Ad Est di Niente

settembre 29, 2009 in Arte da Redazione

ad est di nienteLa prima mostra allestita nel nuovissimo CENTRO PER LA CREATIVITA’ – FONDAZIONE 107, Ad Est di Niente. Arte contemporanea dell’Asia Centrale postsovietica è un concentrato di fascino: arte moderna ed audace, proveniente da una parte del mondo spesso misterioso e sconosciuto.

La mostra utilizza il termine “Asia Centrale” in senso estensivo, includendovi non soltanto le cinque repubbliche già sovietiche (Kazakhstan, Kirgizistan, Uzbekistan, Tadjikistan, Turkmenistan, che insieme al Xing-Xiang ora cinese già formavano il Turkestan ottocentesco), ma anche l’Afghanistan e la Mongolia, che condividono con esse una fase di dominio sovietico e ampie affinità etniche e culturali.

La configurazione di una Grande Asia Centrale è tra gli eventi maggiori del nuovo millennio e questa mostra intende documentarne l’arte visuale come un fenomeno ampio, innovativo, audace e capace di fare i conti con un tempo di trasformazioni inaudite, che vanno ben oltre il luogo comune della cosiddetta “globalizzazione”, mettendo in campo nuove accelerazioni ideologiche e permettendo il riaffiorare di antiche culture presovietiche e persino preislamiche.

Ad Est di Niente, curata da Enrico Mascelloni, Rosa Maria Falvo e Valeria Ibraeva, presenta l’arte più innovativa e audace di un’area del mondo dove cresce una nuova generazione di artisti che affronta le questioni della violenza e del conflitto, dello sciamanesimo e dell’Islam, delle metropoli già sovietiche e della “steppa eterna” avvalendosi dei media tecnologici come il video e la fotografia, dei materiali tradizionali come il feltro, dei linguaggi canonici come la pittura e la scultura.

In esposizione più di 100 opere di circa 30 artisti.

Insieme ai protagonisti già noti a livello internazionale (i loro lavori sono stati presentati in passate edizioni della Biennale di Venezia) come i kazakhi Said Atabekov, Almagul Menlibayeva e Erbosyn Meldibekov, di cui verranno esposte opere storiche accanto a lavori “site specific”, saranno proposte le opere di artisti giovani e ancora sconosciuti in Occidente.

Ad Est di Niente

Fondazione 107, Via Sansovino 234 – Torino.

La mostra è visitabile fino al 9 novembre, dal martedì al sabato dalle ore 16 alle 20 e la domenica dalle ore 12 alle 20.

L’ingresso è di 5 euro.

di Redazione Arte