40 giovani alla scoperta di Torino

settembre 10, 2001 in Enogastronomia da Claris

Vedere la città invasa da giovani, sentire parlare una babele di lingue diverse senza la preoccupazione di non capirsi…Grazie Assessorato alla gioventù del Comune di Torino 2000 per regalarci l’emozione di incontrarsi in un ambiente realmente in festa, per permettere alla cultura dei giovani di scendere tra la gente, di farsi apprezzare da tutti. La fantasia, i colori, l’inventiva dei giovani del mondo si raccolgono a Torino da venerdì scorso.

La nostra città ospita, infatti, i 40 giovani che partecipano alla fase finale del progetto di scambio internazionale quadrilaterale “Lo Spazio al Servizio dell’Umanità”. Lo scopo è quello di sottolineare l’importanza e l’influenza della ricerca spaziale nella vita quotidiana e nel futuro delle giovani generazioni. Con tale proposito sono stati reclutati giovani tra i 15 e i 17 anni per avvicinarli al mondo cibernetico tramite un’esperienza interculturale.

Il folto gruppo ha già vissuto tre fasi precedenti a questa nelle città partecipanti allo scambio: Tolosa (Francia), nell’aprile 2000, Monaco di Baviera e Hannover in occasione dell’Expo 2000 (Germania), nell’ottobre scorso, Cayenne/Kourou (Guyana Francese), nel febbraio 2001.La città di Torino è rappresentata da studenti appartenenti al Liceo Classico Umberto I.

Si completa ora a Torino l’iniziativa, sovvenzionata dalla Communauté des Villes Ariane (la CVA), realizzata con la collaborazione dell’Ufficio Scambi Internazionali della Città di Torino, dell’Ufficio di Cooperazione Franco-Tedesco per la Gioventù (OFAJ), dell’Associazione Peuple et Culture di Parigi, il Gustav Stresemann Institut di Bonn e il CRESTIG di Cayenne.

La CVA è un’associazione nata il 17 luglio 1998 per contribuire allo sviluppo economico, culturale e pedagogico delle città e dei cittadini partecipanti in modo diretto o indiretto alle attività di trasporto spaziale europeo.Tre sono gli obiettivi della “Communauté des Villes Ariane”: avvicinare gli uomini, le culture e le loro tradizioni; sviluppare un programma educativo sulle attività di trasporto spaziale; gestire le implicazioni socioeconomiche delle attività Ariane.

Lo scambio compie il suo ultimo passo in una città con grande rilievo nell’ambito della ricerca spaziale a livello internazionale. Alla riuscita di questa fase contribuiranno importanti realtà cittadine: l’Alenia Spazio, la Fiat Avio e il Diasp (Dipartimento di Ingegneria Aeronautica e Spaziale del Politecnico di Torino).

Durante questa settimana i ragazzi partecipanti allo scambio vengono coinvolti in innumerevoli attività e facilmente vivranno alcuni momenti di eccezionale formazione umana e culturale.

L’inizio, venerdì scorso, è stato di quelli da non dimenticare. Presso il convitto Umberto I c’è stato l’incontro tra l’astronauta Umberto Guidoni e i ragazzi. L’esperienza e la non comune facilità di dialogo di uno degli italiani più conosciuti in abito scientifico dalla comunità internazionale sono state di profondo effetto sui giovani e sulle loro curiosità verso una professione, l’astronauta, riservata ancora a pochissimi eletti.

Il week-end è stato allietato, durante la riuscitissima festa di benvenuto alla Cascina Brera a Venaria, con uno spettacolo di teatro fisico di incredibile suggestione. E’ stata per tutti gli ospiti un’occasione per vedere dal vivo qual è l’aria da scambio internazionale.

Di particolare importanza anche altri appuntamenti, tra cui lunedì 10 settembre dalle ore 10 alle 13 la visita agli stabilimenti dell’Alenia Spazio di Torino, seguita da un incontro durante il quale presenzieranno alcuni dei maggiori esponenti ed esperti del mondo scientifico spaziale. E’ prevista la partecipazione dell’astronauta italiano Franco Malerba.

Mercoledì 12 settembre il Vicesindaco della Città di Torino Marco Calgaro accoglierà i giovani partecipanti allo scambio e l’équipe.

Giovedì 13 settembre ore 21 presso i locali dell’Hiroshima Mon Amour in via Bossoli presentazione del progetto, seguita dalla performance teatrale dei ragazzi e dalla proiezione del reportage video realizzato in occasione del rinomato Expo 2000 di Hannover.

Informazioni

Ufficio Scambi Internazionali

Via Assarotti 2, Torino

di Claris