La Juve reagisce

aprile 10, 2006 in Sport da Giovanni Rolle

Finisce 1-1 la gara di posticipo fra Juventus e Fiorentina. Una Juve dai due volti, quella che si è vista contro la squadra di Prandelli, spenta ed imbarazzante nella prima frazione, orgogliosa ed arrembante nella ripresa.

Le formazioni in tribuna stampa annunciano la presenza di Buffon tra i pali, ma il portiere della Nazionale durante il riscaldamento negli spogliatoi si è procurato un risentimento muscolare che lo obbliga a dare forfait all’ultimo minuto e a cedere il posto ad Abbiati.

E’ un buon inizio quello della squadra viola, che attorno al quarto d’ora avrebbe l’occasione per passare in vantaggio. Zebina colpisce fallosamente Toni in area bianconera e l’arbitro Pieri indica il dischetto del calcio di rigore. Jimenez si incarica dell’esecuzione, ma la battuta del giocatore cileno è quanto di peggio si possa vedere in un calcio di rigore, in quanto la sua conclusione risulta essere debole e piuttosto centrale, agevolando la parata di Abbiati, il quale intuisce la direzione del tiro. Le manovre della squadra di Prandelli continuano a creare problemi alla retroguardia juventina, che riesce a salvarsi anche con un po’ di fortuna dal subire la rete del vantaggio viola. Questa volta è il palo a ribattere una deviazione di Giannichedda nel tentativo dell’ex laziale di anticipare Jorgensen sul traversone di Fiore. La Fiorentina riesce a segnare un gol ma la posizione di Jimenez è di fuorigioco sul pur precisissimo lanc io di Fiore.

Nella prima frazione si vede quasi solo la Fiorentina. Gli uomini di Prandelli continuano a macinare gioco, ma non riescono a mettere a segno la zampata decisiva per mettere ko una Vecchia Signora che appare spenta come in occasione dell’ultima sfida contro l’Arsenal in Champions League. Jimenez apre sulla destra per Jorgensen che mette in mezzo per Toni, il quale dilapida una ghiotta occasione, deviando la sfera a lato della porta difesa da Abbiati. Nel finale di tempo si vede finalmente anche la Juve, con un interessante cross di Giannichedda che Del Piero riesce però solo ad incornare sopra la traversa. Quello che la Fiorentina avrebbe meritato nel primo tempo lo ottiene all’inizio di ripresa: è Toni a portare in vantaggio la formazione toscana sul traversone di Jimenez. Per il capocannoniere del campionato si tratta della rete numero 27. Il gol del vantaggio viola sembra far scattare una molla nei giocatori di Capello. La Juve smette di essere quella abulica vista nella prima frazione ed i bianconeri cominciano a costruire azioni di un certo rilievo dalle parti dell’area toscana. E poco dopo il quarto d’ora arriva il pareggio. Vieira serve Del Piero, il quale cerca e trova l’angolo basso rimettendo in carreggiata la formazione capolista. Al gol dell’1-1 segue una mezz’ora equilibrata, nella quale il gioco ristagna soprattutto a centrocampo. E nel finale i bianconeri per poco non riescono a vincere la partita, con la traversa che respinge un’incornata di Vieira sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Poco dopo è Ibrahimovic a fallire clamorosamente il bersaglio dopo una bella giocata di Mutu, con sponda a centro area di Zalayeta. E quindi, nel recupero, il gigante svedese non riesce ad intervenire sul pallone a deviare in gol un diagonale dell’uruguagio. Ma per la

Juventus vista nel primo tempo i tre punti sarebbero stati forse troppi.

JUVENTUS-FIORENTINA 1-1

  • RETI: 2’st Toni, 17’st Del Piero.

  • JUVENTUS: Abbiati; Zebina, Thuram, Kovac, Zambrotta; Camoranesi (10’st Mutu), Giannichedda (17’st Blasi), Vieira, Nedved; Del Piero (25’st Zalayeta), Ibrahimovic. All. Capello. A disposizione: Buffon, Balzaretti, Pessotto, Chiellini.

  • FIORENTINA: Lobont; Ujfalusi, Dainelli, Gamberini (39’st Kroldrup), Pasqual; Fiore, Brocchi, Donadel, Jorghensen; Jimenez (34’st Bojinov); Toni. All Prandelli. A disposizione: Berti, Pancaro, Di Loreto, Di Carmine, Montolivo.

  • ARBITRO: Pieri.

  • AMMONITI: Thuram; Kovac, Brocchi, Dainelli, Ujfalusi.

  • SPETTATORI: 27.656.

    di Giovanni Rolle