Ma sì, Oooh! pipipì

novembre 7, 2004 in Musica da Simona Margarino

BandaradanSarà che sanno di festa di paese, sarà che di musica io sono come la famosa casa discografica (=virgin), sarà che mi si sono infiltrate in testa dal tetto bagnato di un pomeriggio d’inverno, sarà pure che Alberto lo chiamo amico, ma le musiche di Oooh pipipì mi son sembrate davvero una roba Bandaradan e basta, che altro dire. Come quei nomi che da soli vi aprono il mondo di Bengodi: torrone, arlecchinate, zucchero filato e tutto il resto. Proprio così, ad ascoltarle mi è presa voglia di allargare le braccia, e sghignazzare, tanto che, passati pochi secondi, ormai, ero tornata nell’attico di Gabry a Parigi (quando ancora aveva un appartamento laggiù, sigh), vista sulla Tour Eiffel e fisarmonica da vecchio film francese che veniva su dalla strada, e dopo essermi scaldata con un pain aux chocolat così bene che la crema di cacao mi si era spalmata a dovere sulla bocca scendevo veloce cinque piani di gradini a piedi per andare a saltellare lungo gli Champs Élysées insieme al gruppo, la-la-la-la, la marcia procedeva per il corso in allegria, ogni minuto più grande, in un can-can di marionette e clown, galline e persino un kutruso, con quei vecchi cori sbruffoni di note fatte apposta per divertirsi, Pinocchio si toccava il naso, un sax arabeggiante faceva sbucare il muso di un serpente dalla tesa di un cappello spettatore, i birilli volavano tra le mani dei giocolieri, Charlotte ha attraversato sulle strisce facendosi largo tra la folla col suo bastone compiaciuto e strizzandomi l’occhiolino, allora ho pensato fosse ora di darmi una calmata e mettere il sedere a riposo in un bistrot, a sorseggiare caffè e guardare, mentre l’acqua continuava a cadere dietro la finestra, un paio di ranocchie si tuffava in una pozzanghera e i sei squinternati in cilindro e maglie a righe scorrazzavano tra i passanti e gli ombrelli a confondere il corteo, brandendo filicorno e percussioni per colpire di fantasia, le voci da imbonitori invitavano a salire sulla giostra, qualche falsetto da buon ubriacone sfilava in sottofondo, pioveva e per una volta tanto la gente… rideva, già!

Sì è andati avanti fino a notte tarda, fino all’ Errata Corrige finale, la mia soprattutto, di scuse ma mica troppo. Non si era a Paris, però un giorno all’anno anche Torino val bene un CD, non vi pare?

BANDARADAN

www.bandaradan.it

[email protected]

Alberto Agliotti, Paolo Murgia, Davide Tilotta,

Maurizio Pala, Sergio Pejsachowicz, Gipo Di Napoli

Oooh pipipì

1 La Banda di Macondo

2 Misirlou

3 Mazel Tov

4 Traffico

5 Monoforìa n.9 in Do min.

6 Barzelletta

7 Marcia del Cammello

8 La Mela Marcia

9 Pausacaffè

10 Tango n.3

11 Marcia dei Kutrusi

12 Bis

13 Galferina

14 Errata Corrige

di Simona Margarino