Come foglie secche

novembre 6, 2005 in Poesie da Tiziana Fissore

foglie

Sentire il rumore dei propri passi

su foglie secche sotto i nostri piedi,

bearsi gli occhi guardando archi e cupole

di foglie giallo oro, arancione e rosso

brillanti al sole ma mosse da un vento

non più caldo ma già portatore

di profumi non più sfacciati ed afosi

bensì di aromi nascosti e pudici

di umidità emanati dalla terra.

Udir tra il fogliame nascoste fughe

di piccoli animali verso tane

sicure ed accoglienti contro il freddo

che prima o poi arriverà

e sentire il bisogno di tornare

nella nostra tana dove i ricordi

ci ripareranno dal freddo incognito

di quel futuro che ci staccherà

con forza dall’albero della vita,

per fare di noi un tappeto gemente,

scricchiolante, fremente, calpestato

dai passi insensibili del destino.

Capire che la bellezza se ne va

lasciando colori, suoni, profumi

come un tappeto di foglie secche…

di Tiziana Fissore