Il CIO: Torino 2006 è sulla strada giusta

giugno 13, 2005 in Sport da Redazione

Dopo tre giorni di riunioni e la visita a tutti gli impianti olimpici, in città e in montagna, la Commissione di Coordinamento del CIO ha concluso con successo la sua nona e penultima visita a Torino. Oltre a passare in rassegna i progressi del TOROC e delle istituzioni pubbliche nell organizzazione dei Giochi, la Commissione ha rivolto la propria attenzione ai servizi offerti agli atleti, alle Federazioni Internazionali, ai Comitati Olimpici Nazionali, ai media, agli spettatori e agli sponsor. Abbiamo constatato grandi progressi – ha dichiarato il presidente della Commissione Jean-Claude Killy – nei lavori di costruzione delle infrastrutture e di abbellimento della Città, che stanno rispettando la tabella di marcia. La qualità delle costruzioni e il lavoro del Comitato Organizzatore potranno offrire un esperienza indimenticabile agli atleti, che arriveranno a Torino fra meno di otto mesi. Dall ultima visita, avvenuta il dicembre scorso, è stata trovata soluzione alle preoccupazioni legate al bilancio che ha dato un nuovo slancio al lavoro del TOROC. Il CIO ha accolto con soddisfazione la rinnovata cooperazione tra le istituzioni, che ha portato a risultati positivi. La prossima visita della Commissione avrà luogo a novembre, quando la costruzione di tutti gli impianti e delle infrastrutture dovrà essere completata, in tempo utile per gli ultimi test, decisivi per organizzare Giochi Olimpici di successo. Resta comunque ancora molto lavoro da fare. Il CIO è fiducioso che le attività residue potranno essere completate con successo e che i Giochi Olimpici rispecchieranno le eccellenze dell Italia.

Sono soddisfatto – ha detto il presidente del TOROC Castellani – che il TOROC, le istituzioni, l Agenzia Torino 2006 (in altre parole il sistema che ruota intorno a Torino 2006) abbiano presentato una situazione che consente di guardare al futuro con serenità. L impegno dell onorevole Pescante, il sostegno del Governo e la piena collaborazione degli enti locali rappresentano la garanzia di successo che il CIO e tutto il mondo dello sport si aspettano dall Italia. In particolare il rispetto dei tempi nella costruzione degli impianti, gli interventi legislativi presentati ieri dall onorevole Pescante e l accordo con la Rai, rappresentano i risultati più concreti degli sforzi di questi mesi.

La firma dell accordo con Sviluppo Italia che avverrà domani a Roma – ha aggiunto il direttore generale del TOROC, Cesare Vaciago, – ratifica definitivamente gli accordi presentati alla Commissione di Coordinamento. Ora, nei 246 giorni che ci dividono dai Giochi, i nostri sforzi devono essere orientati sulla gestione più efficace del processo di venuization, e cioè la riorganizzazione del personale nei siti di gara e sul territorio: una sfida nella sfida che sono certo riusciremo a vincere.

Nel corso dei lavori, il TOROC ha preso atto con soddisfazione della conferma da parte della FIS che le gare di SuperG femminile si svolgeranno come previsto sulla pista di Fraiteve a Cesana San Sicario, fatte salve le modifiche previste da TOROC e Agenzia Torino 2006 in accordo con la FIS che renderanno il percorso ancora più impegnativo. Domani, dalle ore 12, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi riceverà a Palazzo Chigi i vertici del TOROC, delle isituzioni locali, dell Agenzia Torino 2006. I giornalisti che volessero seguire l’evento devono accreditarsi attraverso l’ufficio stampa di palazzo Chigi mandando un fax su carta intestata del proprio giornale al seguente numero: 06 6798648. Il fax deve riportare nome, cognome, dati anagrafici e motivo dell’accredito. A seguire, presso la Galleria Alberto Sordi (Piazza Colonna), verrà inaugurata la mostra Torino – 2006 Olympic Winter Games and More.

di redazione