Acqua

agosto 30, 2005 in il Traspiratore da Tiziana Fissore

Miriadi di cristalli

brillano sulla pelle

alla luce del sole.

E’ sudore dopo il lavoro,

è acqua dopo un bagno nel mare.

Placidi fiumi scorrono

come vecchi tranquilli

mentre ruscelli impetuosi

ridenti giocherellano

come la gioventù.

E’ acqua che scorre come la vita

che dal monte natio

va verso la sua foce

attraverso le sue stagioni.

Le mani sono piene

di fresca acqua di fonte

mite, preziosa, umile

ristoro di questo corpo

nobile e pretenzioso.

Nell’acqua siamo nati,

nell’acqua siam cresciuti

nell’acqua siam vissuti

toccando a volte il fondo

dove però un raggio di sole,

un barbaglio ci ha raggiunti

per riportarci sempre a galla.

Il Traspiratore – Numero 55

di T. Fissore