Il Barbaresco fa strage di cuori in Russia e diventa VIP

marzo 3, 2011 in Enogastronomia da Redazione

Al vino rosso piemontese è stato dedicato un ristorante a San Pietroburgo: una vetrina dell’eccellenza e un’efficace azione promozionale a costo zero. E continua tra le stelle del cinema la promozione del grande rosso piemontese: dopo Depardieu è il regista americano Eastwood ad esser atteso nelle Langhe per la sua citazione nell’ultimo film “Hereafter”

Ristoante Barbaresco San PietroburgoSul prestigioso vin rosso Barbaresco due belle notizie dall’Enoteca regionale del Barbaresco. Pochi giorni fa è stato infatti inaugurato il ristorante Barbaresco a San Pietroburgo, un nuovo locale di tendenza nella prestigiosa città russa. Inoltre l’Enoteca stessa, in collaborazione con l’Istituto per il Commercio Estero, è già al lavoro per favorire le importazioni di etichette di Barbaresco Docg, creando nuove opportunità di business per le oltre 130 cantine del territorio associate.

Ristorazione, commercio e VIP! Già perchè il Barbaresco sta entrando nelle pellicole cinematografiche di registi acclamati e non solo! E questa è la seconda bella notizia. Dopo la star Depardieu, un altro famoso rappresentante del cinema, l’attore e regista Clint Eastwood, potrebbe conoscere da vicino la realtà del Barbaresco: le Langhe. Nel suo ultimo film, “Hereafter”, Eastwood osanna infatti il vino Barbaresco, facendo dire al cuoco di una scuola di cucina, durante una lezione a cui prende parte il protagonista (Matt Demon), che “… ci scalderemo con un buon bicchiere di Barbaresco: un fantastico vino del Piemonte, nel nord dell’Italia, fatto con uve nebbiolo. Bevetene un sorso, coraggio … Salute!”.

Ma torniamo all’inaugurazione del ristorante Barbaresco e alla kermesse che ha visto le luci della ribalta puntate sul vino le Langhe e la qualità dei prodotti italiani.

Oltre 500 persone, tra Vip, giornalisti, importatori e intellettuali, hanno partecipato invece alle due serate di inaugurazione del ristorante più trendy di San Pietroburgo, il nuovissimo “Barbaresco”, già in cima alla lista dei migliori locali della città russa grazie a un’offerta enogastronomica e all’attrattività di uno dei territori del vino più famosi al mondo, le Langhe. Per i produttori piemontesi il ristorante Barbaresco è una vetrina illustre e uno spazio concepito per raccontare un territorio unico al mondo attraverso i sapori e i suoi grandi vini. Vien riproposta l’atmosfera di una caratteristica trattoria delle Langhe, anche con le immagini del piccolo paese di Barbaresco, simbolo del saper fare e del miglior stile di vita italiano. Tutto questo a due passi da Prospettiva Nevskij, il salotto di una metropoli colta e ricca, che rappresenta la porta d’ingresso in un Paese, la Russia, in forte crescita economica.

russia barbaresco restaurant VIPIl ristorante Barbaresco nasce da un pool di imprenditori russi, che fanno capo alla società Global Point, specializzata in comunicazione, che si sono letteralmente innamorati delle nostre colline e del vino che solo su queste colline si produce. Testimonial del locale, e dei suoi valori piemontesi ed italiani, è invece stata una star francese, amante del nostro Paese e gran conoscitore del mondo del vino, l’attore Gerard Depardieu.

Hanno inoltre partecipato personalmente tre produttori di Barbaresco (Italo Stupino per Castello di Neive, Roberto Minuto per Cascina Luisin e Alberto di Grésy per Tenuta Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy). La degustazione libera si è svolta in soli magnum, con 11 aziende partecipanti (era necessario essere già presenti sul mercato russo); oltre alle tre già citate sono stati degustati i vini di: Sottimano, Ceretto, Bruno Rocca, Produttori del Barbaresco, Albino Rocca, Prunotto, Cà Nova e Moccagatta. Tutti i vini hanno riscosso un grande apprezzamento da parte del pubblico.

“Il fatto che il ristorante più trendy della città sia stato dedicato al Barbaresco è un grande onore e un segnale importante di come certi mercati siano diventati in breve tempo maturi e ricettivi. – sottolinea il vice-Presidente dell’Enoteca, Pietro Giovannini – Avere una casa “Barbaresco” in una delle Capitali della Cultura Europea ci permetterà di intraprendere da oggi azioni di co-marketing per aiutare il Barbaresco, con tutti i suoi produttori, ad affermarsi anche in Russia come uno dei più grandi rossi del pianeta. Ed è stato bello sentire da un attore come Gerard Depardieu, conosciuto e stimato in tutto il mondo, parole di ammirazione per l’Italia e il Piemonte, descritto come la terra del bello e del buono. Ringraziamo di cuore gli amici della Global Point per l’invito e per questa grande occasione di visibilità. Un ringraziamento particolare va poi all’Ente del Turismo Alba Bra Langhe Roero e alla Regione Piemonte per la consolidata collaborazione nel realizzare le tantissime iniziative organizzate in questi anni”.

di Randomix