Fiorentina-Juve 0-0 : Mal di Viola

aprile 18, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

L’ occasione era davvero ghiotta, come spesso è capitato in questo campionato, con il calendario ed i risultati che proponevano ai bianconeri la possibilità di accorciare ulteriormente le distanze in classifica, sognando anche di superare la Roma a stelle e strisce. Ma questo è anche il turno da giocare al Franchi contro la Fiorentina di Mihajlovic, squadra capace di far giocare male chiunque le si pari davanti, soprattutto i bianconeri. All’ andata fu pareggio grazie ad una punizione nel finale di Pepe, questa volta le squadre non riescono nemmeno ad impensierire più di tanto i portieri avversari. Del Neri punta nuovamente sul 4-2-3-1 con Matri da solo in avanti, dimenticandosi forse che il meglio nell’ ultimo turno contro il Genoa si era visto con Toni ad affiancare la punta ex Cagliari. Krasic continua a mostrare poca brillantezza mentre, dopo la grande prova dell’ ultima gara, Pepe non riesce ad incidere pericolosamente nonostante la buona forma fisica. Ne viene penalizzato sicuramente Matri che, tutto solo là davanti deve abbassarsi spesso e decentrarsi per permettere gli inserimenti dei suoi compagni che non arrivano mai. Per fortuna che torna a splendere la coppia Bonucci-Barzagli impedendo a Mutu e Gilardino di impensierire Buffon al rientro dopo gli acciacchi fisici. Niente è ancora perduto, nonostante la vittoria laziale a Catania, ma le partite che restano al termine del campionato, seppur fitte di scontri diretti e difficili per le avversarie dei bianconeri, son sempre meno e il lumicino della speranza Champions pare affievolirsi sempre di più.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    FIORENTINA (4-3-3): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Kroldrup, Pasqual; Behrami (31’ s.t. Donadel), Montolivo, Vargas; Cerci (24’ s.t. Liajic); Mutu, Gilardino.

    A disposizione: Frey, Camporese, Comotto, D’Agostino, Babacar.

    Allenatore: Mihajlovic

    JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 6; Motta 6.5 (13’ s.t. Sorensen 6), Bonucci 7, Barzagli 7, Grosso 6; Melo 6, Aquilani 6; Krasic 5 (14’ s.t. Del Piero 6), Marchisio 7, Pepe 5.5; Matri 5 (27’s.t. Toni 6).

    A disposizione: Storari, Traore, Salihamidzic, Martinez.

    Allenatore: Del Neri

    RETI: –

  • La partita

    Il primo tempo è di fattura viola, anche se le vere occasioni da rete sono davvero poche. Al 14° una palla di Montolivo per Cerci, tiro deviato che supera di poco la traversa. Buffon blocca facilmente al 16° un tentativo di tiro di Gilardino, mentre al 21° Mutu calcia fuori. Al 23° Vargas prova rasoterra ma Buffon deve solo raccogliere il pallone. Montolivo al 27° prova il tiro da sinistro, conclusione smorzata che blocca Buffon. Il primo tentativo bianconero al 31° con Matri che prova un tiro cross da destra che finisce poco sopra la traversa. Al 39° chiude la prima frazione di gioco Pepe con una punizione da sinistra troppo su Boruc che fa sua senza problemi. La ripresa comincia con una grandissima occasione per gli uomini di Del Neri su angolo al 2°, Bonucci deve solo spingere in rete di testa ma la consegna tra le braccia di Boruc. Il secondo tempo è più vivace ed al 4° un cross da destra di Cerci viene spizzato da Gilardino di testa finendo di poco fuori. Entra Del Piero ed al 15° con un dribbling in area è subito protagonista calciando a colpo sicuro, ma Boruc respinge. Le squadre non trovano la porta fino al 34° quando Pasqual tenta il tiro che finisce però fuori. Due minuti ed i bianconeri hanno un’ altra grande occasione ma Toni e Marchisio si ostacolano in area graziando Boruc. Al 38° Marchisio prova il tiro da destra in area ma trova solo l’ angolo. Nel finale la Fiorentina prova a vincere ma Mutu non trova la forza giusta per tirare al 42° mentre su Gilardino interviene Bonucci a salvare in angolo al 44° e finisce a reti bianche.

    Campionato sempre più rossonero con la Samp cacciata sempre più in zona retrocessione ed i nerazzurri battuti anche dal Parma dopo l’ eliminazione di Champions. La Roma battuta dal Palermo all’ Olimpico ringrazia i bianconeri per non averla superata in classifica mentre la Lazio riprende quota e quote Champions. L’ Udinese orfana di Sanchez e Di Natale fa il colpaccio a Napoli.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas