Quinta vittoria dei granata

maggio 2, 2006 in Sport da Giovanni Rolle

Quinta vittoria in sei partite per il Torino. I granata battono, pur senza brillare, di misura l’Avellino e sale al terzo posto in classfica.

Oltre ad una traversa di Rosina, dopo pochi minuti di gioco, l’attenzione del pubblico del Delle Alpi viene attirata, all’inizio del primo tempo, da quanto accade a bordo campo. La forte detonazione di un petardo, probabilmente una bomba carta, lanciato dal settore dei tifosi ospiti stordisce un inserviente che rimane per alcuni minuti a terra tramortito. Seguono momenti di tensione tra le due tifoserie, senza tuttavia che si verifichino episodi gravi. Anche l’inserviente si rialza, senza avere subito, apparentemente, nessuna grave conseguenza per lo scoppio dell’ordigno.

Al 36’ punizione di Lazetic ed Abbruscato incorna alle spalle di Cecere. L’arbitro Dondarini ricaccia in gola l’urlo del Delle Alpi annullando la rete del vantaggio granata in quanto il giocatore torinista non aveva aspettato il fischio del direttore di gara, che fa ripetere la battuta. Nel replay la testa è questa volta quella di Nicola, che non riesce comunque a trovare la porta. Un minuto dopo Lazetic fugge sulla fascia destra e mette al centro un pallone sul quale Rosina incorna debolmente con presa sicura da parte del portiere avellinese.

La formazione campana porta la prima minaccia alla porta di Taibi verso la fine del primo tempo, con una pericolosa incursione di Millesi ben neutralizzata dal portiere granata, pronto a chiudere sul primo palo.

Nella ripresa passano quasi venti minuti senza che il Toro riesca ad impensierire seriamente la retroguardia avellinese. Al 18’ De Biasi opera il primo cambio della partita, togliendo Rosina – autore di una prova abbastanza deludete, a parte il legno colpito nella prima frazione, e pochi altri spunti – ed inserendo al suo posto Ferrarese. Entrano anche Gallo al posto di Edusei e l’avellinese Vicari per Fusco.

Il pubblico granata incomincia a spazientirsi per la situazione di stallo che sembra essersi delineata in campo, ma prima che i fischi possano prendere corpo arriva la rete del vantaggio granata. A realizzarla è Melara, il quale gira di testa alle spalle di Cecere un cross del nuovo entrato Gallo. E’ il gol che decide la parita a favore del Torino, che nel finale si porta vicino al raddoppio con Stellone.

  • TORINO-AVELLINO 1-0

    TORINO (4-4-2): Taibi 6; Nicola 6, Melara 6.5, Brevi 6, Balestri 6; Lazetic 7 (40’ st Fantini sv), Edusei 6 (20’ st Gallo 6.5), Ardito 6, Rosina 5.5 (18’ st Ferrarese 6); Stellone 6, Abbruscato 6.5.

    All. De Biasi 6.5.

    In panchina: Fontana, Fantini, Music, Doudou, Vryzas.

    AVELLINO (4-4-2): Cecere 6; D’Andrea 6, Masiello 6.5, Abruzzese, Sussi 6; Fusco 6 (20’ st Vicari 6), Boudianski 6.5, Monticciolo 6 (30’ st Minopoli sv), Millesi 6.5; Albino 6.5 (30’ st Biancolino sv); Danilevicius 6.

    All. Colomba.

    In panchina: Taglialatatela, Riccio, Ametrano, Terni.

    ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia 6.

    RETE: 25’ st Melara.

    AMMONITI: Monticciolo.

    di Giovanni Rolle