Latina 2009: 82a adunata nazionale degli alpini

maggio 6, 2009 in Medley da Redazione

adunata alpini 2009

A Latina tutto è pronto per l’arrivo festoso delle migliaia di alpini che weekend del 8-10 maggio torneranno in centro Italia per il raduno nazionale dopo parecchi anni. Inutile ricordare che Latina raccoglie il testimone dell’adunata nazionale da Bassano 2008 e per l’occasione ha definito nel dettaglio un ricco programma di eventi carichi di significati storici e simbolici che inizierà in anticipo, con l’udienza generale di Papa Benedetto XVI, mercoledì 6 maggio, alle ore 10.30 nel sagrato della basilica di San Pietro in Roma. Al termine della cerimonia il Pontefice saluterà l’Associazione Nazionale Alpini, ricordando lo spirito cristiano che ha animato 2 grandi figure: il venerabile Don Carlo Gnocchi e Don Secondo Pollo, presbitero e militare alpino.

GIOVEDÌ 7 maggio 2009

Alle 10.45 nella sala conferenze del Palazzo della Cultura di Latina, è fissata la conferenza stampa di presentazione dell’evento e del “Libro verde della solidarietà”, un volume in cui sono state catalogate e schedate tutte le iniziative umanitarie promosse dai gruppi alpini.

Alle 16 in parco Arnaldo Mussolini sarà inaugurata la “Cittadella degli alpini”, un’esposizione dei mezzi e delle attrezzature militari attualmente in uso nei reparti

Alle 17.30 è prevista l’inaugurazione di quattro interessanti mostre:

– le divise storiche degli alpini, a cura dell’Associazione “Fiamme Verdi” (c/o il Museo “Duilio Cambellotti”)

– i bozzetti del concorso “manifesto e medaglia 82ˆ Adunata Latina 2009” nel foyer del teatro comunale “Gabriele D’Annunzio”

– I.F.M.S. e Borghi pontini (nell’emiciclo galleria Palazzo M)

Alle 18.30 infine ci sarà il conferimento della cittadinanza onoraria all’ANA, presso la Sala Consiglio Comunale di Latina.

VENERDÌ 8 maggio

Alle 8 il rito all’alzabandiera in piazza della Libertà. Di lì, il corteo andrà a deporre una corona d’alloro sul monumento ai Caduti di tutte le guerre in parco “Arnaldo Mussolini”, poi al monumento ai bonificatori in piazza del Quadrato ed infine al monumento alle portatrici carniche (Plotzner Menti) a Sabaudia.

Alle 10.45 avrà inizio una solenne celebrazione di deposizione della corona presso il cimitero americano di Nettuno ed a seguire preso il Campo della Memoria, sempre a Nettuno.

Alle 17.30, al teatro Armando Cafaro, si terrà un incontro tra il presidente e i consiglieri nazionali dell’associazione nazionale e i portavoce delle sezioni straniere.

Alle 19.30 in piazza San Marco (lato Casa del Combattente) prenderà avvio la sfilata dei gonfaloni della Regione, della Provincia di Latina e di tutti i suoi Comuni. A questi vessilli si aggiungeranno poi il labaro dell’Associazione e la “bandiera di guerra”. Lo sfilamento passerà per corso della Repubblica, via E. di Savoia, largo vittime di Nassiriya, via Don Morosini, viale XXIV Maggio, viale XVIII Dicembre per tornare in corso della Repubblica e piazza del Popolo al Municipio.)

Alle 21.00, la giornata si chiuderà con

– il patto di amicizia tra Bassano del Grappa (Montegrappa) e Latina (Borgo San Grappa) presso il campo sportivo -B.go Grappa

– il concerto di Cori e Fanfare e manifestazioni di carattere alpino nelle piazze e per le strade della Città e della Provincia

SABATO 10 maggio

Alle 10.30 il teatro comunale Gabriele D’Annunzio ospiterà l’incontro tra le delegazioni Ana estere, quelle della Federazione internazionale delle truppe da montagna e dei militari stranieri.

Alle 12 allo stadio comunale si potrà assistere ad uno spettacolare lancio di paracadutisti.

Alle 15.00, inaugurazione del parco cittadino in viale Le Corbusier.

Alle 17 il vescovo di Latina e i cappellani militari celebreranno in piazza San Marco una messa in suffragio dei Caduti.

Alle 18.30 il sindaco e il presidente dell’Ana saluteranno al teatro comunale Gabriele D’Annunzio tutte le autorità e i presidenti di sezione.

Alle ore 19.00, verrà celebrata la Santa Messa dell’esule nella Chiesa dell’Immacolata.

In contemporanea inizierà il concerto delle fanfare dei congedati delle Brigate Alpine e carosello della fanfara militare presso lo stadio Comunale “D. Francioni”.

Alle 20 proseguiranno le esibizioni dei cori e delle fanfare nei comuni limitrofi.

Alle 20.30 al teatro comunale Gabriele D’Annunzio si terrà il concerto ufficiale di cori alpini, cui seguirà, alle 23.30 uo spettacolo pirotecnico.

DOMENICA 11 maggio

La giornata finale è come tradizione dedicata alla sfilata delle sezioni e dei gruppi alpini che dall’area del mercato scoperto – via dell’Agorà e laterali confluiranno in via Isonzo angolo via Priverno, imbandierate per l’occasione con il tricolore. Qui, prima della partenza del corteo, saranno resi gli onori iniziali, mentre davanti alle tribune d’onore di piazza del Popolo si porterà omaggio alla bandiera e alla massima autorità presente. Dopo aver percorso via Isonzo, viale Marconi, corso della Repubblica, piazza del Popolo e via Carturan, le ottanta sezioni italiane, quelle straniere e tutti gli alpini che prenderanno parte alla parata, si fermeranno in piazza Carturan, dove il rito dell’ammainabandiera chiuderà nel tardo pomeriggio l’ottantaduesima adunata.

di Liliana Giordano, Piero Arissone