I IX Giochi Paralimpici Invernali Torino 2006

gennaio 12, 2006 in Sport da Redazione

Sono state presentate al teatro Carignano di Torino le Paralimpiadi Invernali di Torino 2006, che si svolgeranno dal 10 al 19 marzo.

L’edizione torinese della Paralimpiade è particolarmente significativa in quanto i numeri che la rappresentano sono già un record rispetto a quelli delle precedenti edizioni: 10 giorni di eventi; 5 discipline (Sci Alpino, Sci di Fondo, Biathlon, Hockey su slittino, Curling); 4 Comuni sedi di gara (Torino, Sestriere, Pragelato, Pinerolo); 2 Villaggi Paralimpici (a Sestriere e a Torino); 58 medaglie in palio; 1.300 persone previste fra atleti, guide, tecnici e responsabili sport in rappresentanza di 40 nazioni; 3.000 volontari; 1.000 rappresentanti dell’Ipc (International Paralympic Committee), dei Comitati Paralimpici Nazionali e delle Federazioni; 1.000 giornalisti e operatori dei Media; 1.000 ospiti e rappresentanti degli sponsor; 200.000 spettatori previsti.

“I Giochi Paralimpici sono un evento sportivo, sociale e culturale di importanza primaria nel calendario dello sport mondiale – commenta Tiziana Nasi, Presidente del Comitato Paralimpico Torino 2006 – e sono il naturale proseguimento e completamento dei Giochi Olimpici. I valori trasmessi dal Movimento paralimpico trascendono infatti quelli puramente sportivi e portano a considerare con maggiore attenzione le persone diversamente abili. Lo sport, in particolare quello praticato a così alto livello, mostra quanto vi siano solo “abilità diverse” e non “minori abilità”.

L’importanza dei Giochi è testimoniata anche dall’impegno della RAI: sono infatti assicurate “le dirette” delle cerimonie più importanti, come quella dell’accensione della Fiamma Paralimpica (1 marzo 2006) e quella dell’Apertura (10 marzo 2006 alle ore 18,00). I palinsesti dell’emittente di Stato manderanno, giornalmente, in onda tutte le gare, sia “in chiaro” sia su satellite: promuoveranno l’evento con “speciali”, con spot promozionali e con tutta una serie di azioni comunicazionali di grande significato, non soltanto sportivo.

di Redazione