Paralimpiadi: il Piemonte azzera le barriere

marzo 6, 2006 in Sport da Redazione

Nel 2002 la Giunta Regionale del Piemonte ha varato il progetto “Piemonte per Tutti – 2006 senza barriere”, con l’obiettivo di monitorare la presenza di barriere architettoniche sul territorio regionale. Nata dall’esigenza di disegnare una mappa che indichi i siti accessibili, adattabili e non accessibili sul territorio regionale, dando priorità all’asse olimpico, il progetto è destinato alle persone con difficoltà motorie ed intende restituire un dato aggiornato sull’effettiva fruibilità di tutti i luoghi di interesse comune, con priorità ai percorsi previsti per le Olimpiadi e le Paralimpiadi invernali. Attraverso un portale internet ed un cd rom, “Piemonte per Tutti” fornisce informazioni sui percorsi privi di barriere architettoniche.

Per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Torino 2006, è stato inoltre realizzato il “Programma Piemonte 2006”, la più grande e capillare opera di infrastrutturazione e di rilancio turistico e sportivo che mai una regione italiana abbia compiuto. Centrotrentotto grandi interventi su tutto il territorio, 360 milioni di euro di investimenti. Nuove piste da sci, sicure e sempre innevate. Percorsi per il fondo e gli sport all’aria aperta. Gli interventi sono stati ideati per estendere a tutto il territorio piemontese i benefici dei colossali investimenti e della visibilità planetaria offerta dalle Olimpiadi 2006. Tutte le opere del programma sono infatti prive di barriere architettoniche, pensate per la totale accessibilità dei disabili che ne potranno fruire gratuitamente, e con forti sconti per i residenti.

di 6 mar 2006