Toro, vittoria di cuore

aprile 1, 2006 in Sport da Giovanni Rolle

Terza vittoria consecutiva dei granata contro le dirette concorrenti per la promozione. Catania battuto al 90′ con un calcio di rigore di Rosina.

Finisce con la corsa dei giocatori di De Biasi sotto la curva Maratona la grande sfida del Delle Alpi fra Torino e Catania, che i granata hanno vinto in extremis. Toro-Catania richiama oltre trentamila spettatori al ‘Delle Alpi’, con una nutrita rappresentanza di tifosi siciliani.

Non male la partenza degli etnei, che si portano per un paio di volte vicini al gol nei primi dieci minuti. Il primo tentativo da parte catanese è un’incursione di Spinesi, bloccata da un buon intervento difensivo da parte di Martinelli. Il secondo spunto è invece opera di Mascara, che parte, palla al piede, percorrendo una trentina di metri, prima di effettuare un cross per la testa di Spinesi che non sortisce però effetti positivi per la formazione ospite.

La replica del Toro non si fa comunque attendere ed è questa volta Ferrarese a servire un traversone per la testa di Abbruscato, la cui deviazione risulta però una telefonata all’indirizzo del portiere ospite Pantanelli.

Il Catania però è sempre lì in agguato e al 25’ la formazione allenata da Marino colpisce: Silvestri imbocca Spinesi, al quale basta intervenire con una leggera deviazione all’invitante assist di Silvestri per far proseguire il passaggio in diagonale del compagno alle spalle di Taibi, il quale forse si tutta in ritardo.

Il tentativo di reazione degli uomini di De Biasi è sempre affidato al piede sinistro di Ferrarese, il quale cerca ancora una volta la testa di Abbruscato, la quale sortisce però solamente un calcio d’angolo. Al 33’ l’ex attaccante dell’Arezzo si rende però protagonista assoluto della rete del pareggio granata, un gol che Abbruscato si costruisce con una finta di corpo che manda a vuoto l’ex granata Sottil dopo avere raccolto il passaggio di Balestri.

Il primo tempo si conclude senza minuti di recupero con le due squadra sul parziale di 1-1. Al 10’ della ripresa si vede anche Muzzi. L’attaccante ex laziale, che fino a quel momento si era sacrificato in un generoso lavoro di movimento, incorna sul traversone di Ferrarese, consentendo a Pantanelli di esibirsi in una bella parata in tuffo.

La curva granata invoca l’ingresso di Rosina e De Biasi la accontenta.

E’ infatti il piccolo esterno granata a regalare la vittoria al Toro ad una manciata di secondi dal 90’. Sottil atterra Abbruscato in area e dal dischetto Rosina è freddo nel battere Pantanelli per il 2-1 che porta il Toro a meno sei dai siciliani.

TORINO-CATANIA 2-1

  • TORINO (4-4-2): Taibi 5.5; Martinelli 6 (35’ st Brevi sv), Melara 5.5, Orfei 5.5, Balestri 6; Fantini 5.5 (32’ st Rosina sv), Gallo 6, Ardito 6, Ferrarese 6.5; Abbruscato 7, Muzzi 6 (41’ st Stellone sv).

    All. De Biasi 6.

    In panchina: Pagotto, Music, Edusei, Vryzas.

  • CATANIA (4-3-3): Pantanelli 6.5; Silvestri 6, Sottil 5, Bianco 6, Marchese 6; Caserta 6, Biso 6.5 46’ st Del Core sv), Baiocco 6.5; De Zerbi 6.5 (34’ st Russo sv), Spinesi 6.5, Mascara 5.5.

    All. Marino 6.

  • ARBITRO: Paparesta di Bari 5.5.

  • RETI: 25’ pt De Zerbi (C), 33’ pt Abbruscato (T), 45’ st rig. Rosina.

  • NOTE: Ammoniti: Fantini, Balestri, Ferrarese; Marchese, De Zerbi, Bianco, Sottil, Baiocco.

  • Recupero: pt 0’, st 3’.

  • Angoli: 8-1 per il Torino.

  • Spettatori: 31.944.

    di Giovanni Rolle