Valentino Castellani rimetterà il suo mandato

novembre 4, 2004 in Sport da Redazione

In seguito alla riunione di ieri che si è svolta a Palazzo Chigi, il presidente del TOROC Valentino Castellani ha ritenuto opportuno tenere una conferenza stampa, durante la quale ha dichiarato che nel prossimo Consiglio di Amministrazione rimetterà il suo mandato.

Con la riunione di ieri sera a Roma – ha detto Castellani – credo per TOROC si chiuda una fase e se ne apra un’altra. I poteri che sono stati concordati ed attribuiti all’Onorevole Pescante, anche se ancora da formalizzare sul piano strettamente giuridico, sono un vero e proprio commissariamento e quindi equivalgono ad una sfiducia nel lavoro svolto fin qui e soprattutto nella capacità di continuarlo. Per questo motivo ho deciso che il 24 novembre rimetterò il mio mandato di Presidente al Consiglio di Amministrazione cui spetta decidere chi deve guidare il TOROC.

Con questo mio gesto – ha proseguito – penso di contribuire a che sia fatta chiarezza ed a voltare pagina per davvero, a poco più di un anno dall’inizio dei Giochi. In questi anni, ed anche in questi ultimi mesi, ho assistito a numerosi attacchi alla mia persona, alla professionalità di TOROC ed ho sempre cercato di guardare avanti, di costruire consenso, di rispettare tutti, anche talvolta a scapito della mia immagine e non ascoltando i suggerimenti di chi mi voleva più aggressivo, più polemico, più battagliero. Ho cercato sempre di dare priorità al lavoro svolto, ai fatti, all’impegno e soprattutto alla consapevolezza di lavorare per una grande opportunità per la nostra città, per la Regione e naturalmente per l’Italia. Ora però basta. Continuare su questa strada non serve più. Non si può occupare una posizione di responsabilità come la mia se non si ha la fiducia ed il sostegno di tutti gli attori che hanno responsabilità nella organizzazione delle Olimpiadi.

Castellani ha speso parole anche per la struttura, riconoscendo il lavoro svolto finora: Chiunque eserciterà ruoli di comando e di responsabilità in TOROC – ha concluso – dispone di una struttura in grado di raggiungere con successo l’obiettivo per cui è stata costituita. Con piena consapevolezza voglio rassicurare tutti coloro che ci seguono con interesse e passione che i Giochi si faranno, si faranno bene. E’ solo urgente superare al più presto questa fase e continuare nel lavoro che ancora resta da fare.

di redazione