Ritorna Scrittorincittà

novembre 12, 2004 in Attualità da Stefano Mola

Scrittori in cittaL’EVENTO

La nostra regione rafforza sempre più il suo rapporto con la parola scritta. Pochi giorni fa abbiamo dato notizia della nomina di Torino a capitale mondiale del libro.

A conferma della vitalità letteraria della nostra regione, ecco Cuneo. Dall’11 al 15 Novembre ospita la sesta edizione di Scrittorincittà. Gli appuntamenti sono ben 48. Incontri con gli scrittori, dibattiti, cene letterarie, spettacoli… come sempre è impossibile dare conto di tutto. La cosa migliore è curiosare nel programma.

Citiamo solo qualche nome: Angelo Panebianco, Franco Cordero, Luciano Canfora, Vittorio Messori, Giovanni Floris, Aldo Grasso, Philippe Claudel, Shan Sha, Elena Loewenthal, Stephen Vizincey, Antonia Arslan, Nico Orengo, Riccardo Chiaberge, Alain Elkann, Stefano Jesurum…

IL TEMA

Chi meglio della scrittura può rappresentare la libertà? Davanti a un foglio bianco, tutto è possibile. Ci stanno Sandokan e Anna Karenina. Le Cronache Marziane di Bradbury a fianco di Un amore di Buzzati. Il foglio bianco, o il file nuovo, sono aperti ad accogliere ogni possibilità. E anche ogni regola: la creatività a volte presuppone, o richiede dei vincoli. Pensiamo al romanzo di Perec, La disparition: un romanzo di più di 300 pagine scritto imponendosi di non usare la lettera e. O la terzina dantesca, per dire.

Ecco perché i libri, le parole, gli autori, ci sembrano particolarmente indicati a discutere de I luoghi delle libertà, che è per l’appunto il tema di questa edizione di Scrittorincittà. Siamo di fronte a un principio guida dell’Occidente: libertà e individuo sono forse i termini che più ci rappresentano, intorno ai quali è nata e cresciuta la nostra storia personale e collettiva. Ma parlare di libertà al singolare è certo riduttivo, in un momento in cui questo concetto sembra farsi fragile e scivola via in mille rivoli, oppure è citato anche a sproposito. È un valore complesso: per questo merita una riflessione a più voci. Un buon motivo quindi per recarsi a Cuneo.

DUE SEGNALAZIONI

Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo: ha come obiettivo la valorizzazione degli autori esordienti che hanno pubblicato il loro primo romanzo, dal 1 ottobre al 30 settembre successivo, e di mettere in contatto il maggior numero di lettori con le tendenze e le voci della letteratura italiana. Venerdì 12 alle 10, si potranno incontrare gli autori segnalati per quest’anno: Nereo Laroni (L’amico di Stalin, Marsilio 2003), Roberto Perrone (Zamora, Garzanti Libri 2003), Paolo D’Alessandro (Colloqui, Sellerio 2003), Laura Facchi (Il megafono di Dio, Baldini Castoldi Dalai 2003). Partecipa anche Jean-Philippe Blondel (Accès direct à la plage, Editions Delphine Montalant 2003), autore selezionato dal Festival du Premier Roman de Chambéry, con cui il premio di Cuneo è gemellato.

Chisciotte e gli Invincibili

Prima nazionale dello spettacolo di Erri De Luca con Erri De Luca, Gianmaria Testa e Gabriele Mirabassi, prodotto da Fuorivia in collaborazione con Scrittorincittà. Un viaggio alla ricerca delle tracce di Chisciotte nella vita e nei libri: avventure in storie d’amore, di guerra e di prigionia. Musiche che accompagnano parole. Sul palco una sedia per quel Chisciotte che forse se ne sta seduto nel buio della sala…

Civico Teatro Toselli – Via Teatro Toselli, 9

Ingresso: € 15.00

di Stefano Mola