Bologna-Juve 1-2 : Vitamina C

febbraio 22, 2010 in Sport da Tomas

pagelle

La cura ricostituente di Zaccheroni prosegue ed i risultati cominciano a vedersi. Terza vittoria consecutiva, in una settimana condita dai goal ritrovati da Amauri, dalla vittoria ad Amsterdam in Europa League, e dal quarto posto riacciuffato che vuol dire preliminari di Champions. Quella sensazione fastidiosa di impotenza, di sconforto, che rimaneva appiccicata ai giocatori fin dopo la gara, pare essersi dileguata come portata via dal vento, che soffiava forte a Bologna. Il vento delle polemiche arbitrali non ha invece scalfito il clima agonistico della gara, con l’ arbitro che esce senza macchie indelebili da nascondere, rendendo invece difficile il clima sugli spalti dove tornano i soliti cori contro i bianconeri. Clima acceso anche dalle dichiarazioni di Mourinho, snobbate da Zaccheroni in conferenza stampa. Il Bologna esce sconfitto dai bianconeri, ma a testa alta, giocando una buonissima gara con alcune occasioni divorate o non terminate in rete per un pizzico di sfortuna di troppo o convinzione in meno. Gli uomini di Zaccheroni riescono invece a passare in vantaggio subito con Diego, senza però trovare il modo per uccidere la gara. Nel secondo tempo è così il Bologna a riaprire la gara, con l’ ennesimo goal subito dai bianconeri, ma quella nebbia che incupiva la squadra sembra non esserci più, lasciando ai singoli, come Del Piero e Candreva, di trovare nuovamente il vantaggio, ed al collettivo di mantenere il risultato positivo fino al triplice fischio arbitrale. La crescita in fase realizzativa cancella le pecche difensive, dando sempre più convinzione e morale alla squadra. Ed ora la Champions non pare più un miraggio così lontano ed impalpabile, con una diretta concorrente come il Palermo che verrà a Torino a giocarsi le proprie carte. Giovedì il ritorno di Europa League.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    BOLOGNA (4-4-2): Viviano; Zenoni (28’ st Savio), Portanova, Moras, Raggi; Buscè, Mudingay (38’ st Mingazzini), Guana, Casarini; Adailton (15’ st Gimenez), Zalayeta.

    A disposizione: Colombo, Britos, Santos, Succi.

    All. Colomba.

    JUVENTUS (3-4-1-2): Buffon 6; Grygera 6, Legrottaglie 6, Chiellini 6; Salihamidzic 5.5, Felipe Melo 6.5, Marchisio 5.5 (9’ st Sissoko 6), De Ceglie 5.5; Diego 6 (15’ st Candreva 6.5); Amauri 6, Del Piero 7 (41’ st Camoranesi 6).

    A disposizione: Manninger, Cannavaro, Grosso, Trezeguet.

    All. Zaccheroni.

    RETI: 4’ pt Diego, 5’ st Buscè, 21’ st Candreva.

    ESPULSIONI: 45’ st Raggi

  • La partita

    Primo tempo povero di occasioni da rete, con i bianconeri che passano subito in vantaggio grazie ad una percussione vincente di Diego al 4°. Il tiro dal limite del fantasista viene respinto da Viviano, Amauri si avventa sul pallone che finisce nuovamente tra i piedi del brasiliano, tocco a battere il portiere a terra. Il Bologna non si abbatte ed al 19° Zalayeta, servito dalla sinistra, non trova lo specchio della porta calciando la palla fuori da dentro l’ area piccola a destra. I bianconeri si ripresentano davanti a Viviano al 23° con un tiro di Marchisio dalla sinistra che il portiere respinge sui piedi di Diego, tiro che finisce sul palo e poi Viviano manda in angolo. Le occasioni migliori sono però dei rossoblu che al 35° trovano la traversa con una punizione dalla destra di Adailton, mentre allo scadere un cross dalla destra viene calciato incredibilmente fuori da Guana. La ripresa comincia con il pareggio del Bologna al 5°, quando un cross dalla sinistra di Raggi finisce sul palo e poi spinto in rete da Buscè. I rossoblu non si fermano e cercano la vittoria con i bianconeri che sembrano stanchi dopo la gara in Europa. All’ 8° Adailton calcia debolmente tra le braccia di Buffon, poi al 18° Gimenez, entrato da poco e servito da un assist delizioso di Zalayeta, manda sul palo dopo aver dribblato Buffon. Al 20° ci prova Portanova con una rovesciata la cui parabola finisce di poco alta sulla traversa. Un minuto dopo la rete che chiude la gara con Candreva che, entrato al posto di uno spento Diego nella ripresa, servito perfettamente dal capitano si inserisce a destra in area a trafigge Viviano con un tiro rasoterra ad incrociare. Al 26° i bianconeri segnano con Felipe Melo, ma la rete è invalidata dalla posizione in fuorigioco di Del Piero, dopo una buona azione di Amauri sulla destra. Al 35° è ancora Candreva a provare a superare Viviano, ma il pallonetto, sul cross dalla destra di Salihamidzic, viene bloccato dal portiere bolognese. Il Bologna si deve arrendere quando vede l’ ultima occasione di Portanova di testa, finire proprio tra le braccia di Buffon al 42°. Raggi perde poi la testa scalciando Felipe Melo da dietro e viene espulso al 45°.

  • Classifica primi posti

    classifica

    Mentre l’ Inter viene bloccata a S. Siro dalla Samp, con le espulsioni sacrosante di Samuel e Cordoba, lo show da deferimento di Mourinho ed il silenzio stampa da nervosismo pre Champions, la Roma continua la marcia di avvicinamento alla vetta vincendo anche contro il Catania. Genoa, Palermo e Cagliari rimangono in scia per la zona Champions, mentre torna alla vittoria la Fiorentina. Nel posticipo il Milan di Leonardo vince a Bari e allontana le critiche berlusconiane. Mercoledì i recuperi Fiorentina-Milan ed Udinese-Cagliari.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas