Pirati e folletti

aprile 13, 2005 in il Traspiratore da Redazione

Il mondo appartiene ai pazzi, agli intelligenti, ai furbi, ai ricchi, ai geni, o all’uomo della strada? A tutti, verrebbe facilmente (e ingenuamente?) da rispondere! Alla propria capacità di considerarsi fortunati (non appagati!) e di ambire (senza intolleranza o frustrazioni) a migliorare la propria esistenza nell’ambiente circostante. Ricetta semplice e forse, quindi, difficile da interiorizzare e applicare senza guardare altri piatti cucinati con soldi (ma oltre la vita?), trabocchetti (e se si rimane soli?), razionalità (non è però troppo facile deprimersi per le ingiustizie del mondo?). Restano, sulla torre della gioia, pazzi e geni, che poi potrebbe voler dire la stessa specie se si applicasse il sillogismo pazzo=fuori_dal_comune=genio. Allora il personaggio ‘genio e sregolatezza’ ha le porte aperte… ma possibile? Anche se è in continua lotta interiore, anche se è incompreso dagli altri, magari per secoli?

Questa volta il Traspiratore (Edison donaci quell’1% per vederci e conoscerci meglio, o forse dobbiamo solo avvedercene?) prova a lasciarvi qualche aroma tra le spezie di cui si nutrono folletti pirati (geniali folli), tra lettere creatività logica e movimenti.

Il Traspiratore – Numero 53

di editoriale