Volley, la XII giornata

gennaio 16, 2006 in Sport da Redazione

La XII giornata della Serie B1/F di volley. Partita fruori casa per il Sant’Orsola che porta a casa solo un punto.

Gcs Pavia – Sant’Orsola Alba 3-2

Non bastano due decisi set e un parziale giocato alla morte per strappare la vittoria nella penultima di andata. La Sant’Orsola Alba torna dalla visita al Pavia, sesta forza del campionato ma prima per quanto riguarda il numero di tie-break giocati, con un punto in tasca, il primo del 2006, che serve a muovere la classifica, ferma dal 3 dicembre quando le rossonere superarono l’Asti, dopo di cui sono arrivati un turno di riposo e tre ko consecutivi.

Che non fosse una gara facile in casa Sant’Orsola lo si intuiva già in settimana: l’infortunio a una spalla rendeva inutilizzabile Alberghini, una tra le atlete più in forma del periodo. Mister Tommy Ferrari manda in campo Merlotti regista, Conde opposta, Belfiore e Corino (anche le con qualche problema fisico “cronico” che ne frammenta la preparazione) centrali, Minati e Bano ali, Gonella libero. Il primo set è tutto in salita per le albesi, quasi una tradizione per la Sant’Orsola formato trasferta. Il Pavia subodora la possibilità di farcela e di continuare l’imbattibilità nel 2006. Le padrone di casa stringono i denti, sbagliano poco (al contrario del Sant’Orsola) e si aggiudicano il parziale per 25-21. Poi la Sant’Orsola trova, con Mangifesta in campo (subentrata dapprima a Minati, poi in una seconda fase del match a Bano), il ritmo migliore. La qualità di gioco si impenna e il sestetto rossonero lascia le briciole alle avversarie con due set quasi perfetti, chiusi con apparente facilità. Il match è ribaltato ma non è certo finito. Il Pavia, abituato a sonanti sconfitte nei set centrali delel gare, torna a riaffacciarsi. Il quarto set è combattuto e tirato Sant’Orsola lotta ma non trova lo spunto per prendere il controllo del gioco. Pavia serve e fallisce un primo set ball, Sant’Orsola ripiana la situazione e porta le avversarie ai vantaggi ma la squadra di casa non fallisce l’occasione di chiudere a proprio favore il quarto set e raggiunge il tie-break, per la quinta volta nella stagione. Per le albesi, invece, è una novità: finora i loro match si erano chiusi sempre entro il quarto set. “Il Pavia ha saputo reggere meglio la tensione del quinto set. In fondo ci sono più abituate – commenta Ferrari – E’ quello che temevo di più” Infatti il Pavia ha saputo mantenere nervi di ghiaccio e ha concluso per 15-11.

Un punto che può rivelarsi prezioso per le albesi che conservano il terzo posto in classifica, parimerito con il Crosico che ha espugnato per 0-3 il campo di Cassano, in precedenza appaiato al Sant’Orsola.

Sabato 21 gennaio la Sant’Orsola ospita (palasport di corso Langhe, ore 21) l’Adda Volley Merate per l’ultima giornata di andata. Una partita da vincere per ritrovare il sorriso e, per dirla con le parole di Ferrari “per affrontare il girone di ritorno (che inizia il 4 febbraio con Sant’Orsola Alba-Asystel Novara) con la stessa concentrazione e con le stesse qualità che abbiamo messo in campo nella prima fase dell’andata”. Non dimentichiamo che le albesi hanno guidato, in solitaria, il girone per tutto il mese di novembre.

In sintesi

  • Gcs Pavia – Sant’Orsola Alba 3-2

    (25-21, 14-25, 17-25, 26-24, 15-11)

  • Sant’Orsola:

    Alberghini,Bano, Belfiore, Conde, Corino, Delle Piane, Donati, Gonella, Mangifesta, Merlotti, Minati, Nada. Allenatori: Ferrari, Negro.

    di Redazione