COCO AVANT CHANEL

luglio 1, 2009 in Cinema da Barbara Novarese

Coco ChanelSemplice, puro e gelido come acqua di sorgente. Nessuna divagazione, nessun particolare descritto oltre il necessario.

Sobrio, triste, profondo.

Una storia raccontata senza altro scopo che raccontarla.

Se il regista amasse oppure no il personaggio del suo film, non si percepisce neppure per un attimo. Non ci sono scene d’amore mieloso né di struggente sofferenza… solo concretezza che attraversa lo schermo con asettica criticità.

Il fascino e la dolcezza di Tautou non sono strumentalizzate anzi, ne perde come donna ne acquista come attrice. E’ perfetta in questo ruolo costruito sul silenzio. Magra come una top model, senza sensuali rotondità ma elegante ed agile come una gazzella. Dagli occhi non trapelano emozioni, le labbra si dischiudono per sorridere un paio di volte appena ma in quella rarità splende il sole.

Anne Fontaine non ha conosciuto direttamente Gabrielle Chanel e si è documentata sia attraverso i libri che attraverso i racconti di una sua stretta collaboratrice. Anne, perciò, evita di costruire profili psicologici fondati sul “sentito dire”, non azzarda pensieri fuorvianti o atteggiamenti ambigui. Non permette che traspaia il surrogato ricostruito dell’animo di Coco poiché il compito di raccontare è affidato alla storia.

Chi era Coco?

I suoi abiti, lo rivelano. La sua eleganza precorre i tempi, il suo stile convoglia la moda verso lo stereotipo della donna moderna. Nel suo passato c’è la nostra epoca che riveste la femminilità anzi scoprirla poiché “è più eccitante immaginare”.

La cronaca degli eventi, che anticipano il successo di Gabrielle, si susseguono con una naturalezza quasi surreale come una partita di scacchi senza pause riflessive tra le mosse degli avversari. Il destino muove il pedone, Gabrielle risponde con il cavallo e così via con un’alternanza quasi soporifera. Eppure non ci si addormenta poiché è interessante ciò che si comprende ed alla fine si vorrebbe aver compreso ancora di più.

Titolo: Coco avant Chanel – L’amore prima del mito

Regia: Anne Fontaine

Anno: 2009

Attori: Audrey Tautou, Alessandro Nivola, Marie Gillain, Emmanuelle Devos, Benoît Poelvoorde, Régis Royer, Etienne Bartholomeus, Yan Duffas, Fabien Béhar, Roch Leibovici.

Paese: Francia.

Durata: 105 minuti.

di Barbara Novarese