Cincinnati si arrende a Ucla

marzo 18, 2002 in Sport da Federico Danesi

Sedici squadre per un sogno. Il torneo Ncaa è arrivato alla sua fase decisiva: domani e dopodomani le gare delle Sweet Sixteen determineranno le otto che si giocheranno l’accesso alle Final Four di Atlanta e ormai restano in corsa solo le migliori, anche se qualche sorpresa non è mancata. La più grossa è stata l’eliminazione della testa di serie numero uno nel torneo West, Cincinnati, battuta 105-101 da Ucla dopo due tempi supplementari.

Archiviata l’era di Kenyon Martin, che due anni fa faceva presagire al titolo, Cincinnati in questa stagione era stata tra le più costanti della nazione, tanto da meritarsi il numero uno ad Ovest, ma non è bastato alla banda di Bob Huggins per arrivare almeno all’atto finale. Contro i Bruins, Cincinnati è stata in vantaggio per larga parte dell’incontro, ma non ha trovato il colpo del k.o. nonostante i 39 messi a referto da Leonard Stokes. Così, portati all’overtime, i biancorossi si sono smarriti, reggendo per i primi cinque minuti, ma crollando alla fine.

Ucla, da molti considerata migliore del numero otto attribuitole dal ranking ad Ovest, giocherà ora contro Missouri, altra squadra che non ha sorpreso più di tanto. Coach Snyder aveva portato la sua squadra ad inizio stagione molto in alto nel ranking nazionale, ma poi Missouri si è un po’ persa, salvo ritrovarsi proprio nel Torneo, grazie anche alla vena di Rush. L’83-67 rifilato a Ohio State (numero 4) parla chiaro. Chi vincerà troverà sulla sua strada la vincente di Arizona-Oklahoma, teste di serie 3 e 2. I Wildcats, che ogni anno perdono pezzi, ma riescono sempre a venire fuori, hanno eliminato Wyoming (68-60), mentre i Sooners hanno fatto fuori Xavier (78-65).

A Sud Duke ha faticato più del previsto per battere Notre Dame (84-77), rimontando solo nel finale di gara, e ora trova Indiana (76-67 a North Carolina Wilmington). Nell’altra gara del gruppo Pittsburgh (numero 3), che ha sconfitto California (63-50) troverà la sempre più sorprendente Kent State (numero 10), capace di battere la numero 2 Alabama (71-58).

Risultati più scontati nel Midwest, dove si incontreranno Kansas (1)-Illinois (4), che hanno eliminato Stanford (86-63) e Creighton (72-60), e Oregon (2)-Texas (6), vincenti su Wake Forest (92-87) e Mississippi State (68-64). Infine nell’East continua la marcia trionfale di Maryland (87-57 a Winsconsin), che nella semifinale di regional se le vedrà con Kentucky (87-82 a Tulsa); chiude il programma la sfida tra U Conn (numero 2, 77-74 a N.C. State) e Soithern Illinois (numero 11, 77-75 alle numero 3 Georgia).

di Federico Danesi