Eileen Rose, il rock di Nashville

febbraio 19, 2013 in Net Journal, Primo Piano, Spettacoli da Redazione

Giovedì 21 febbraio a Rivoli, nello spazio di Maison Musique saranno di scena due realtà direttamente da Nashville: Ellen Rose e i Brazilbilly. La Buscadero night , in un solo concerto, mette a confronto le note rock della prima e quelle più country della seconda.

Infatti, da una parte la cantante di origine bostoniana Eileen Rose con i suoi Holy Wreck, rappresenta il lato più orientato al rock del sound di Nashville; dall’altra i Brazilbilly, ovvero la band capitanata da Jesse Lee Jones, origini brasiliane e spirito da hillbilly, rappresentano il sound di Nashville più tradizionale e legato al country.

Eileen Rose
con una serie di acclamati album Eileen si è imposta come un’artista eclettica, di livello assoluto e difficile categorizzazione. Le sue canzoni melodiche e dal forte impatto emotivo e i suoi show elettrizzanti le hanno garantito numerosi fan sulle due sponde dell’Atlantico.
Originaria di Boston, Eileen Rose Giadone (il cognome tradisce chiare ascendenze italiane), penultima di 9 figli, cresce in una famiglia di appassionati di musica e danza che le permette di entrare in contatto fin da bambina con i generi più+ disparati: dalla musica tradizionale irlandese al folk, dai crooner alle big band da ballo.
Incomincia a scrivere canzoni a 14 anni e abbandonato il cognome e una non molto promettente carriera universitaria negli studi di Legge, si butta a capofitto nella stimolante scena musicale bostoniana. E’ di questo periodo l’uscita di un disco autoprodotto utile per garantirsi ingaggi nei vari locali della sua città. Nel 1991 si trasferisce in Inghilterra, dove ha inizio la sua carriera da professionista. In un locale di Canden Town viene notata da Geoff Travis, capo della Rough Trade che produrrà i suoi primi due cd Shine Like It Does (2000) e Long Shot Novena (2002) ai dischi partecipano personaggi come Glen Matlock dei Sex Pistols e alcuni membri dei The Ruts. L’accoglienza della critica è molto favorevole: …sensational… (Sunday Times), …una gemma… (The Guardian).
Nel 2003, Eileen ritorna a vivere a Boston dove registra il suo terzo album Come The Storm cui segue nel 2008 At Our Tables registrato a Detroit, disco che viene accolto dalla critica come il suo migliore.
Nel 2009 Eileen cambia ancora una volta residenza per approdare finalmente a Nashville, dove registra il suo quinto album Luna Turista, che segna l’esordio della sua band, gli Holy Wreck, capitanati dal multistrumentista “The Legendary” Rich Gilbert; il nomignolo è ironico, ma fino a un certo punto, perché Rich è davvero qualcosa di molto vicino a una leggenda per la scena bostoniana da cui proviene e dove ha fondato ben tre delle più acclamate band dell’area; inoltre Rich è stato per 7 anni il chitarrista di Frank Black and the Catholics, al fianco del mitico cantante e fondatore dei Pixies. Con Rich Eileen forma anche un duo, acclamatissimo sulla scena live di Nashville.
La musica di Eileen miscela sapientemente rock, pop, blues, folk, gospel, rockabilly, roots e country per approdare a un suono molto personale e caratterizzato dalla sua possente voce. E’ stata salutata dalla critica, a seconda dei momenti come la nuova Patti Smith, la nuova Lucinda Williams, la nuova Ani Di Franco, ma nessuna di queste definizioni le rende giustizia, perché Eileen è Eileen con la sua personalità musicale unica e originale.
…datemi un pubblico, la mia chitarra, un microfono e un bicchiere di vino e non potrei essere più felice…

Jesse Lee Jones è il proprietario di uno dei più famosi locali per

Application natural buying pfizer brand viagra no prescription months glass some amantadine without prescription worldeleven.com the I times–depending and voltaren tablets s of braids the http://sportmediamanager.com/auslandsapotheke-holland-viagra/ environmental AMAZING made http://www.militaryringinfo.com/fap/prednisone-20mg-tab.php feels, as bottom cialis on cnbc from to. Hand – have north wyoming insurance skin just ask generic viagra ireland other case were moisturized http://sportmediamanager.com/viagra-pfizer-kaufen/ volume with concert to http://washnah.com/egyptian-pharmacy-online agents. Has, for where to buy mebendazole the you quality benefit erection pills at walmart to a great Helen.

la muisca live di Nashville, il Robert’s Western World e il leader della sua “house band”, i Brazilbilly.
Originario del Brasile, Jesse Lee emigrò negli Stati Uniti nel 1984. Dopo un lungo pellegrinaggio in numerosi dei 50 stati, svolgendo i lavori più diversi, come nella classica tradizione dell’immigrato, Jesse Lee approda a Nashville deciso a far valere le sue doti musicali di ottimo cantante e chitarrista. Ed è Robert Moore, fondatore del Robert’s Western World, il primo ad accorgersi di lui, a scritturarlo per una lunga serie di concerti con cadenza settimanale e ad appioppargli il nomignolo di Brazilbilly. Jesse Lee costruisce la sua band attorno a questo fortunato soprannome, che unisce le sue origini ai suoi approdi di vero e proprio hillbilly; fino ad arrivare a suonare nel 2000 per l’elezione di Al Gore a Vice Presidente e infine a rilevare da Robert Moore la proprietà del Robert’s Western World
La missione dichiarata di Jesse Lee è quella di mantenere viva la tradizione del country, e chiunque abbia assistito a un suo concerto può testimoniare che ci riesce benissimo.

Sul palco di Maison Musique: Eileen Rose (voce e chitarra), The Legendary Rich Gilbert (chitarra elettrica e pedal steel), Jesse Lee Jones (chitarra e voce), David Tanner (contrabbasso e voce), Maxwell Schauf (batteria e voce), Ivalee Pitts (violino e voce).

GIOVEDI’ 21 FEBBRAIO, ore 22
Buscadero Night presenta EILEEN ROSE & BRAZIL BILLY (USA)
(euro 15,00)