Biblioetica

febbraio 26, 2006 in Spettacoli da Roberto Canavesi

Luca Ronconi biblioeticaTORINO – Come quinta ed ultima tappa del Progetto Domani, Luca Ronconi ha scelto di allestire “Biblioetica. Dizionario per l’uso”, uno spettacolo dove lo spettatore è chiamato a scegliere il proprio itinerario drammaturgico, su alcuni dei temi più attuali e controversi del moderno pensiero scientifico, all’interno di uno spettacolo-labirinto che suggerisce non pochi spunti di possibile discussione.

Bioetica, donazioni di organi, eutanasia, medicina omeopatica, questi solo alcuni degli argomenti trattati nei novanta minuti filati di un allestimento itinerante dove la scena di Tiziano Santi è in realtà una serie di spazi chiusi e bui in cui i bravi interpreti riferiscono di teorie scientifiche, piuttosto che costruiscono indipendenti percorsi narrativi. “Biblioetica. Dizionario per l’uso” è però anche un interessante excursus “a stazioni” su alcuni dei più attuali lemmi ad oggi in voga in un dibattito scientifico che periodicamente scuote le coscienze con il suo carico di valenze ideologiche, morali e religiose: la bioetica come strumento di disumanizzazione della figura del medico all’interno di un processo di umanizzazione della medicina, piuttosto che l’eterna riflessione sul concetto di libero arbitrio in ambito di donazione di organi. Biblioetica RonconiE poi ancora le biotecnologie al pari di tecniche con cui destrutturalizzare l’unità di un corpo umano-mosaico, le cui tessere sono gli stessi organi oggetto di indagini e studi. In mezzo a una simile indagine, in perenne oscillazione tra filologia e scienza, trova anche spazio la per nulla scontata parentesi legata al dibattito religione-scienza e religione-morale, in ambito clonazione umana, all’interno di una messa in scena che non intende assolutamente imporre risposte, semmai prospettare le differenti teorie elaborate nel corso degli anni, offrendo e sollecitando elementi di dibattito.

di Roberto Canavesi