Il ricco cartellone delle Olimpiadi della Cultura

febbraio 9, 2005 in Sport da Redazione

A un anno dai Giochi Olimpici è stato definito il cartellone delle Olimpiadi della Cultura: prodotto dalla sinergia tra il TOROC e le istituzioni del territorio, è stato presentato oggi in anteprima in una conferenza stampa al Teatro Gobetti di Torino.

Questo programma culturale – ha detto Evelina Christillin vice presidente vicario del TOROC – non avrebbe potuto esistere senza il contributo delle istituzioni. Penso che il prodotto finale sia di alto livello, ma spetterà al pubblico giudicarlo. Sono orgogliosa del modo in cui è stato ideato questo progetto: una sinergia tra TOROC e istituzioni e tra le istituzioni stesse, che rimarrà in eredità al territorio anche dopo il 2006. Questa collaborazione conferma che anche nel mondo della cultura è stato accolto e applicato uno dei principali temi dell’Olimpismo e dello sport: la partecipazione e la coralità.

Le Olimpiadi della Cultura sono pianificate dal Comitato Organizzatore dei Giochi su mandato del CIO. Il TOROC ha scelto fin dall’inizio di coinvolgere chi sul territorio produce cultura, mettendo a punto insieme le linee guida per facilitare le scelte nel mare magnum rappresentato dalla cultura italiana, e coordinando fin dall’inizio il progetto. Le linee guida, che hanno individuato il corpo come trait-d’union fra arte e sport, si possono riassumere in tre concetti: locale, globale e contemporaneità. Tre concetti attraverso i quali si esprime questo programma suddetto, che ha anche l’importante obiettivo di mostrare al pubblico dei Giochi il meglio del Paese ospite. Il programma si compone di più discipline artistiche: arte contemporanea, arte antica e classica; musica classica, contemporanea, extra-colta e popolare; opera lirica; teatro e teatro danza; cinema, letteratura. Un programma variegato e intenso che non vuole offrire solo intrattenimento, ma far vivere al pubblico un’esperienza unica. Torino si fa così promotrice dei valori dell’Olimpismo che rimarranno indissolubilmente legati al suo territorio.

Il programma definitivo delle Olimpiadi della Cultura così come il “titolo” che verrà loro assegnato e l’immagine coordinata che le caratterizzerà, saranno presentate prima dell’estate. In quell’epoca verranno anche messi in vendita i biglietti per assistere agli spettacoli che si svolgeranno durante i Giochi Olimpici (10-26 febbraio) e Paralimpici (10-19 marzo) del 2006.

Presenting Sponsor delle Olimpiadi della Cultura è il gruppo Finmeccanica.

di redazione