L’otturatore – presentazione

dicembre 4, 2001 in Fotografia da Redazione

25241Molti fotoamatori sognano di poter ottenere fotografie senza macchina fotografica, isolando mentalmente una porzione di spazio. Strumenti meccanici e supporti chimici sono per loro soltanto un impedimento, sopportato nell’attesa di uno sviluppo della tecnologia o (perché no?) del genere umano.

Altri sarebbe meglio definirli collezionisti di macchine fotografiche piuttosto che fotografi veri e propri. Attratti ed appassionati di quei mirabili meccanismi che permettono alla luce di fissare un’emozione su un supporto cartaceo bidimensionale, ricercano l’immagine esclusivamente per sentire ancora una volta il rumore pulito dell’otturatore, o per avere un’ennesima dimostrazione del miracoloso funzionamento di quel concentrato di tecnologia e di genialità che si chiama fotocamera.

Punti di vista assai diversi, è chiaro. Una cosa però li accomuna: il bisogno primordiale di nausearsi di tutto quanto possa avere attinenza con la fotografia. Fotografare, commentare le diapositive con gli amici, girare per mostre, divorare riviste a caccia di qualche succulenta anteprima, passare ore in camera oscura, curiosare nei mercatini dell’usato, per molti, sono precise necessità fisiologiche, ben più importanti del nutrirsi e del vestirsi. Tutto ciò non è fine a se stesso, ovviamente; diventa, anzi, propedeutico alla regina tra le attività umane, ad un piacere senza confini: guardare il mondo (certo, attraverso il foro di un otturatore!), momento irrinunciabile per qualsiasi ‘fotografo’.

Questo spazio, in cui trovate novità dal mondo della fotografia, aggiornamenti su mostre e mercatini, recensioni di opere che ci hanno colpito e novità tecniche, oltre tutto quello che cammin facendo riterremo degno di nota relativamente al mondo delle pellicole, vuol essere il vostro spazio, scrutatori del mondo, il luogo dove poter tornare spesso a curiosare.

In un’area interamente dedicata all’immagine, la vera essenza di questa rubrica, trovate inoltre le gallerie personali di coloro che desiderano far ammirare le proprie opere sul web (anche voi? scrivetemi!) ed alcuni percorsi fotografici che vi raccontano Torino e il Piemonte.

La rubrica “L’otturatore” nasce per puro spirito di divertimento dall’iniziativa di un grande appassionato di fotografia. Che poi sarei io, leva 1971, torinese, ingegnere meccanico, appassionato di viaggi, di montagna, di buon vino (solo se accompagnato da piatti succulenti…!), oltre che di fotografia. Il che non significa, mio malgrado, grande fotografo…

Spero sarò perdonato se, in giusta collocazione (mi auguro!), trovate il tutto condito da opinioni personali: è da tempo che sogno di parlar male delle cose che non condivido e non mi lascerò scappare questa stupenda occasione. Ogni vostro commento, sia esso un incoraggiamento o un insulto, è il benvenuto.

Paolo Bologna

[email protected]

Indicazioni tecniche per le gallerie

di