La vera fiaba di Donnona

maggio 20, 2007 in il Traspiratore da Simona Margarino

C’erano una volta…

1 strega di nome BiancaNeve con i suoi 7 tronconi di dita (“i miei piccoli nani”)

1 mago chiamato TartufoNero

101 cani d’annata 843 a.C. pieni di bolle

3 fratelli porcellini specializzati nella riproduzione

1 maiale soprannominato Er Principe.

E poi, soprattutto, c’era lei, Donnona, Dea sovrana di tutto il Reame, orribile vergine immortale, violenta matrona, faccia tosta dal potere inattaccabile. Dal primo vagito, “ueevvia, ueevvia”, il mondo misero che una predizione aveva previsto sarebbe cambiato le parse striminzito. A dieci mesi il pugno destro le scappò di mano per una carezza al patrigno guardone. A 15 anni, quando il cognato le strinse inavvertitamente il collo, concepì l’idea strabiliante di una scatola di cemento con porta blindata e grate di ferro sul buco della finestra. A 30 anni esiliò il rivale Mezzacalzetta, a 40 dichiarò guerra a Omolandia, a 50 perse e…

…insomma, sappiamo (?) cosa ne è stato. Quel che resta della sua storia felice è nei sogni dei bambini, il resto è un cerchio che finisce daccapo.

C’era una volta…

Il Traspiratore – Numero 59

di S. Margarino