Al Teatro Concordia di Venaria il Moove Studios show

luglio 1, 2009 in Spettacoli da Adriana Cesarò

Moove Studios_dance showIl Moove Studios by American Club, ha presentato martedì 16 giugno, al Teatro della Concordia a Venaria Reale, uno spettacolare show di tutte le attività che ogni giorno, coinvolgono migliaia di persone. Oltre centocinquanta i protagonisti del saggio di fine anno, tra istruttori, allievi, soci ed amici, che si sono esibiti sul palco con entusiasmo e bravura. Maestro di cerimonia e presentatore della serata, il direttore Rodolfo Carpanedo che ha preannunciato un divertimento coinvolgente, associato ad un’assoluta valenza tecnica ed artistica. Si apre il sipario e una serie di “foto rubate” sorprendono i protagonisti, ritratti a sorpresa, durante le lunghe ore di prove. Una sequenza di gradevoli messaggi a favore dello del fitness, hanno dato il via agli applausi del pubblico in sala.

Grazie per avere creduto in noi e di aver partecipato così numerosi alla nostra iniziativa. – ha detto Rodolfo Carpanedo – insegnanti e allievi, non si sono mai stancati di provare e, molti saliranno sul palco per la prima volta, ma a loro non è mancata l’energia e la voglia di mettersi in gioco, di trasmettere il proprio entusiasmo attraverso la danza e lo sport, in tutte le sue discipline. Noi del Moove Studios – ha continuato il direttore – abbiamo sempre puntato sulla qualità degli insegnati che, sono il fulcro della nostra forza e del nostro successo

Moove Studios_Venaria Sul palco si susseguono, come veri professionisti, gli allievi insieme ai maestri. Iniziano i giovanissimi con “hip hop” della scuola Daniel Dan Accademy che ha proposto anche altre esibizioni di “master”, “matrix” e “show dance”. Si continua con l’istruttore tunisino, Bilel Zayati con il suo gruppo e la sua danza “afro” ha sprigionato sul palco una grande carica di energia. Il sorprendente e imprevedibile Bilel si è anche esibito in un “passo a due” con Monica Totaro, un’allieva, accompagnati dal bravo musicista e cantante Carmine Ciampa (un hobby condiviso con il fitness). Direttamente da Cuba, Osvaldo e il suo gruppo ha presentato una spettacolare “rueda cubana”. Un “country” ha portato il pubblico presente nel lontano west con la coreografia di Monica Farneti. Annunciato dal direttore, da settembre al Moove Studios, entrerà a far parte della squadra dei bravissimi istruttori, anche Giorgio Finello che, ha presentato balli di “Bachatango”, “bolgie-woogie”, “cha cha swing” e “savage”. Il team di Giorgio Finello andrà in tour con “savage” in vari festival italiani. Una particolare e bella versione di “pilates” è stata presentata dall’insegnante Oriana Rosso. Una miscela di colori e suoni mediterranei hanno introdotto, sul palco, misteriose donne dai costumi scintillanti che, con la seducente sinuosità della “danza del ventre” dell’insegnate Nadija Naar, hanno magicamente trasportato il pubblico in terra d’oriente, dimostrando come una danza, così antica, possa integrarsi armoniosamente con la modernità della danza contemporanea.

Il primo tempo si chiude con lo strepitoso e spettacolare “step stellare” proposto da Gianni Giuffrida, direttore tecnico dell’American Club di cui il Moove Studios fa parte. Absoluty fabulose 8, questo il titolo dell’esibizione di Andrea Fornelli, ballerino, coreografo, scenografo a lui sono bastati: una cornice illuminata, alcuni boa colorati e un grande ventaglio piumato, per realizzare una stupenda scenografia. La sua performance arricchita da cambi di costume, gli ha permesso di immergersi con i suoi otto favolosi personaggi, in un balletto con finale in vestaglia, lasciando al pubblico una carica di inafferrabile sensualità. L’internazionalità degli insegnati continua con il prorompente e coinvolgente “reggaeton” di Franklin Romero, direttamente da Santo Domingo. Giò Bandanas ha presentato un’esilarante “zumba”, un’insieme di balli e musiche di vario genere, coordinati e realizzati dal fantasista istruttore Giò. Con la maestria che lo contraddistingue, ha trasmesso ai partecipanti e al pubblico una enorme carica di vitalità. Indiscutibile la bravura e l’esibizione dei ragazzi di Stefano Pastorelli con la presentazione delle coreografie di “attitude” e “that is the snow”. Gli sportivi di “krav maga” di Luca Calzolari, si sono cimentati nell’esibizione di una dimostrazione di difesa personale, che con sorprendente velocità e fluidità dei movimenti, sorprendono per l’efficacia difensiva.

Alcuni spettatori sono stati baciati dalla fortuna. Attraverso il biglietto d’ingresso, hanno potuto partecipare alla lotteria proposta dall’organizzazione dell’evento. Sei i premi in palio, voluti dai vari sponsor tra cui la Nikon.

Moove Studios_ Balletto Hip HopLa serata si chiude con la soddisfazione di tutti i partecipanti perchè hanno realizzato un piccolo sogno, quello di saper trasmettere il proprio entusiasmo agli amici e parenti che sono venuti ad applaudirli. Molti amici hanno voluto conservare il ricordo dell’esibizione con foto e video, tra questi: Mauro Biolcati Rinaldi, Vionica Gurez e Piero Dal Farra. Tutto questo successo è dovuto all’impegno e alla costanza del direttore del Moove Studios by American Club, Rodolfo Carpanedo. Rodolfo Carpanedo è laureato in Scienze Motorie, ha conseguito Certificazione di Body Building di 1°-2° livello presso I.S.E.F. di Torino. Alcuni dei suoi molteplici attestati sono stati conseguiti presso la Reebok university di step basic choreography. Massaggiatore sportivo C.O.N.I. Membro dell’Unione Nazionale Chinesiology. Molte le sue partecipazioni alle convention mondiali di fitness da San Francisco a Miami e Las Vegas. Un trainer professionista deve essere testimonial di ciò che propone e, Rodolfo Carpanedo è la prova tangibile di un fisico atletico, energico e salutare. Le sue caratteristiche sportive e fisiche gli hanno permesso di essere scelto come testimonial ufficiale di Torino Winter Park, (festival del fitness 2008 2009). Al Moove Studios by American Club, le sue lezioni sono seguitissime. Rodolfo Carpanedo è un instancabile e attento personal trainer.

Moove Studios by American Club, ha registrato anche in quest’anno, un bilancio assai lusinghiero con più di 2.000 presenze, grazie alla formula “la palestra senza abbonamento” esclusiva per lo sport, il fitness e tutte le discipline che ne derivano, adatta a tutti e a tutte le età. Si paga solo la lezione scelta, oppure, si può acquistare un carnet che da diritto ad uno sconto.

Moove Studios by American Club, è la palestra dove trovare la propria forma fisica con spazi riservati ai temi di: danza moderna, walking class, yoga, pilates,spinning, step, aerobica, fitboxe e molto di più.

Per tutte le news e informazioni si può accedere al sito www.moovestudios.com

Moove Studios è in via Bardonecchia 63, Torino

Tel. 011.386584

di Adriana Cesarò