei modelli di Pollini, Mila Schön e Trussardi, mentre quello sportivo è più maschile e in tweed, sui toni del grigio, marrone, come propongono Trussardi e Max Mara e magari a doppiopetto come quello di Jill Sander.

Pelliccia Valentino 3 Altro capo importante per l’inverno è la pelliccia, quest’anno molto colorata: verde, viola, gialla, blu. Caratteristica di quest’inverno è la pelliccia corta o meglio a mantellina, sempre molto lussuosa come quella di Valentino (in zibellino bianco) e Frani, Louis Vuitton.

Nuovamente di moda il montgomery, in varie versioni: tradizionale con alamari come quelli di Hermès e Sportmax e più eleganti come quelli di Celine e Lanvin. Sempre sulla cresta dell’onda anche i montoni, quest’anno molto ridotti, fino a diventare giacche, bomber e gilet da abbinare con gonne in tweed, come ha presentato Alexander McQeen.

In stile Helmut Newton continua il modello di donna dark lady che veste abiti neri sexi e castigati, ma persiste anche lo stile già visto in estate del maculato, un tocco selvaggio sia per gonne che tailleurs e mantelline.

E’ vero che vanno di moda giacche corte in tweed, ma occorre anche ricordare che c’è pure un ritorno alle giacche maschili anni ’70, però in velluto blu o rosso e dritte, un po’ rétro (Gucci, Ralph Lauren Collection, Alessandro dell’Acqua), come c’è un ritorno alla donna cavallerizza con pantaloni in velluto abbinati a stivali al ginocchio.

Camicia Exte 4 Persiste il fascino della classica camicia bianca, ben modellata con fiocco in vita da Exté, bluse in seta e chiffon come quelle di Marc Jacobs, Chanel e molto drappeggiata come quelle di Emanuel Ungaro.

Caratteristica peculiare di quest’inverno sono gli stili provenienti da paesi lontani e affascinanti come Perù, Cina, India, Norvegia (per quanto riguarda maglioni e colbacchi) e soprattutto Russia, con cappotti ed abiti ricamati con bordi di pelliccia da Kenzo, Blumarine. Ed ancora i piumini in nylon per il giorno e raso per la sera. Per le giornate autunnali non dimentichiamo l’impermeabile nei modelli più classici, ma anche con mantellina (Ferrè).

Negli accessori troveremo borse grandi e capienti a bauletto, con inserti in pelle, che si alterneranno ad altre piccole soprattutto per la sera, come la pochette in velluto di Missoni o quella di Valentino : la borsa Marlène in camoscio e metallo.

Tra le calzature vedremo stivali di tutte le lunghezze che si alterneranno alle classiche décolletées, magari in camoscio con inserti di lucertola o in vernice colorata con fiocchi di velluto di Marc Jacobs o sandali sottili in oro con lacci alla schiava abbinati a calze di lana spessa.

Riassumendo, ci sarà di tutto e di più, senza una linea di tendenza unica e ben definita: ci sarà così chi si identificherà nella donna stile cattivona con capelli tirati, bocca rossa e atteggiamento ‘tedesco’, ma molto elegante (con cravatta maschile e mantellina bianca in zibellino) lanciata da Valentino, chi invece nella donna-bambola con le gonne svasate di Vuitton, chi si sentirà una cortigiana con modelli di Ungaro, chi vorrà la pelliccia oversize e chi minibolero e mantellina da mettere su abiti stile lingerie o tuniche di metallo, soprattutto oro, e chi vorrà la borsa in visone stampato, chi le scarpe dalla punta affilata e chi la punta quadrata e poi gioielli, grandi e vistosissimi.

Insomma signore a voi scegliere secondo la vostra personalità.

di Tiziana Fissore